Vai al contenuto

E3


AngelDevil

Messaggi raccomandati

Cioè ora mi devono spiegare perché Splinter Cell non c'è stato, quando persino il CEO Ubisoft Ives Guillemot aveva annunciato che qualcuno se ne stava prendendo cura. Forse non volevano metterlo in competizione con l'altro titolo Tom Clancy's Ghost Recon? Di esistere, esiste...

http://gamercard.mondoxbox.com/mondo/gianfry+boss+90.png

Link al commento
Condividi su altri siti

Sui social sta montando una polemica particolare riguardo all'E3 2019 e alle conferenze: la mancanza quasi completa di gameplay dei giochi. Come avrete notato seguendo le conferenze, la maggior parte dei titoli è stata presentata con filmati in computer grafica e, quando c'era del gameplay, era davvero breve e poco indicativo.

 

Gli unici tre giochi a essere stati mostrati con delle demo estese sono Star Wars Jedi: Fallen Order, Watch Dogs: Legion e Final Fantasy 7 Remake. In realtà di gameplay ce n'è stato anche altro (ad esempio quello di DOOM Eternal), ma nella maggior parte dei casi si è trattato di normali trailer con sequenze di pochi secondi.

 

In particolare delle nuove proprietà intellettuali non è stato mostrato nulla, a parte dei filmati in computer grafica: Elden Ring, Deathloop, Ghost Wire, Gods and Monsters e Outriders. Anche titoli di cui molti si aspettavano di vedere qualcosa di concreto, come Halo Infinite, Cyberpunk 2077 e Gears 5 hanno subito soltanto il trattamento computer grafica.

 

In effetti la situazione è paradossale, se ci pensate bene, visto che una fiera dovrebbe essere il luogo dove si vedono i giochi, non i filmati in CGI. Speriamo che Nintendo faccia di meglio con il suo Direct.

1634485.png

Link al commento
Condividi su altri siti

Sui social sta montando una polemica particolare riguardo all'E3 2019 e alle conferenze: la mancanza quasi completa di gameplay dei giochi. Come avrete notato seguendo le conferenze, la maggior parte dei titoli è stata presentata con filmati in computer grafica e, quando c'era del gameplay, era davvero breve e poco indicativo.

 

Gli unici tre giochi a essere stati mostrati con delle demo estese sono Star Wars Jedi: Fallen Order, Watch Dogs: Legion e Final Fantasy 7 Remake. In realtà di gameplay ce n'è stato anche altro (ad esempio quello di DOOM Eternal), ma nella maggior parte dei casi si è trattato di normali trailer con sequenze di pochi secondi.

 

In particolare delle nuove proprietà intellettuali non è stato mostrato nulla, a parte dei filmati in computer grafica: Elden Ring, Deathloop, Ghost Wire, Gods and Monsters e Outriders. Anche titoli di cui molti si aspettavano di vedere qualcosa di concreto, come Halo Infinite, Cyberpunk 2077 e Gears 5 hanno subito soltanto il trattamento computer grafica.

 

In effetti la situazione è paradossale, se ci pensate bene, visto che una fiera dovrebbe essere il luogo dove si vedono i giochi, non i filmati in CGI. Speriamo che Nintendo faccia di meglio con il suo Direct.

 

non capisco la polemica.

1) ci sono i giornalisti che provano comunque i giochi e riportano eventualmente video del loro giocato

2) quando 1) non succede i gameplay vengono comunque rilasciati successivamente

3) quando 1) e 2) non si verificano essendo una fiera aperta al pubblico (mi pare sia così, correggetemi i caso...) basta vedersi i video degli youtuber che vanno all'E3 ammesso che possano registrare video...

 

il timing della conferenza MS a me è piaciuto tantissimo ad esempio.

le novità importanti (cioè quelle che hanno sganciato i big money: EA per SW, Lego per FH4 e CDR per Keanu Reeves su tutte) sono state approfondite il giusto...

Modificato da R3DMIDNIGHT
Link al commento
Condividi su altri siti

Anche io non capisco queste polemiche 60 giochi presentati non sono pochi, ci si può lamentare della mancanza di un fable o un altro titolo "bomba" ma dopo così tanti titoli... Ci sono alcuni che presentano cgi di giochi che non usciranno se non dopo anni e si fa polemica qui. Si poteva fare di più? Sicuramente si può sempre migliorare. E' stato un E3 brutto? No secondo me no

  • Upvote 1

Se un uomo non è disposto a lottare per le sue idee o le sue idee non valgono nulla o non vale nulla lui

Articolo 1 codice di Norimberga

Link al commento
Condividi su altri siti

Tra folle incitanti per Keanu Reeves e finestre aperte sulla next-gen con Xbox Scarlett, la conferenza E3 2019 di Microsoft ha regalato grandi soddisfazioni ai fan della casa di Redmond ma ha lasciato con l'amaro in bocca tutti coloro che attendevano con impazienza l'annuncio di Fable 4.

 

Dalle pagine di Eurogamer.net, il boss dei Microsoft Game Studios Matt Booty non ha voluto chiarire se il colosso di Redmond sia o meno impegnato nello sviluppo di un nuovo capitolo di Fable ma ha precisato che "ci siamo presentati all'E3 con 60 giochi sul palco, 14 dei quali provenivano dagli Xbox Game Studios. Abbiamo bisogno di fermarci e dare qualche riconoscimento agli studi che, a meno di un anno dall'acquisizione, stanno già facendo vedere cose magnifiche. Allo stesso modo, sono eccitato per le cose che ci aspettano dietro le quinte, c'è davvero tanto che non abbiamo mostrato sul palco".

 

Interpellato sul nuovo progetto di Fable, Booty non ha voluto entrare nello specifico ma si è limitato ad aggiungere che con lo show dell'E3, i vertici di Microsoft hanno cercato di "svuotare il serbatoio" per preparare gli utenti Xbox One (e Xbox Scarlett) a ciò che li attende in futuro: "Come ho detto... ci sono un sacco di cose meravigliose che aspettano dietro le quinte e che aspettano di essere annunciate. Spero di riaverti qui tra un anno".

1634485.png

Link al commento
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

L'E3 2019, probabilmente, non verrà ricordata come l'edizione più sensazionale di sempre, ma ci ha comunque riservato un bel po' di sorprese. Gli annunci e i grandi ritorni non sono affatto mancati, e la partecipazione del pubblico è stata impressionante come sempre.

 

Mike Armbrust, fondatore di VizionEck, ha provato a quantificare il successo riscontrato dai titoli presentati alla fiera losangelina conteggiando il numero di visualizzazione ottenute su YouTube dai rispettivi trailer. Dalla classifica, condivisa dall'analista di Niko Partners Daniel Ahmad, emerge che il più visto in assoluto è stato il filmato di Cyberpunk 2077 - introdotto durante la conferenza Microsoft da Keanu Reeves in persona - che ha totalizzato oltre 17 milioni di visualizzazioni. Il trailer è anche servito a svelare la data d'uscita e la partecipazione dello stesso attore hollywodiano nei panni di un importante personaggio non giocante. Segue, con 16,5 milioni di visualizzazioni, il trailer di Marvel's The Avengers, che ha mostrato per la prima volta i Vendicatori videoludici di Eidos Montreal battagliare in quel di San Francisco. Chiude il podio l'esponente di un altro grande franchise, Star Wars Jedi: Fallen Order, con 11,6 milioni.

 

Molto distanziati tutti gli altri: Halo Infinite ne ha totalizzate 6,7 milioni, FIFA 20 6,6 milioni e Final Fantasy VII Remake 5,5 milioni. Potete consultare la classifica sotto. Ci teniamo a specificare che i dati sono cumulativi - tengono conto di tutte le versioni di un medesimo trailer apparse su YouTube - e sono aggiornati al pomeriggio di ieri 12 giugno. Tenete inoltre presente che alcuni filmati sono usciti primi di altri, quindi godono di un inevitabile vantaggio temporale.

 

Molto interessante anche la classifica basata sull'indice di gradimento dei trailer. Qui dominano Planet Zoo con 166 mila like per ogni dislike, Ori and the Will of the Wisps con 161 mila like/dislike e The Legend of Zelda: Breath of the Wild 2 con 145 mila like/dislike. Cyberpunk 2077, vincitore per quanto riguarda il numero di visualizzazioni, in questo caso deve accontentarsi dell'undicesima posizione. Anche questa classifica, come l'altra, potete consultarla sotto.

 

D84DJenX4AI4xPk.jpg

 

D84GNdeX4AEE9DE.jpg

Modificato da AngelDevil

1634485.png

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 2 settimane dopo...
Inviato (modificato)

Anche questa volta, all'E3 2019 una serie di critici videoludici ha assegnato una serie di premi intitolati Game Critics Awards, attraverso i quali sono stati eletti i migliori titoli di ogni genere tra quelli mostrati in occasione della fiera.

 

Questa volta ad aver portato a casa il maggior numero di premi è stato Final Fantasy 7 Remake, il quale non solo è stato eletto miglior gioco della fiera, ma anche miglior titolo console e miglior gioco di ruolo.

 

Come potete vedere, nella lista c'è anche un premio speciale dedicato a Cyberpunk 2077 per il suo incredibile comparto tecnico.

 

Ecco di seguito i premi assegnati:

 

Miglior titolo della fiera: Final Fantasy VII Remake
Miglior gioco originale: The Outer Worlds
Miglior titolo console: Final Fantasy VII Remake
Miglior titolo VR/AR: Phantom: Covert Ops
Miglior gioco PC: DOOM Eternal
Miglior periferica: Xbox Elite Wireless Controller Series 2
Miglior gioco d'azione: DOOM Eternal
Miglior gioco action adventure: Watch Dogs Legion
Miglior gioco di ruolo: Final Fantasy VII Remake
Miglior titolo di corse: Crash Team Racing
Miglior titolo sportivo: EFootball Pro Evolution Soccer 2020
Miglior strategico: John Wick Hex
Miglior gioco per le famiglie: Luigi’s Mansion 3
Miglior titolo multiplayer online: Call of Duty Modern Warfare
Miglior gioco indie: 12 Minutes
Miglior titolo a supporto continuo: Destiny 2
Premio speciale per la grafica: Cyberpunk 2077

Modificato da AngelDevil

1634485.png

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 2 mesi dopo...

La Entertainment Software Association sta prendendo in considerazione un nuovo approccio in vista dell'E3 2020, con un maggiore focus su influencer, celebrità e consumatori. Come riportato da GameDaily, sembra che la prossima edizione della fiera californiana si posizionerà come un "festival per fan, media e influencer".

 

Inoltre, l'ESA ha approvato altri 10.000 badge per il pubblico nell'edizione del prossimo anno, arrivando dunque quasi a raddoppiare le presenze dell'edizione 2019. La maggiore affluenza dovrebbe essere bilanciata da un nuovo sistema che permette ai partecipanti di prenotare fasce orarie per specifici titoli attraverso l'utilizzo di un'app.

 

Criterio che potrebbe ridurre i tempi di attesa, sebbene tra i piani ci siano anche nuove opportunità di marketing rivolte ai partecipanti all'evento mentre sono in coda per provare un determinato gioco.

 

Con questo nuovo assetto, l'E3 potrebbe quindi essere riorganizzato per offrire solo una giornata dedicata all'industria il martedì, per poi aprire le porte al pubblico già a partire dalla giornata di mercoledì.

 

L'E3 2020 si svolgerà dal 9 all'11 giugno 2020 presso il Convention Center di Los Angeles.

1634485.png

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 3 mesi dopo...

I rumor diffusisi nel corso degli ultimi giorni si sono infine rivelati corretti: Sony Interactive Entertainment ha confermato che l'azienda non prenderà parte all'E3 2020, esattamente come accaduto lo scorso anno.

 

L'ufficialità è giunta da un portavoce del colosso videoludico, che ha rilasciato alcune dichiarazioni alla redazione di GamesIndustry: "Dopo un'accurata valutazione, SIE ha deciso di non partecipare all'E3 2020. Abbiamo grande rispetto per l'ESA in quanto organizzazione, ma non pensiamo che la visione dell'E3 2020 sia la giusta sede per per ciò su cui siamo concentrati quest'anno". La strategia comunicativa di Sony per l'anno appena iniziato, prosegue il portavoce, sarà invece focalizzata su di una partecipazione a centinaia di eventi in tutto il mondo, per entrare in contatto con il pubblico. "Abbiamo una fantastica line-up di titoli in arrivo su PlayStation 4, e con l'imminente lancio di PlayStation 5 non vediamo davvero l'ora per un anno di celebrazioni con i nostri fan", ha infine concluso il portavoce Sony.

 

Nessuna informazione è stata invece condivisa in merito a quelle che saranno le modalità di presentazione di PS5, che restano dunque ancora avvolte nel mistero.

Modificato da AngelDevil

1634485.png

Link al commento
Condividi su altri siti

Bah capisco il voler fare un evento dedicato per presentare al meglio la propria console e line-up (verosimilmente anche Microsoft farà un evento pre-E3), ma onestamente non capisco perchè non presenziare ad E3... l'intera fiera perde interesse, andando oltre al "tifo" è un pò come se alla fiera delle moto non si presenta un colosso come Honda (sebbene io tifi per le italiane), è comunque un brutto colpo per la fiera e soprattutto per i visitatori

Potevo capire lo scorso anno visto che avrebbero dovuto far vedere ancora i trailer dei "soliti noti" senza novità significative, ma quest'anno dovrebbero avere tanta carne al fuoco, forse troppa per un solo evento stand alone

Modificato da Panno92

Panno92.png

Link al commento
Condividi su altri siti

Hanno fatto milioni di visualizzazioni con un logo, figuriamoci quanto ne fanno mostrando direttamente Ps5, è un po' un modo di mostrare la loro potenza: "non abbiamo bisogno di mostrarci l'e3", ed hanno indubbiamente ragione, tanto faranno scalpore ovunque... Come fa rockstar che non presenzia quasi mai alla fiera Los Angeliana e ciò nonostante quando annunciano il gioco di turno cade il mondo.

 

Gli unici punti negativi sono 2:

 

1- peccato perché parliamo comunque dell'e3, il periodo più bello per i videogiocatori e vedere la next gen di microsoft e Sony a poche ore di distanza sarebbe stato epico.

 

2- mi preoccupa la frase "centinaia di eventi", se hanno un mente di mostrare le cose col contagocce in una marea di state of play dove fanno un trailer figo ed il resto noia, ma anche no, non ne seguirò nemmeno uno.... Facessero una grande mega conferenza e via.

Hulong+zhan+shi.pnghttp://card.exophase.com/1/764871.png
Link al commento
Condividi su altri siti

Hanno fatto milioni di visualizzazioni con un logo, figuriamoci quanto ne fanno mostrando direttamente Ps5, è un po' un modo di mostrare la loro potenza: "non abbiamo bisogno di mostrarci l'e3", ed hanno indubbiamente ragione, tanto faranno scalpore ovunque... Come fa rockstar che non presenzia quasi mai alla fiera Los Angeliana e ciò nonostante quando annunciano il gioco di turno cade il mondo.

 

Gli unici punti negativi sono 2:

 

1- peccato perché parliamo comunque dell'e3, il periodo più bello per i videogiocatori e vedere la next gen di microsoft e Sony a poche ore di distanza sarebbe stato epico.

 

2- mi preoccupa la frase "centinaia di eventi", se hanno un mente di mostrare le cose col contagocce in una marea di state of play dove fanno un trailer figo ed il resto noia, ma anche no, non ne seguirò nemmeno uno.... Facessero una grande mega conferenza e via.

Ma infatti Sony e PS5 non sentiranno per nulla il colpo del saltare la fiera, anzi venderà sicuramente tanto e più di MS secondo me

 

Il colpo lo sente la fiera ed il settore, ora si stacca sony, magari tra un anno qualche altra software house decide di seguire l'esempio di sony e nel giro di 4-5 anni da E3 diventa fiera di paese :crazy:

Il motorshow di bologna era uno degli eventi più rinomati al mondo nel settore automotive, pian piano alcuni marchi han cominciato a saltare e ora non esiste più...

 

Molti sviluppatori venendo a mancare il colosso sony (che attualmente possiede oltre la metà del mercato console) si chiederanno se val la pena presenziare un evento dove magari manca l'unica console su cui publlicheranno il gioco...

Modificato da Panno92

Panno92.png

Link al commento
Condividi su altri siti

Sony salterà l'E3 2020 ma questo non vuol dire che la fiera non riserverà comunque interessanti sorprese, come confermato dagli organizzatori. ESA (Entertainment Software Association) ha infatti diffuso un comunicato stampa dopo la comunicazione del colosso giapponese, che nella notte ha annunciato la decisione di non partecipare all'evento.

 

"E3 è uno show celebrativo e iconico per l'industria dei videogiochi, amato e seguito da milioni di persone in tutto il mondo. L'edizione 2020 sarà eccitante, uno show ad alto concentrato di energia con nuove esperienze, partner, spazi espositivi, attività, eventi ed un programma capace di soddisfare le esigenze di un pubblico sempre più vasto, che include sia neofiti che veterani del settore. L'E3 resta una opportunità chiave per mettere in mostra i propri brand e connettersi con i fan di tutto il mondo."

 

 

Con un messaggio su Twitter, Phil Spencer ha confermato che Microsoft sarà presente all'E3 2020, sebbene ancora non siano state diffuse informazioni precise riguardo gli eventi in programma per la fiera di Los Angeles.

 

"Il team Xbox sta lavorando duramente per l'E3 e non vediamo l'ora di condividere con voi tutto quello che ci aspetta nel prossimo futuro", questo il messaggio di Phil Spencer, con chiaro riferimento dunque alla presenza di Xbox Series X, che a riguardo aggiunge: "il 2020 è un anno particolarmente significativo per noi e vogliamo condividere con voi quello che abbiamo preparato".

1634485.png

Link al commento
Condividi su altri siti

Mai avuto dubbi sulla presenza di Xbox al prossimo E3. Mi auguro che piano piano tutta la fiera, nonostante la pesante mancanza di Sony, torni a emozionarmi come non fa da tempo immemore. Negli ultimi tempi è diventata la fiera in cui viene portato sul palco tutto quello che è stato annunciato prima. E soprattutto l'ultimo anno, gli annunci ufficiali su giochi e altro sono avvenuti giorni prima dell'evento, togliendo alla fiera l'effetto sorpresa. E addirittura tutti i rumor pre fiera si sono rivelati solo fumo (il nuovo Splinter Cell o il nuovo Batman per citarne due a caso). O ancora peggio non vengono mostrati progetti presentati addirittura anni prima (vedi Bethesda). Detto ciò, concludo dicendo che l'ultima emozione E3 la provai con l'annuncio bomba a sorpresa da parte di Ubisoft con il suo Watch Dogs. E ho detto tutto (soprattutto per come poi si rivelò il gioco finale).

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 2 settimane dopo...

Un nuovo Killer Instinct e un gioco di Superman potrebbero essere in sviluppo in esclusiva per Xbox Series X e PC, stando ad un rumor partito dal forum NeoGaf.

 

L’utente OsirisBlack, lo stesso che aveva suggerito un possibile sequel di The Order: 1886 in cantiere presso Ready at Dawn, è tornato a parlare e indicare in questi alcuni dei progetti che potrebbero venire svelati all’E3 2020.

 

La presenza di Microsoft all’E3 sarebbe “difficile da battere”, e porterebbe in dote tra gli altri un nuovo Killer Instinct e, appunto, un gioco di Superman.

 

Nei messaggi criptici di questo presunto insider figura anche un video di 28 Settimane Dopo, per cui potrebbe fare la sua comparsa a giugno una produzione a tema zombie.

1634485.png

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 3 settimane dopo...

Geoff Keighley ha annunciato che non sarà all'E3 2020 e che, quindi, non condurrà l'E3 Coliseum, la sua trasmissione dalla fiera, realizzata in collaborazione con l'Entertainment Software Association (ESA). Si tratta della prima volta in venticinque anni che Keighley salta la manifestazione di Los Angeles, come da lui stesso dichiarato:

 

"Ho partecipato a tutte le edizioni dell'Electronic Entertainment Expo degli ultimi venticinque anni. Condividere l'evento, presentare e andare in diretta, per me sono sempre stati tra i momenti più importanti dell'anno, nonché una parte fondamentale della mia carriera. Ho pensato molto a cosa dire sull'E3 2020 e voglio essere sincero sui miei piani futuri. Nonostante voglia ancora supportare gli sviluppatori che porteranno il loro lavoro in fiera, è stata davvero dura, ma ho deciso di non condurre l'E3 Coliseum. Non parteciperò all'E3 per la prima volta in venticinque anni, ma sosterrò l'industria in altri eventi e in altre modalità."

 

Keighley non è un passante qualsiasi, ma una delle personalità di maggior spicco della stampa videoludica mondiale, nonché il patron dei The Game Awards, diventati praticamente gli Oscar dei videogiochi.

 

Non è chiaro il motivo per cui non parteciperà all'E3 2020, ma il sospetto è che sia in polemica con l'ESA per alcuni fatti accaduti lo scorso anno, come l'aver diffuso per sbaglio i dati personali di migliaia di giornalisti videoludici accreditati per l'evento.

1634485.png

Link al commento
Condividi su altri siti

L’ente che si occupa dell’organizzazione degli eventi E3, ossia l’Entertainment Software Association (ESA), ha rivelato con una nuova immagine i più grandi publisher che sono stati attualmente confermati per la fiera losangelina dell’E3 2020.

 

Tra i 10 maggiori publisher di videogiochi saranno presenti all’evento di Los Angeles compagnie come Xbox, Nintendo, Ubisoft, Bethesda Softworks, Capcom, Bandai Namco, Take-Two Interactive, Square Enix, Warner Bros. e SEGA.

 

L’ente organizzativo ha poi fatto sapere che ulteriori sviluppatori e publisher verranno confermati e rivelati al pubblico prossimamente.

1634485.png

Link al commento
Condividi su altri siti

Il capo della divisione Xbox Phil Spencer ha dato un piccolo aggiornamento su cosa aspettarci per Xbox Series X all'E3 2020. Stando a ciò che ha riportato su Twitter, il 15 febbraio Microsoft ha tenuto un incontro per pianificare le sue prossime mosse, durante il quale lui e la sua squadra hanno parlato di alcuni dei giochi che potrebbero essere mostrati o annunciati durante l'evento.

 

Stando a Spencer, ci sarà un ricchissimo portfolio di titoli di Xbox Game Studios all'E3 2020. Purtroppo non ne ha nominato nemmeno uno, quindi brancoliamo nel buio. Il buon Phil ha anche ricordato come gli anni di lancio delle nuove console siano speciali, in riferimento ovviamente a Xbox Series X, senza aggiungere altro.

 

A guidare il team che si sta occupando della pianificazione di Xbox per i prossimi mesi è il veterano del marketing Aaron Greenberg, un nome ben noto in casa Microsoft. Greenberg di suo non ha svelato nulla sull'E3 2020 di Xbox, ma in un tweet ha fatto capire che Microsoft potrebbe aver stretto un accordo con Taco Bell per un'iniziativa ancora segreta. Non si tratta in realtà di un inedito, perché già in passato Microsoft e Taco Bell avevano collaborato a una promozione comune che coinvolgeva i tacos e Xbox.

1634485.png

Link al commento
Condividi su altri siti

×
×
  • Crea Nuovo...