Vai al contenuto

Messaggi raccomandati

  • 1 mese dopo...
  • Risposte 69
  • Creato
  • Ultima Risposta

Miglior contributo in questa discussione

Miglior contributo in questa discussione

Messaggi Popolari

Data rilascio 25 maggio 2021  

Nel corso di un'intervista concessa alla redazione di GamesIndustry.biz, i vertici di Techland potrebbero aver svelato la finestra di lancio definitiva di Dying Light 2.

 

Partendo dalle dichiarazioni offerte dagli sviluppatori polacchi, infatti, i giornalisti della famosa testata videoludica specializzata nelle notizie e negli articoli di approfondimento di carattere finanziario e commerciale hanno riferito come il publisher Koch Media e gli autori di Techland abbiano intenzione di lanciare Dying Light 2 nel corso del mese di giugno del 2020.

Lone+Wolf+X0.png

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • 2 mesi dopo...

Dying Light 2 è stato rinviato a data da destinarsi.

 

Techland ha comunicato la notizia quest’oggi con un “development update”, una lettera aperta, destinato alla sostanziosa community della serie.

 

Come svelato dal CEO Pawel Marchewka, lo studio polacco ha bisogno di “più tempo di sviluppo per realizzare la sua visione”.

 

Il gioco non aveva una data precisa ma la finestra originale era stata inquadrata nella primavera 2020.

 

image.jpg

Modificato da AngelDevil

Lone+Wolf+X0.png

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Next generation!

Scontato.

 

Mi sa che questa fase finale di vita delle attuali console verrà ricordata come quella dei giochi rinviati.

 

Comunque a sto punto, come per Cyberpunk 2077, forse ha più senso puntare per la versione Next gen.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • 4 settimane dopo...

Dal momento che Dying Light 2 non arriverà in primavera come inizialmente preventivato, i ragazzi di Techland stanno impiegando il tempo aggiuntivo per rifinire ulteriormente il loro prodotto. Come affermato, l'intenzione è quello di realizzare un'esperienza all'altezza degli standard dello studio e delle aspettative dei videogiocatori.

 

Tra le meccaniche ereditate dal primo, immortale Dying Light, figura quella legata al rampino. Pur essendo uno strumento molto utile, nel capostipite della serie sembrava mal integrato nel parkour, e il suo impiego poteva risultare poco fluido. Per questo motivo, il responsabile di tale meccanica - Bartosz ‘Glova’ Kulon - sta lavorando sodo al suo miglioramento. In un'intervista concessa a VG247, ha affermato: "Sarà maggiormente basato sulla fisica, qualcosa di simile a Spider-Man o Tarzan: non potrete abusarne poiché dovrete avere qualcosa sulle vostre teste dalla quale oscillare". Il nuovo rampino avrà anche una portata ridotta: in sostanza, per spostarvi nel mondo dovrete alternarlo in maniera armoniosa con il parkour, senza esagerare con il suo impiego.

Lone+Wolf+X0.png

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • 2 mesi dopo...
Inviato (modificato)

Il giornalista Mateusz Witczak di PolskiGameDev ha pubblicato un articolo di approfondimento su Dying Light 2 in cui afferma che, stando alle fonti anonime raccolte, Techland starebbe riscontrando dei grossi problemi nel dare forma al progetto crossgen di Dying Light 2.

 

L'articolo di Witczak trae spunto dalle dichiarazioni condivise da una sedicente fonte interna a Techland che spiega come "a causa dei conflitti con il leader creativo 'Pyza', le persone vengono licenziate o decidono di lasciare la compagnia. I nostri dirigenti vogliono seguire la filosofia del 'design attraverso l'iterazione', e così ogni volta che si prende una decisione che può sembrare 'finale', questa viene annullata dalle decisioni successive. In questo modo, le persone lavorano con passione per concludere i propri progetti nella speranza di aver raggiunto un obiettivo ma si vedono costretti ogni volta a tornare al punto di partenza, non vedono mai il traguardo e questo gli pesa davvero molto".

 

L'anonimo informatore del giornalista di PolskiGameDev tira anche in causa Chris Avellone definendolo "una persona che ha fatto del bene a Techland, i dirigenti si fidano di lui ma gli hanno affidato un ruolo di responsabilità in cui non molto bravo. Ha bisogno di entrare in una mentalità specifica con abilità che non possiede. Non è uno sciocco, ma porta un peso troppo grande sulle sue spalle".

 

La fonte anonima aggiunge inoltre che "tutti si stanno dando da fare con lo sviluppo della storia, specie la nostra guida creativa 'Pyza'. C'è una grande guerra su come sviluppare la questione delle fazioni, la progressione del personaggio, l'importanza delle fazioni e persino come debba apparire il personaggio nelle missioni. Avellone aveva dato delle linee guida per realizzare le missioni in una determinata regione del mondo di gioco... ma nessuna di queste era appropriata per il nostro gioco. Chris le ha scritte come se stesse progettando ancora delle attività per Fallout New Vegas".

 

 

Un rumor proveniente dalla pubblicazione polacca Polskigamedev.pl ha rilanciato la possibilità che Microsoft stia acquisendo Techland, lo studio di Dying Light.

 

Non si tratta della prima indiscrezione secondo cui Xbox Game Studios si starebbe espandendo in Polonia, ma finora tali voci non hanno trovato conferma.

 

A detta della fonte, Techland sarebbe stata acquisita da Microsoft e la casa di Redmond sarebbe già pronta ad annunciare l'accordo nell'Inside Xbox di domani 7 maggio.

 

La stessa Techland, informata del rumor, ha prontamente smentito l'ipotesi di una cessione presso un altro publisher per bocca della sua senior PR tramite Twitter.

 

«Nel caso in cui ve lo steste chiedendo», ha spiegato Ola Sondej, «Techland non è stata acquisita da un altro publisher. Siamo ancora uno studio indipendente».

Modificato da AngelDevil

Lone+Wolf+X0.png

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • 4 settimane dopo...

In una recente intervista Techland è tornata, ovviamente, a parlare delle polemiche che hanno circondato Dying Light 2. Secondo il Lead Game Designer dello studio, Tymon Smektala, questo voci non hanno compromesso lo sviluppo del gioco, anzi: Dying Light 2 è quasi finito. Techland starebbe programmando gli ultimi dettagli per un grande annuncio che comprenderà la data d'uscita e tutte le informazioni che rimangono. Lo studio polacco vuole stupire tutti i giocatori.

 

Per fermare le polemiche che hanno circondato il gioco, il Lead Game Designer di Techland Tymon Smektalaha detto che lo studio ha offerto tutto il supporto possibile al sito PolskiGamedev.pl, ma il materiale fornito non è stato utilizzato, preferendo sfruttare le "fonti anonime" che hanno generato il caso. Fonti che avrebbero parlato di lotte interne, sfruttamento della forza lavoro e altri fattori che avrebbero portato al deragliamento del progetto. Tutto falso, invece, per lo studio, che anzi è pronto ad annunciare tutti i dettagli delle fasi finali dello sviluppo.

 

"Lo sviluppo di Dying Light 2," secondo Smektala, in realtà "sta procedendo secondo il nostro programma interno che abbiamo dovuto modificare all'inizio di quest'anno. Abbiamo lavorato duramente sul gioco, tanto che potreste trovarlo cambiato. Le fondamenta sono le medesime, ma durante lo sviluppo, l'ottimizzazione, i miglioramenti e l'estensione di alcuni aspetti promettenti del gioco potrebbero aver modificato alcuni elementi singoli."

 

Il lavoro è però quasi completato, manca solo "l'ultimo pezzo" dello sviluppo. "Vogliamo sorprendere i giocatori, ma non voglio rivelare altro per non rovinare la sorpresa. L'unica cosa che posso dire è: per favore fidatevi di noi, è l'ultima fase del progetto e abbiamo bisogno del vostro supporto," ha concluso il Lead Game Designer.

Lone+Wolf+X0.png

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • 4 settimane dopo...

Nel corso del fine settimana sono arrivate diverse accuse di molestie sessuali a Chris Avellone, figura celebre nel mondo dei videogiochi per aver contribuito allo sviluppo di numerosi giochi di ruolo come Fallout New Vegas, Star Wars KOTOR, Planescape Torment e tanti altri.

 

Tutto è partito da una donna su Twitter, la quale dopo aver denunciato alcuni presunti comportamenti di Avellone è stata seguita dall'attuale PR di Riot Games, Jacqui Collins, che ha pubblicato un cinguettio contenenti gli screenshot di una conversazione privata tra lei ed Avellone risalente al 2014.

 

Techland, azienda per la quale Avellone stava collaborando per dare supporto alla scrittura della storia di Dying Light 2, ha deciso di tagliare i ponti con lo sviluppatore, pubblicando un lungo messaggio sui canali social ufficiali:

 

"Trattiamo i casi di molestie sessuali e mancanza di rispetto alla stessa maniera e abbiamo tolleranza zero per comportamenti di questo genere. Tale filosofia la applichiamo sia che si tratti di nostri impiegati che di consulenti esterni, come Chris Avellone. Ecco perché, insieme a Chris, abbiamo deciso di porre fine alla nostra collaborazione. Stiamo ancora lavorando a Dying Light 2 per consegnarvi l'esperienza che vi abbiamo promesso. Sia il nostro team dedicato al comparto narrativo, fino ad ora supportato da Chris Avellone, e l'intero team di sviluppo di Dying Light 2 continua ad avanzare spedito e secondo i piani annunciati all'inizio dell'anno corrente."

 

Karissa, la donna che ha per prima denunciato questi atteggiamenti, ha immediatamente ricondiviso questo messaggio e pubblicato un tweet di ringraziamenti nei confronti della software house polacca, che ha deciso di non attendere che la legge faccia il suo corso. Va ricordato che attualmente ci sono anche altre collaborazioni attive tra Chris Avellone e software house come Gamera Interactive (Alaloth) e Night Dive Studio (System Shock) e, al momento, non è chiaro se anche in questi casi si troncheranno i rapporti.

Lone+Wolf+X0.png

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • 6 mesi dopo...

Abbiamo riportato ieri l'uscita di scena di Paweł Selinger, writer, designer e artist presso Techland al lavoro su Dying Light 2, cosa che ha suscitato un certo clamore vista l'evidente importanza del personaggio in questione all'interno di un progetto tanto atteso, ma oggi il team ha voluto chiarire qualcosa al riguardo, rassicurando sullo stato di salute del gioco.

 

"Collegato all'informazione sull'abbandono dell'Art Director di Techland, vorremmo rassicurare tutti i fan di Dying Light 2 che la posizione di Art Director non è minacciata per quanto riguarda il gioco nello specifico, perché è coperta da Eric Cochonneau dal novembre del 2019. Eric si è preso cura di tutti gli aspetti della nuova produzione da allora e il team sotto la sua guida sta facendo del suo meglio per offrire ai giocatori il miglior gioco possibile", si legge in un comunicato diffuso oggi da Techland.

 

"Paweł Selinger, che è stato il Narration Designer per gli ultimi due anni, ha deciso alla fine del 2020 di terminare la sua collaborazione con Techland e seguire nuove carriere altrove. Paweł ha passato la maggior parte della sua vita lavorativa finora in Techland e lui, insieme ad altri, è responsabile del successo di serie come Call of Juarez. Ha lasciato un grosso pezzo di sé in Dying Light 2, avendoci lavorato fin dall'inizio. I suoi ruoli, ovvero quelli relativi alla parte narrativa, sono stati presi in carico da Piotr Szymanek ad ottobre 2020. Riferiremo notizie emozionanti su Dying Light 2 presto!"

Lone+Wolf+X0.png

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • 3 settimane dopo...
  • 1 mese dopo...
Inviato (modificato)

Con un breve messaggio condiviso sui social, i ragazzi di Techland pongono fine al lungo silenzio mediatico su Dying Light 2 e annunciano un Dev Update, un evento (non sappiamo se in streaming o pre-registrato) che fornirà finalmente tutte le informazioni sull'attuale stadio di sviluppo del titolo.

È infatti trascorso più di un anno dalla pubblicazione dell'ultimo video gameplay di Dying Light 2 e da allora, il survival horror a mondo aperto della software house polacca è letteralmente piombato in un girone dantesco fatto di rinvii, rumor sulla cancellazione e collaborazioni interrotte con i membri chiave dello sviluppo.

La nuova finestra comunicativa che Techland si accinge ad aprire, quindi, dovrebbe contribuire a riportare al centro dell'attenzione del pubblico ciò che più conta del progetto di Dying Light 2, ossia il gameplay, i contenuti e, si spera, un'indicazione sulle tempistiche di commercializzazione.

Il Dev Update di Dying Light 2 si terrà mercoledì 17 marzo (l'ora non è stata ancora comunicata). Non è chiaro se l'evento in questione si focalizzerà esclusivamente sul processo di sviluppo o se ci sarà spazio anche per delle scene di gioco completamente inedite.

 

Modificato da AngelDevil

Lone+Wolf+X0.png

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Nel frattempo, i responsabili social della compagnia polacca hanno anche cercato di spegnere definitivamente le voci che parlavano di una lavorazione problematica. Rispondendo ad un messaggio preoccupato di un fan, hanno affermato: "La definizione di sviluppo infernale implica che la lavorazione si sia fermata, invece Dying Light 2 continua a fare progressi. Lo abbiamo annunciato troppo presto, ma lo sviluppo è ben lungi dal potersi definire problematico".

Insomma, secondo Techland sta procedendo tutto secondo i piani, e che l'unico errore è stato quello di aver annunciato il gioco troppo presto, allungando eccessivamente i tempi di attesa da parte dei videogiocatori. Lo studio di sviluppo ha anche messo a tacere le voci sulla cancellazione e ha chiarito che Dying Light 2 non verrà mai lanciato in Accesso Anticipato, e che arriverà sugli scaffali solo una volta che sarà completo e rispettoso degli standard di qualità di Techland.

Lone+Wolf+X0.png

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Proprio come promesso, Techland è tornata a fornirci un nuovo aggiornamento riguardo allo sviluppo di Dying Light 2, titolo attesissimo dai giocatori ma che è sparito dai radar per diverso tempo suscitando la preoccupazione di molti.

La casa di sviluppo polacca ha diffuso un nuovo filmato in cui risponde ironicamente a tutte le persone che nel corso degli ultimi mesi hanno manifestato tutta la propria preoccupazione ed ansia nei confronti dello stato di salute di Dying Light 2, specialmente dopo il caso che ha riguardato Chris Avellone. Replicando ai messaggi piuttosto vivaci ed accorti giunti da parte della community, Techland ha finalmente confermato che "a brevissimo" arriveranno ulteriori novità riguardo al gioco. Gli sviluppatori hanno ribadito di essere al lavoro su un progetto "enorme e complesso" e di aver avuto bisogno di molto tempo per riuscire a dare forma e concretezza ad una visione creativa in grado di soddisfare appieno le esigenze dei giocatori.

Techland vuole costruire un titolo che sia in grado di "coinvolgere i giocatori per mesi" ed ha chiesto il supporto della community nel mentre si accinge a parlare più apertamente di Dying Light 2 durante le prossime settimane. Intanto, come ringraziamento per la lunga attesa, è stato finalmente mostrato un nuovo assaggio di gameplay. Al termine del filmato viene inoltre svelata la finestra di lancio: Dying Light 2 uscirà nel corso del 2021.

 

Lone+Wolf+X0.png

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • 2 settimane dopo...
Inviato (modificato)

Dying Light 2 continua il suo sviluppo che a quanto pare sembra essere alquanto travagliato, ma da una recente intervista di WCCFtech a Techland sono emersi vari dettagli tecnici che fanno davvero ben sperare per il nuovo gioco horror su PS5 e Xbox Series X, che dovrebbero presentare ray tracing, 4K e 60 fps in varie modalità grafiche.

Il rendering director Tomasz Szałkowski, nel corso dell'intervista, ha riferito che il team ha tutta la volontà di sfruttare al massimo gli hardware di PS5 e Xbox Series X, cercando di inserire il massimo di caratteristiche grafiche possibili con l'evoluzione dell'engine utilizzato dal gioco.

Probabilmente, queste feature non potranno presentarsi al massimo delle possibilità tutte insieme, ma verranno probabilmente inserite in diverse modalità grafiche, volte a dare la priorità a una o l'altra. Come è ormai lo standard, troveremo dunque modalità incentrate sul 4K, sul ray tracing o sui 60 frame al secondo, attraverso la classica suddivisione in "risoluzione", "qualità grafica" e "performance".

"Abbiamo in programma di consentirvi di scegliere tra Quality (incluso il ray tracing), Performance (60+ fps) e 4K", ha affermato chiaramente Szałkowski al riguardo. "Stiamo ancora lavorando duramente sulle performance e non posso fornire ulteriori dettagli al momento. Stiamo cercando di infilare tutto il possibile all'interno delle console next gen".

Nonostante gli accorgimenti adottati per i nuovi hardware Sony e Microsoft, la priorità di Techland restano PlayStation 4 e Xbox One. Sull'argomento, Tomasz Szalkowski, Renderin Director di Techland, è stato molto chiaro: "Le console 'principali' sono state a lungo la nostra priorità. Stiamo facendo ogni sforzo per garantire che la qualità del gioco su PS4 e Xbox One sia al più alto livello. Abbia iniziato a effettuare test sulla vecchia generazione di console molto prima di quanto fatto con altri progetti. Una scelta dovuta all'estensione dei cambiamenti che hanno interessato l'engine e all'ambizione di creare un gioco ancora più ampio e complesso di quanto fatto con il primo Dying Light".

Modificato da AngelDevil

Lone+Wolf+X0.png

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Techland è al lavoro su Dying Light 2 da tempo e i giocatori non vedono l'ora di poter provare il gioco horror, in arrivo su PC, PS4, PS5, Xbox One, Xbox Series X|S. Ora, il lead game designer Tymon Smektala ha deciso di rivelare la lunghezza del gioco, che ovviamente dipenderà dallo stile di gioco scelto da ogni giocatore.

Il lead game designer ha affermato che per finire la storia, ignorando la maggior parte degli elementi secondari, saranno necessarie circa una 20ina di ore. Ovviamente Dying Light 2 offrirà molteplici attività non obbligatorie che porteranno il conteggio finale tra le 40 e le 60 ore. Viene spiegato che vi sono molti contenuti, anche nella prima area di gioco, che da sola potrebbe portare via fino a 7-8 ore se il giocatore sceglie di esplorarne ogni parte.

Per darvi un punto di riferimento, il primo gioco richiedeva circa 17 ore per il completamente della trama principale, cifra che saliva fino a 35 ore per il completamente di molte delle attività secondarie. Volendo fare tutto, non era impossibile arrivare fino a 50 ore. In sostanza, Dying Light 2 avrà una lunghezza simile.

Sappiamo però che Dying Light 2 darà molto più peso alle scelte del giocatore e all'impatto sull'interna mappa, quindi è possibile che questo secondo capitolo sia più rigiocabile. Speriamo di scoprirlo presto.

Lone+Wolf+X0.png

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Partecipa alla conversazione

Puoi pubblicare ora e registrarti più tardi. Se hai un account, accedi ora per pubblicarlo con il tuo account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Hai incollato il contenuto con la formattazione.   Rimuovere la formattazione

  Sono consentiti solo 75 emoticon max.

×   Il tuo collegamento è stato incorporato automaticamente.   Mostra come un collegamento

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Pulisci editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

  • Chi è Online   0 Utenti, 0 Anonimo, 27 Ospiti (Visualizza tutti)

    Non ci sono utenti registrati online


×
×
  • Crea Nuovo...