Vai al contenuto

Assassin's Creed: Valhalla


AngelDevil

Messaggi raccomandati

GamingTrend - 100
Gamers Heroes - 95
PC Gamer - 92
GamingBolt - 90
God is a Geek - 90
The Gamer - 90
Crital Hit - 90
Digitally Downloaded - 90
DualShockers - 90
Noisy Pixel - 90
Gamer Escape - 90
Stevivor - 90
GamesRadar+ - 90
XGN - 86
True Gaming - 85
Destructoid - 85
Comicbook - 80
Gamespot - 80
IGN - 80
Hardcore Gamer - 80
Shacknews - 80
PlayStation Universe - 80
Siliconera - 80
VGC - 80
Screen Rant - 70

 

Everyeye 8

 

Guerrieri, esploratori, conquistatori, regnanti: Assassin’s Creed Valhalla pennella un grandioso affresco dei vichinghi, all’interno di un’opera tanto vasta quanto trascinante. Lo snellimento delle meccaniche ruolistiche viste in Odyssey non snatura una progressione complessa e stratificata, che riduce l’impatto del farming ma stimola comunque a esplorare a fondo le immense mappe del gioco. Nonostante la discreta varietà di attività da compiere, è inevitabile che una simile estensione provochi qualche singhiozzo di ripetitività, che comincia a farsi più invasivo dopo le prime 25 ore, quando la fine della storia è ancora abbastanza distante. A tratti troppo prolisso, Valhalla punta di nuovo sull’accumulo, rendendo i regni inglesi un grosso parco giochi nel quale cimentarsi in razzie, gare di bevute e scorribande in puro stile vichingo. L’insieme è incorniciato da una trama ben scritta ma troppo diluita, che ci mette molto tempo prima di entrare nel vivo della lore della saga degli Assassini. A fare da supporto alle peripezie di Eivor ci pensa un’esplorazione sempre stimolante e un combat system denso di buone idee, non tutte ben implementate, eppure brutale a sufficienza da iniettarci un’appagante dose di adrenalina. L’ultimo capitolo è un’esperienza che si muove in equilibrio tra continuità e timidi tentativi di innovazione, che porta con sé alcune mancanze dal precedente episodio (su tutte una scarsa pulizia generale e un’IA poco reattiva), ma che riesce a comporre un’epopea ricchissima di eventi, di situazioni e di possibilità. Insomma, di divertimento. Chiunque sia disposto a chiudere un occhio dinanzi ad alcuni spigoli tecnici e ludici vivrà pertanto una di quelle avventure che gli scaldi non esiterebbero a cantare nelle corti norrene. Odino è con Ubisoft.

 

 

Multiplayer 8.5

 

Assassin's Creed Valhalla è un episodio sorprendente per la serie Ubisoft, caratterizzato da una visione alternativa e differente in termini di struttura e narrazione, nonché da una campagna letteralmente enorme. Sul fronte del gameplay non mancano le novità, vedi l'approccio ai combattimenti di maggior spessore, con gestione della stamina in stile soulslike, e il mantenimento di una certa varietà per le missioni, razzie a parte. Il gioco paga dazio per via di una prima fase incerta e confusionaria, che mostra ingenuamente i limiti delle battaglie su larga scala e impiega diverse ore per recuperare pienamente, senza tuttavia risparmiarci gli incredibili panorami di un'ambientazione mai così ampia e suggestiva.

 

Pro

Ambientazione spettacolare
Campagna enorme, struttura davvero ricca
Sistema di combattimento profondo...

 

Contro

...ma confusionario nelle battaglie su larga scala
Le razzie diventano ripetitive dopo un po'
Impatto iniziale viziato da qualche incertezza di troppo

 

Spaziogames 7.8

 

Assassin's Creed Valhalla ha dalla sua una storia e delle tematiche di fondo che, pur sommerse in un mare di contenuti ridondanti, hanno fascino e vi sapranno tenere a lungo nel loop, personaggi ispirati e una componente esplorativa coraggiosa, ed è un peccato vederle sporcate da alcune incoerenze ludiche con la saga e un design troppo concentrato sulla quantità. Il gioco ci è piaciuto, è bene sottolinearlo un attimo prima che guardiate il voto che abbiamo deciso di assegnargli, ma è minato da difetti ormai storici della formula open world di Ubisoft che pensiamo andrebbero risolti una volta per tutte.

 

Pro

La storia e le tematiche di fondo sono tratti di unicità...
Combattimenti viscerali
La componente esplorativa non ti porta per mano
Bene i contenuti secondari, innestati nell'ambientazione norrena a dovere...

 

Contro

… ma troppo diluiti
Stealth improponibile per larga parte del gioco
La mappa ha pochi landmark degni di nota
… ma il design delle missioni principali è abbastanza piatto

 

 

Gamesvillage 8.2

 

Assassin’s Creed Valhalla è il terzo (e forse ultimo) Assassin’s Creed della trilogia RPG: chiude dunque il percorso iniziato anni fa da Origins e proseguito con Odyssey, rimanendo sospeso (a volte in modo incerto) tra passato e futuro. Vi è la volontà di innovare, questo è innegabile: ma pare che Ubisoft non sappia bene come fare. La nuova progressione nelle regioni dell’open world è legata alla trama, mai come in passato: questo è un bene, ma non significa tornare un po’ ai primi due episodi del franchise? Gli insediamenti sono interessanti, ma solo perché erano spariti da tempo: anche loro non sono una vera novità. E l’eliminazione del sistema di livelli, sostituito dal potenziamento delle armi grazie a materiali? Non è di certo la più brillante modifica di tutti i tempi. Al di là di questo, Assassin’s Creed Valhalla resta un meraviglioso titolo dedicato all’epopea vichinga, condita da elementi del mondo degli assassini. Siamo lontani dai fasti della serie, ma il titolo è imprescindibile per gli amanti degli open world e degli RPG, meglio ancora se estimatori del franchise di Ubisoft.

 

Pro

Mondo di gioco vasto e affascinante

Prova ad innovare con insediamenti e progressione

La trilogia RPG si chiude con un capitolo più che dignitoso

 

Contro

Nonostante tutto, troppo conservativo

Bug e difetti tecnici fastidiosi

L'evoluzione del personaggio convince fino ad un certo punto

 

Gamereactor 9

 

Pro

La saga di Eivor è davvero epica.

L'insediamento aggiunge molto all'esperienza di gioco.

Mondo pieno di misteri, segreti e piccole storie.

Sistema di combattimento superiore.

 

Contro
Anche su Xbox Series X, presenta alcuni glitch e difetti grafici.

L'intelligenza artificiale ha alcuni comportamenti assurdi.

 

The Games Machine 8.7

 

Se Odyssey ha rappresentato il punto di non ritorno per la serie, Assassin’s Creed Valhalla è senz’altro l’opera della maturità di una formula di gioco sempre più completa e con un’identità ancora più marcata. Purtroppo permangono ancora alcuni difetti storici, tra cui un comparto narrativo non all’altezza di una costruzione del mondo di gioco attenta e sfaccettata, nonché una scrittura dei dialoghi banale. L’avventura di Eivor offre comunque decine e decine di ore di divertimento assicurato, merito anche di un sistema di combattimento rinnovato che riesce a esprimere al meglio l’innata brutalità del protagonista.

 

Pro

Un action RPG completo e maturo.

Combattimenti vari e brutali.

Ottima costruzione del mondo di gioco.

 

Contro

Intreccio narrativo ancora una volta sottotono.

Dialoghi spesso banali.

Qualche calo di fps di troppo.

 

Tom’s hardware 8.4

 

Assassin's Creed Valhalla è uno dei migliori capitoli della serie che Ubisoft ha partorito in questa generazione: scaccia la monotonia e la dispersività di Odyssey e corregge alcune spigolosità di Origins. Il risultato è un prodotto assemblato molto meglio, che al netto di alcune imperfezioni tira dritto fino alla fine senza alcun problema. Il rammarico più grande è forse l'atteggiamento un po' conservativo del team di sviluppo, il quale pare si sia accontentato di correggere solamente il tiro, escludendo la possibilità di apportare significativi cambiamenti alla struttura di gioco. A tal proposito, se da tempo non apprezzate più la saga degli assassini, difficilmente cambierete idea, ma se invece siete ancora dei fan accaniti, in Assassin's Creed Valhalla troverete il vostro miglior prodotto, il migliore firmato da Ubisoft negli ultimi anni.

 

Pro

- La varietà degli ambienti è notevole
- Ottimo comparto sonoro
- È un prodotto assemblato meglio dei predecessori
- Corregge molte spigolosità introdotte in Odyssey.
- Il comparto narrativo è migliorato.
- L'insediamento

 

Contro

- L'arco narrativo ambientato ai giorni nostri è da rivedere
- I difetti storici sono ancora al loro posto
- Graficamente arranca su Xbox One X
- Gli manca il coraggio di sperimentare

 

Gamesource 90

 

Assassin’s Creed Valhalla è, senza ombra di dubbio, il miglior titolo dell’ideale nuova trilogia di Ubisoft. La casa francese ha imparato dal passato, assimilando il buono di Origins ed Odyssey per infonderlo in Valhalla, eliminando il superfluo e imparando dai propri errori. Giocando con Eivor si finisce per rimanere affascinati dal mondo di Assassin’s Creed Valhalla, soprattutto se si è già attirati dalla cultura vichinga prima ancora di aver messo le mani sul titolo. L’esplorazione è stata valorizzata a dovere, venendo legata a doppio filo con la crescita di Eivor, il che porta a perdersi in sessioni di gioco lunghe ma divertenti, senza neanche rendersi conto del tempo che passa. I bug, seppur fastidiosi, non bastano a minare la validità di quest’ultimo capitolo della saga, che finisce per piazzarsi in classifica, a mani basse, al di sopra dei suoi recenti predecessori. Non lasciatevelo sfuggire!

 

The Good

Combat system fluido
Sistema di crescita ben studiato
L'Inghilterra come non l'avete mai vista
Personaggi ben definiti

 

The Bad

Bug sparsi, a volte fastidiosi
Cutscene da rivedere
Animazioni dei nemici a volte legnose

 

Hynerd 8.3

 

Assassin's Creed: Valhalla si dimostra la degna continuazione dei suoi predecessori, sia in gameplay sia per quanto riguarda la storia. Forse è presente qualche bug di troppo al day one, ma considerando il periodo ci si può passare sopra. Nulla che un patch non possa risolvere. Se il meccanismo GDR vi piace adorerete questo capitolo, che vi terrà incollati allo schermo per moltissime ore, senza stancarvi mai.

 

Pro
Ambientazioni davvero molto belle
Colonna sonora meravigliosa
Mappa vastissima e piena di misteri

 

Contro
Qualche bug di troppo
Animazioni facciali dei personaggi secondari non proprio curatissime

 

Drcommodore 8

 

Assassin’s Creed Valhalla ha molto poco di Assassin’s Creed, ma nonostante ciò risulta essere, sotto alcuni punti di vista, il capitolo più riuscito della nuova trilogia targata Ubisoft. La storyline principale è molto interessante e ricca di momenti memorabili, il combat system sa dare più di una soddisfazione e l’esplorazione è finalmente stimolante e divertente. Peccato per le solite pecche dei titoli Ubisoft riguardanti il comparto tecnico, che non rende assolutamente giustizia ad un titolo estremamente valido, che sarà capace di farvi divertire e di farvi immedesimare totalmente in un brutale e sanguinario vichingo. Abbiamo volutamente evitato di parlare del finale poiché dedicheremo ad esso un ulteriore articolo nel momento in cui la maggior parte di voi lettori avrà terminato il titolo.

1634485.png

Link al commento
Condividi su altri siti

Ottimi voti,ma per chi come me é un "vecchio" videogiocatore,ACII rimarrà insuperabile,troppi ricordi ed emozioni che i nuovi AC non riescono a darmi.Comunque non vedo l'ora di iniziare questo nuovo capitolo

Link al commento
Condividi su altri siti

Ciao ragazzuoli, ci sto giocando da oggi pomeriggio.

Che dire : graficamento è ok, qualità complessiva buona, cornice molto pulita ma texture sicuramente non ultra (potevano fare di meglio ma probabilmente per avere un framerate migliore sono scesi a compromessi).

Aspetto indubbiamente positivo: i 60fps spingono l'esperienza di AC ad un livello mai visto su console, è tutto decisamente più godibile (ora capisco i pc-isti).

A livello di musiche, considerando che sono ancora alle prime battute, la colonna sonora non mi sta particolarmente entusiasmato anche perchè nonostante abbia messo nelle opzioni "alta" incidenza, spesso non c'è nemmeno il suono di un piffero.

Per quanto riguarda la localizzazione in italiano non posso assolutamente lamentarmi, stanno decisamente migliorando in ubi. Eivor ha finalmente una voce cazzuta e contribuisce ad immedesimarsi nel personaggio, lode al doppiatore.

 

Unici 2 aspetti negativi che sto riscontrando e spero qualcuno riesca a chiarirmi :

1) girando velocemente la visuale (anche dall'alto verso il basso) ho notato un fastidioso screen tearing . Sto giocando su LG E8 55" settato su gaming, senza alcun postprocessing attivo e nelle impostazioni video della SX ho i miei bei 4k60hz (con la possibilità di 1080p in 120hz). Con nessun'altro gioco ho rilevato prima d'ora la generazione di tali artefatti.. forse sbaglio qualcosa io?

 

2) mi è già capitato un paio di volte di non poter muovere Eivor con l'analogico destro, cioè è come se si scollegasse la funzione di rotazione. Che sia un bug ? Riesco a ristabilire il corretto funzionamento solo andando nella home di xbox e ritornando sul gioco. Da questo deduco che non sia un problema di pad (sto giocando su quello nuovo presente in confezione). Farò comunque una prova con altro pad per togliermi il dubbio.

 

A parte queste situazioni, mi sto godendo la storia anche se è davvero troppo presto per tirar le somme. Me lo voglio spolpare per bene prima di avanzare pareri più solidi.

Nel frattempo le prime impressioni sono buone.

WORK HARD - PLAY HARD

Link al commento
Condividi su altri siti

Uscito il 10 novembre, Assassin's Creed Valhalla ha raddoppiato i giocatori di Odyssey al lancio e Ubisoft prevede che il trend positivo continuerà, grazie anche al successo ottenuto a livello di audience ed engagement su Twitch e YouTube.

 

"Siamo onorati per il modo in cui i giocatori hanno accolto il gioco e siamo estremamente fieri di ciò che i nostri team hanno realizzato con Assassins Creed Valhalla, che si basa sullincredibile successo dei suoi predecessori. Ha dichiarato Yves Guillemot, co-fondatore e CEO di Ubisoft." "Nel contesto del COVID-19, aver portato Assassins Creed Valhalla su ben sette piattaforme è un risultato incredibile per tutti i team coinvolti. Siamo felici di accogliere i giocatori su Xbox Series X|S e PlayStation 5 con un gioco in grado di scatenare la potenza del nuovo hardware. Questo apre la strada a un fantastico periodo di festività, con Assassins Creed Valhalla destinato a diventare uno dei più grandi successi di questa stagione."

1634485.png

Link al commento
Condividi su altri siti

"...Siamo felici di accogliere i giocatori su Xbox Series X|S e PlayStation 5 con un gioco in grado di scatenare la potenza del nuovo hardware..."

Scatenare la potenza ? i bug semmai! Vergogna Ubisoft, un titolo tripla A si suppone venga testato prima della fase cosiddetta Gold ed è inammissibile trovarsi dinnanzi un tearing così marcato.

 

Al principio pensavo d'aver sbagliato impostazioni su TV (oled lg) e SX ma nonostante tutte le combinazioni adottate il tearing rimaneva ed ero arrivato anche a pensare a problemi della console stessa, se non per il fatto che gli altri giochi vanno benissimo. Poi però ho trovato i forum pieni di testimonianze analoghe alla mia ed ho realizzato quanto sia stucchevole x un titolo che pone l'accento su risoluzione 4K (dinamici) e 60fps, trovarsi in queste situazioni.. pubblicità ingannevole.

 

(Vedi esempio su reddit : https://www.reddit.com/r/xbox/comments/jrfisc/ac_valhalla_screentearing_on_series_x/ )

WORK HARD - PLAY HARD

Link al commento
Condividi su altri siti

Qual è la versione migliore di Assassin's Creed Valhalla? Come gira il gioco su PS5 e Xbox Series X? L'analisi di NX Gamer risponde alle nostre domande, e il responso è abbastanza sorprendente.

 

Dopo il confronto dei tempi di caricamento, che vedeva la console Sony in vantaggio seppure in maniera non marcata, il video che trovate qui sopra rivela come le performance sulle due piattaforme siano estremamente simili.

 

Entrambe fanno infatti girare il gioco a 60 fps ma utilizzando l'espediente della risoluzione dinamica: raramente la grafica viene renderizzata a 2160p, molto più frequentemente ci si muove nell'intervallo fra 1620p e 1800p.

 

Si verificano rari cali a 1440p sulla console Microsoft, mentre PS5 non scende mai al di sotto dei 1620p. Il frame rate è generalmente stabile in entrambi i casi, con piccole incertezze e prestazioni lievemente superiori su Xbox Series X durante le cutscene.

 

Le due console adottano peraltro sistemi differenti per il mantenimento della fluidità: Xbox Series X utilizza una sincronia verticale adattiva che però dà vita a fenomeni di tearing nelle situazioni più concitate, mentre PS5 riduce il tearing ma perde qualche frame in tali occasioni.

 

Insomma, il primo importante confronto third party next-gen con un gioco graficamente complesso si conclude con un sostanziale pareggio.

 

1634485.png

Link al commento
Condividi su altri siti

Qual è la versione migliore di Assassin's Creed Valhalla? Come gira il gioco su PS5 e Xbox Series X? L'analisi di NX Gamer risponde alle nostre domande, e il responso è abbastanza sorprendente.

 

Dopo il confronto dei tempi di caricamento, che vedeva la console Sony in vantaggio seppure in maniera non marcata, il video che trovate qui sopra rivela come le performance sulle due piattaforme siano estremamente simili.

 

Entrambe fanno infatti girare il gioco a 60 fps ma utilizzando l'espediente della risoluzione dinamica: raramente la grafica viene renderizzata a 2160p, molto più frequentemente ci si muove nell'intervallo fra 1620p e 1800p.

 

Si verificano rari cali a 1440p sulla console Microsoft, mentre PS5 non scende mai al di sotto dei 1620p. Il frame rate è generalmente stabile in entrambi i casi, con piccole incertezze e prestazioni lievemente superiori su Xbox Series X durante le cutscene.

 

Le due console adottano peraltro sistemi differenti per il mantenimento della fluidità: Xbox Series X utilizza una sincronia verticale adattiva che però dà vita a fenomeni di tearing nelle situazioni più concitate, mentre PS5 riduce il tearing ma perde qualche frame in tali occasioni.

 

Insomma, il primo importante confronto third party next-gen con un gioco graficamente complesso si conclude con un sostanziale pareggio.

 

https://youtu.be/5c2nkJLQxQo

E chi è sta NX Gamer? Ma per favore...
Link al commento
Condividi su altri siti

Ragazzi, io su xbox x (non series x) trovo l'impatto grafico un po' "slavato", con colori troppo tendenti al grigio.. sicuramente è una questione di regolazioni delle impostazione dell'hdr: chi sa consigliarmi un buon equilibrio (ovviamente dipende anche dalla tv, ma non riesco a trovare un buon settaggio e quelli predefiniti del gioco li trovo troppo scuri).. grazie per il supporto

Link al commento
Condividi su altri siti

Ragazzi, io su xbox x (non series x) trovo l'impatto grafico un po' "slavato", con colori troppo tendenti al grigio.. sicuramente è una questione di regolazioni delle impostazione dell'hdr: chi sa consigliarmi un buon equilibrio (ovviamente dipende anche dalla tv, ma non riesco a trovare un buon settaggio e quelli predefiniti del gioco li trovo troppo scuri).. grazie per il supporto

Prova questi due

 

Maximum Luminescence: 900-1000Cd/m2. Exposure:1.2

Maximum Luminescence: 900Cd/m2. Exposure:1.0

1634485.png

Link al commento
Condividi su altri siti

Partecipa alla conversazione

Puoi pubblicare ora e registrarti più tardi. Se hai un account, accedi ora per pubblicarlo con il tuo account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Hai incollato il contenuto con la formattazione.   Rimuovere la formattazione

  Sono consentiti solo 75 emoticon max.

×   Il tuo collegamento è stato incorporato automaticamente.   Mostra come un collegamento

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Pulisci editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

×
×
  • Crea Nuovo...