Vai al contenuto

Xbox Game Pass


AngelDevil

Messaggi raccomandati

Foam Punch ha annunciato, o per meglio dire confermato, la data di uscita di Shredders. Il gioco di snowboard sarà disponibile su PC, Xbox Series X|S e Xbox One il 17 marzo, ovvero tra circa due settimane. Inoltre al lancio sarà incluso nel catalogo di Xbox Game Pass.

Shredders è un gioco basato sullo snowboard, dove potrete esibirvi in numerosi e spettacolari trick sulle piste, parchi e ambientazioni urbane. Inoltre il mondo di gioco è condiviso, il che significa che vedrete in tempo reale altri giocatori come voi alle prese con spericolate acrobazie.

"Partecipa all'evento di snowboard dell'anno ed esegui i trick più assurdi, nella speranza di ottenere una wildcard per un evento esclusivo a invito. Per dimostrare di essere all'altezza della sfida, padroneggia l'arte dello snowboard con butter e acrobazie su tubi e rampe enormi e conquista il tuo posto nel mondo dello snowboard. In Shredders potrai perderti per ore nella neve freschissima mentre solchi le montagne. Impara un incredibile numero di mosse ispirate ai professionisti. Vola con stile, afferra la tavola, piegala ed esegui butter perfetti", recita la descrizione ufficiale dello Store di Xbox.

 

1634485.png

Link al commento
Condividi su altri siti

Rispetto al leak vengono dunque annunciate anche le date d'uscita dei singoli giochi e c'è l'aggiunta ufficiale di Crusaders Kings III, il quale sembra essere peraltro un gioco esclusivamente next gen, visto che è catalogo come titolo "Xbox Series X|S" e non "Console", come normalmente avviene per quanto riguarda i giochi cross-gen.

  • Shredders (Cloud, PC e Xbox Series X|S) - 17 marzo
  • The Dungeon of Naheulbeuk: The Amulet of Chaos (Cloud, Console e PC) - 17 marzo
  • Tainted Grail: Conquest (Console) - 22 marzo
  • Zero Escape: The Nonary Games (Cloud, Console e PC) - 22 marzo
  • Norco (PC) - 24 marzo
  • F1 2021 (Console) EA Play - 24 marzo
  • Crusader Kings III (Xbox Series X|S) - 29 marzo
  • Weird West (Cloud, Console e PC) - 31 marzo

Ad accompagnare l'annuncio dei titoli in arrivo per Xbox Game Pass, arriva come da tradizione anche la comunicazione sui giochi che lasciano l'abbonamento nella prossima mandata, in questo caso tra fine marzo e inizio aprile.

  • Madden NFL 20 (Cloud, Console e PC) EA Play - 31 marzo
  • Narita Boy (Cloud, Console e PC) - 31 marzo
  • Shadow Warrior 2 (Cloud, Console e PC) - 31 marzo
  • Destiny 2: Beyond Light, Shadowkeep e Forsaken (PC) - 11 aprile

1634485.png

Link al commento
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Durante il corso della GDC 2022, Microsoft ha snocciolato alcuni interessanti dati su Xbox Game Pass, spiegando come il servizio aiuti a promuovere la consapevolezza dei giocatori sui titoli in commercio e gli effetti positivi per i giochi che fanno parte del catalogo. Una delle statische senza dubbio più interessanti svelate è che gli abbonati giocano in media al 40% di titoli in più dopo l'adesione e in molti casi provano generi inediti o giochi che altrimenti non avrebbero preso in considerazione. Di seguito i dati svelati da Microsoft:

  • In media gli abbonati giocano il 40% di titoli in più dopo l'adesione
  • In media gli abbonati giocano al 30% di generi in più nei 90 giorni successivi l'adesione
  • Più del 90% degli abbonati afferma di aver giocato a titoli disponibili su Game Pass che altrimenti non avrebbe preso in considerazione
  • La playerbase dei giochi già disponibili sul mercato aumenta in media di 8,3 volte una volta disponibili su Game Pass
  • I giochi di grandi publisher che al lancio sono disponibili su Game Pass nei primi 30 giorni hanno in media 3,5x giocatori rispetto a titoli simili non disponibili nel catalogo
  • I giochi del programma ID@Xbox che al lancio sono disponibili su Game Pass nei primi 30 giorni hanno in media 15x giocatori rispetto a titoli simili non disponibili nel catalogo
  • I giochi che vengono lanciati su Game Pass nei primi 30 giorni in media hanno 3,5x giocatori rispetto a Steam
  • Le discussioni su un gioco nei social network aumentano del triplo una volta che ne viene annunciato l'ingresso nel Game Pass
  • In media è 4 volte più probabile che un abbonato a Game Pass trasmetta le proprie sessioni di gioco su Twitch
  • Gli abbonati a Game Pass in media spendono il 50% di più rispetto agli altri utenti
  • I ricavi con la monetizzazione dei giochi aumenta di 2,8 volte dopo essere entrati nel Game Pass, di cui il 50% provenienti dagli acquisti di nuovi giocatori.

Senza dubbio si tratta di statistiche interessanti e che dimostrano come Xbox Game Pass in molti casi apra nuove prospettive a chi decide di abbonarsi, nonché portare grandi benefici ai titoli che fanno parte del suo catalogo.

Modificato da AngelDevil

1634485.png

Link al commento
Condividi su altri siti

Nonostante rimanga un perno essenziale di Xbox, Phil Spencer ha fatto capire come Xbox Game Pass non sia l'unica strada possibile per i videogiochi sulla piattaforma Microsoft, così come non sia considerato il metodo di business necessariamente "giusto", in ogni contesto, rispetto a quello standard.

"Voglio che sia chiaro che per noi di Xbox non c'è un modello di business che siamo convinti prevalga sugli altri", ha riferito Phil Spencer durante il suo intervento alla GDC 2022, rispondendo a quello che sembra un quesito comune da parte degli sviluppatori. "Mi viene spesso chiesto dagli sviluppatori: se non sono all'interno del servizio non ho possibilità di avere successo su Xbox? Non è assolutamente così", ha spiegato Spencer.

"Il modello standard retail della vendita e acquisto di giochi rimane una parte importante del nostro P&L [profit and loss statement], ed è qualcosa si cui investiamo le risorse in modo da consentire agli sviluppatori di ottenere degli ottimi risultati".

È chiaro che il successo di un modello come Xbox Game Pass abbia cambiato un po' gli equilibri all'interno della piattaforma, tuttavia non ci sono ancora prove tangibili sulla necessità di un passaggio totale al nuovo modello in Xbox.

Il fatto che venga mantenuta la possibilità di acquistare i giochi, anche se presenti all'interno del catalogo in abbonamento, è in effetti un'anomalia rispetto agli standard di questo genere di servizi, ma è qualcosa destinato a perdurare nelle intenzioni di Microsoft: "Questo è un punto che ci pone un po' in contrasto con altre forme di media a cui veniamo paragonati, che sia musica o video: questi sono spesso condensati verso uno o forse due modelli di business che effettivamente funzionano", ha spiegato Spencer, tuttavia nel mondo dei videogiochi la situazione è diversa.

"Fondamentalmente credo che la forza del mercato dei videogiochi risieda anche nella diversità dei modelli di business e nella forza di questi". In sostanza, il capo di Xbox ha voluto confermare che il modello Xbox Game Pass non è destinato a fagocitare gli altri modelli tradizionali di business sulle piattaforme in cui è presente.

Sostanzialmente, è stata ribadita la stessa posizione affermata in un'intervista pubblicata da Edge qualche mese fa, quando Spencer riferiva che Xbox Game Pass non è l'unico focus portato avanti da Microsoft Xbox: "Voglio che la gente possa fare la propria scelta, alcuni vogliono acquistare i giochi per creare una propria libreria stabile". In ogni caso, il capo di Xbox ha spiegato che "I servizi su abbonamento danno un buon flusso di ricavi continuo ed è una cosa importante per qualsiasi business, al di là delle vette che si possono raggiungere nelle vendite di alcuni specifici giochi".

1634485.png

Link al commento
Condividi su altri siti

Sony ha annunciato la fusione di PlayStation Plus e PlayStation Now attiva da giugno 2022 con nuovi profili di abbonamento, lo stesso potrebbe fare Microsoft con Xbox Live Gold e Game Pass, stando a quanto riportato dal giornalista Brad Sams. Proviamo a fare chiarezza.

Come sappiamo attualmente è possibile sottoscrivere l'abbonamento Xbox LIVE Gold singolarmente (a partire da 6.99 euro al mese) oppure insieme a Game Pass con il profilo Game Pass Ultimate al prezzo di 12.99 euro al mese, sembra però che Microsoft stia pensando ad una possibile revisione degli abbonamenti.

Brad Sams fa sapere di "aver sentito" della volontà di unire i due servizi definitivamente, il nuovo abbonamento diventerà quindi l'unica opzione disponibile per accedere a Game Pass e Xbox Live Gold al prezzo di 15 dollari al mese. In realtà il giornalista non è stato troppo chiaro sulla questione e non sa se Microsoft voglia eliminare definitivamente la possibilità di iscriversi separatamente ai due servizi, o magari se stia pensando solamente ad un aumento di prezzo dell'abbonamento mensile a Game Pass Ultimate.

Da anni si parla di un possibile rinnovo per Xbox Live Gold, l'attuale abbonamento fatica a trovare una sua collocazione, con Xbox Game Pass Ultimate sempre più al centro delle strategie della casa di Redmond.

1634485.png

Link al commento
Condividi su altri siti

Nuovi giochi Xbox Game Pass

  • Chinatown Detective Agency (cloud, console, PC) - 7 aprile
  • Dragon Age 2 (cloud) - EA Play - 7 aprile
  • Plants Vs. Zombies: Garden Warfare (cloud) - EA Play - 7 aprile
  • Star Wars: Squadrons (cloud) - EA Play - 7 aprile
  • Life is Strange: True Colors (cloud, console, PC) - 12 aprile
  • Panzer Corps 2 (PC) - 12 aprile
  • The Dungeon of Naheulbeuk (PC) - 12 aprile
  • Lost in Random (cloud, console, PC) - EA Play - 14 aprile

Giochi che usciranno da Game Pass

  • MLB The Show 21 (Cloud, Console) - 15 aprile
  • Rain On Your Parade (Cloud, Console, PC) - 15 aprile
  • The Long Dark (Cloud, Console, PC) - 15 aprile
  • Pathway (PC) - 15 aprile
  • F1 2019 (Cloud, Console, PC) - 18 aprile

FPl59bYXMAMrrAt?format=png&name=large

1634485.png

Link al commento
Condividi su altri siti

Stando a un sondaggio realizzato da YouGov, il 46% dei giocatori PlayStation e Nintendo negli USA afferma che potrebbe considerare l'idea di abbonarsi a Xbox Game Pass qualora il catalogo del servizio Microsoft includesse i giochi Activision Blizzard e in particolare quelli della serie Call of Duty.

Il sondaggio di YouGov è stato svolto prendendo come campione 1.200 giocatori adulti residenti negli Stati Uniti e altrettanti nel Regno Unito. Stando ai risultati una percentuale non indifferente di giocatori americani, sia possessori di console Xbox che non, affermano che potrebbero considerare l'idea di abbonarsi al Game Pass qualora includesse i giochi Activision Blizzard. I numeri calano nel Regno Unito, ma rimangono comunque piuttosto alti. Tra i giochi più allettanti del portfolio di Activision Blizzard spicca la serie Call of Duty, con il 19% delle preferenze in USA e l'11% in UK.

Di seguito le percentuali di giocatori residenti in USA e nel Regno Unito che potrebbero considerare l'idea di abbonarsi a Xbox Game Pass grazie ai giochi Activision Blizzard secondo il sondaggio di YouGov:

USA

  • Xbox: 43%
  • PlayStation: 46%
  • Nintendo: 46%
  • PC: 42%
  • Smartphone: 27%

Regno Unito

  • Xbox: 48%
  • PlayStation: 29%
  • Nintendo: 26%
  • PC: 26%
  • Smartphone: 20%

1634485.png

Link al commento
Condividi su altri siti

Bugsnax è stato lanciato alla fine del 2020 su PC e in esclusiva console su PlayStation 4 e PlayStation 5, gli sviluppatori avevano dichiarato la volontà di portare Bugsnax su altre piattaforme e questo desiderio si realizzerà molto molto presto.

Bugsnax arriverà sulle console della famiglia Xbox (Xbox One e Xbox Series X/S) dal 28 aprile e sarà disponibile sin dal day one su Xbox Game Pass, lo stesso giorno il gioco sarà disponibile su PC Game Pass e Cloud Gaming.

Il lancio di Bugsnax sulle console Xbox e su Game Pass coincide con la pubblicazione dell'aggiornamento gratuito The Isle of Bigsnax, che include tre ore di gioco aggiuntive presentandosi come il content update più grande mai realizzato per questo titolo. The Isle of Bigsnax sarà disponibile anche sulle console della famiglia PlayStation senza costi aggiuntivi.

1634485.png

Link al commento
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Xbox Game Pass ha presentato con un simpatico trailer i giochi disponibili sulla piattaforma in abbonamento Microsoft che potremo provare nel corso della primavera 2022.

Si tratta di un video a carattere promozionale e riepilogativo piuttosto che dell'annuncio di ulteriori uscite, ma risulta in ogni caso interessante per ribadire l'abbondanza del catalogo e la presenza di così tante produzioni di qualità per gli iscritti al servizio.

FQUQQ2JXoAANfER?format=png&name=large

Modificato da AngelDevil

1634485.png

Link al commento
Condividi su altri siti

Partecipa alla conversazione

Puoi pubblicare ora e registrarti più tardi. Se hai un account, accedi ora per pubblicarlo con il tuo account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Hai incollato il contenuto con la formattazione.   Rimuovere la formattazione

  Sono consentiti solo 75 emoticon max.

×   Il tuo collegamento è stato incorporato automaticamente.   Mostra come un collegamento

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Pulisci editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

×
×
  • Crea Nuovo...