Vai al contenuto

Messaggi raccomandati

 

Ma non era solo per Xbox Series X|S e PC?

Si lo è, penso ci sia un errore di trascrizione. Sulla mia one X non mi è possibile nemmeno scaricare il gioco, mentre su series S ho già fatto partire il pre download e il gioco si avvia (ovviamente poi compare il messaggio di aspettare che è troppo presto).
http://gamercard.mondoxbox.com/mondo/NfK+Andr3a.png
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • Risposte 104
  • Creato
  • Ultima Risposta

Miglior contributo in questa discussione

Miglior contributo in questa discussione

Messaggi Popolari

Prime impressioni ottime, soprattutto considerando il fatto che si tratta di un AA. Bella secondo me la telecamera fissa, scelta stilistica che apprezzo molto e che restituisce feeling dei vecchi

Si finisce in 7-8 ore (e lo si milla pure volendo), io a breve mi sa lo finirò che lo gioco da ieri. Lo sto giocando su PC non avendo Series X e condivido quello che ha scritto Hulong

Finito ieri. Un gran gioco fatto da un piccolo studio. Trama avvincente e personaggi caratterizzati molto bene. Probabilmente è uno dei migliori titoli AA nel Game Pass. Speriamo di vedere altri gioch

Si, anche a me ispira molto. Qualcuno sa quando arriveranno le prime recensioni? Sono davvero curioso di leggerle, solitamente non gli do quasi mai peso, però questa volta la curiosità vince su tutto :D

http://gamercard.mondoxbox.com/mondo/NfK+Andr3a.png
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Inviato (modificato)

Con il conto alla rovescia per il debutto di The Medium ormai avviato, il team di sviluppo ha pubblicato un nuovo e interessante trailer, che svela nove particolari dettagli sul gioco.

Tra questi, il fatto che il progetto ha soggiornato nei pensieri di Bloober Team per davvero parecchio tempo. I primi prototipi risalgono infatti al 2012, con l'horror che avrebbe dovuto vedere la luce su...Wii U, PlayStation 3 e Xbox 360! Evidentemente, i piani sono poi cambiati, e il gioco è ora atteso in esclusiva su PC e Xbox Series X, col team intenzionato a sfruttare a pieno le potenzialità della nuova generazione di console. Il filmato ci rivela poi i volti degli attori principali che hanno partecipato allo sviluppo di The Medium, tra i quali anche un membro del cast dell'apprezzatissimo The Queen's Gambit di Netflix.

Scopriamo inoltre che le ambientazione del gioco sono ispirate a luoghi realmente esistenti, collocati a Cracovia. Ulteriore dettaglio interessante, scopriamo che The Medium ha anche una piccola connessione con un altro horror di Bloober Team: Observer: System Redux. Per scoprire tutti i retroscena condivisi dagli sviluppatori trovate il filmato integrale, buona visione! L'attesa per poter vestire i panni di Marianne è ormai quasi ultimata: l'uscita dell'esclusiva Microsoft è infatti fissata per il 28 gennaio.

 

Modificato da AngelDevil

Lone+Wolf+X0.png

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Inviato (modificato)

Intervistati dalla redazione di VG247.com, Wojciech Piejko e Jacek Zieba del Bloober Team hanno voluto spezzare una lancia in favore di Xbox Series S rassicurando i possessori della console next gen economica di Microsoft sulla bontà grafica e ludica di questa particolare versione dell'horror The Medium.

Nel discutere delle potenzialità hardware e della facilità di programmazione su console di ultima generazione, il produttore Zieba ha spiegato che "da un certo punto di vista, per noi è stato un gioco da ragazzi lavorare con Xbox Series X e S, il nostro motore si adatta alla perfezione a quell'architettura, diversamente da quanto poteva accadere in passato con piattaforme come PS3 o simili. A dirla tutta, lavorare su Series X e S è stata un'esperienza davvero piacevole".

A riprova delle sue dichiarazioni il produttore della software house polacca ammette di "aver persino giocato l'intera partita a The Medium su Series S una settimana fa, e sono rimasto sbalordito al punto da confonderla, a volte, con Series X. Se in quei momenti qualcuno m'avesse detto 'ehi amico, stai giocando su Series S', ne sarei stato meravigliato, è una cosa fantastica. Certo, non c'è il 4K perchè Series S non è nata per supportare quella risoluzione, e ovviamente la grafica può sembrare leggermente diversa da Series X perchè la X è una console due volte più potente, ma l'esperienza complessiva e il divertimento che se ne ricava sono esattamente gli stessi. Possiedo una Xbox Series S e non vedo l'ora di rigiocare a The Medium a casa mia".

Nella discussione interviene anche il Lead Designer Piejko per spiegare come "sì, la grafica su Series S è comunque avanzata soprattutto per via dello stile grafico che abbiamo creato, è davvero fantastico e lo adoro da quel punto di vista. È a una risoluzione inferiore, ma è sempre la stessa fantastica esperienza".

 

Modificato da AngelDevil

Lone+Wolf+X0.png

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Via VG247, il producer Jacek Zięba ha risposto alla domanda circa un’eventuale versione multipiattaforma (inclusa quindi la possibilità di vederlo in chiave next-gen per piattaforma Sony).

La risposta di Zięba, apparentemente perentoria, non si è fatta attendere:

Per ora ci stiamo concentrando solo su Xbox e PC.

Va detto in ogni caso che una risposta simile venne data anche ai microfoni di Push Square dopo l’E3 2019, circa l’arrivo di Blair Witch su PlayStation 4 (cosa di fatto avvenuta solo quattro mesi più tardi).

Quindi, The Medium arriverà anche su PS5? Non possiamo dirlo con certezza, ma non saremmo sorpresi se la notizia venisse confermata, magari tra una manciata di mesi.

Lone+Wolf+X0.png

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Everyeye 7

The Medium è un horror con un potenziale affascinante, tradotto però in un'esperienza mai davvero ambiziosa, e anzi paradossalmente piuttosto limitata, trattenuta e poco profonda. Un concept d'impatto, accompagnato da un'encomiabile direzione artistica e da una colonna sonora particolarmente evocativa, che seppur capace di creare un'atmosfera stimolante non è purtroppo sorretto appieno né da un'impalcatura di gameplay davvero solida, né da una realizzazione tecnica impeccabile, né tantomeno da una narrazione di quelle che non lasciano respiro. Il risultato è dunque un horror che passa senza lasciare il segno, più inespresso e intangibile che davvero sconvolgente. Un progetto indipendente comunque consigliabile, ma da cui ci si poteva forse aspettare qualcosa di ben più incisivo e sorprendente.

Multiplayer 9

The Medium è la somma delle esperienze passate, della passione e dell'intraprendenza di Bloober Team, che ha deciso di compiere il grande salto sulla next-gen con un gioco capace di unire sapientemente l'old school a meccaniche più moderne. Il risultato è un horror psicologico di alto livello, con una narrazione in costante crescita che esplode in una conclusione inaspettata, un gameplay ben strutturato nelle sue parti e dal ritmo compassato tipico di queste produzioni che raramente mostra il fianco al tedio tipico dei walking simulator; il tutto accompagnato da una direzione artistica eccellente e un comparto tecnico funzionale, in cui la simultaneità dei due mondi brilla per fluidità e resa visiva. Potrebbe non essere un gioco per tutti ma in un mercato volto ad accontentare chiunque, queste espressioni di coraggio sono da lodare.

PRO

  • Storia ben scritta, con i giusti colpi di scena
  • Due mondi allo stesso tempo, in continuo contatto
  • Direzione artistica magistrale e ottima colonna sonora
CONTRO
  • Animazioni non sempre convincenti
  • In alcune sezioni di gioco si percepisce l'effetto walking simulator

Spaziogames 8

Come da tradizione di Bloober Team, anche The Medium si fa notare per la capacità di saper mescolare un dramma familiare coi cenni storici di una nazione dal passato sfregiato da guerre e dissidi interni. Inoltre, riesce ad elevare ulteriormente la sua cifra stilistica grazie alla proposizione di un mondo di gioco cupo e di grande impatto, che pesca a piene mani dalle opere del pittore surrealista Beksiński, a cui deve tutto. Certi elementi di gameplay rimangono piuttosto acerbi, così come il design dei livelli, ancora poco elaborato e sottotono per poter svettare nel mercato. Ciò nonostante, il piatto della bilancia pende inequivocabilmente dal lato giusto, regalando una storia che tocca temi importanti e adulti, col piglio tipico e la qualità a cui gli sviluppatori ci hanno abituato.

Pro

  • Grande storia, con temi adulti e un intreccio in grado di mescolare il dramma familiare alle tristi pagine storiche della Polonia
  • La doppia realtà funziona e propone diversi nuovi elementi per il puzzle solving e la messa in scena
  • Artisticamente curato e ispirato, come ormai noto per le opere di Bloober Team

Contro

  • Le sezioni di fuga col nemico non convincono appieno
  • A tratti eccessivamente surreale, con sezioni che appaiono scollate tra loro
  • Akira Yamaoka è impalpabile ed evanescente, irriconoscibile

Gamesvillage 8

In conclusione, The Medium ci ha convinto? In parte sì, perché risulta un’esperienza ben strutturata che sicuramente gioca bene le sue carte a tema horror. Non ci sono troppi jumpscare e il terrore si genera perlopiù grazie ai suoni e all’ambiente piuttosto che con i soliti escamotage. Ma sfortunatamente ha alcuni lati negativi che rovinano l’esperienza. Partendo dallo stesso gameplay, innovativo e interessante, ma a tratti macchinoso e purtroppo ripetitivo; passando per una storia all’inizio molto intrigante che si va a perdere nella conclusione, velocizzandosi troppo; e andando a finire con le emozioni che dovrebbe farci provare. Sicuramente resta un titolo da dover provare assolutamente, soprattutto per gli amanti del genere prettamente narrativo e horror. Gli appassionati del terrore troveranno quest’esperienza poco paurosa, ma certamente inquietante grazie alle suggestive ambientazioni e alle musiche perfettamente in sintonia con il mondo reale o spirituale, in base al momento. Non volgiamo quindi vederla come una sconfitta, ammettiamo solamente che avremmo voluto forse qualcosa di più. Ma siamo certi che in futuro Bloober Team porterà sempre più titoli come questo, imparando dagli errori commessi e abbracciando invece l’inventiva che ha reso The Medium un soggetto da studiare e apprezzare.

Pro

La Dual Art è un tipo di meccanica positiva e innovativa che però...

The Medium attinge dai quadri di Beksiński creando un'ambientazione malinconica e sublime

La collaborazione tra Yamaoka e Reikowski risulta impeccabile e altamente godibile

La scelta della telecamera semifissa funziona e rende il tutto ancora più inquietante

Contro

...non aiuta il gameplay, facendolo risultare comunque macchinoso e ripetitivo

Storia a tratti banale o già vista che viene accelerata drasticamente durante il finale, perdendosi

The Games Machine 8.8

Dimenticate il comfort di una pistola e della ricerca di proiettili nei cassetti delle scrivanie e nelle casseforti. L’offesa non è la migliore delle armi a nostra disposizione nel mondo spiritico di The Medium, ma la coraggiosa Marianne sarà costretta ad attraversarlo per trovare le risposte alle domande che continua a porsi ormai da anni. L’ultimo horror firmato Bloober Team è un ottimo ponte tra la nuova generazione e i vecchi classici del genere, con una storia fitta e intrigante, un’ambientazione surreale e una strada piena zeppa di puzzle da decifrare.

Pro

Enigmi piacevoli da risolvere / Storia molto coinvolgente, specialmente nella parte conclusiva del gioco.

Contro

Chi si aspetta parti action o meccaniche survival più marcate potrebbe rimanere deluso.

GameSoul 9

The Medium è un’esperienza imprescindibile per tutti gli amanti degli horror, a maggior ragione della vecchia scuola, perché recupera il passato e lo ammanta con il presente creando un gioco che, proprio come Marianne, si muove due mondi distinti ma in costante comunicazione. Non è difficile, non vuole ostacolarvi in una progressione volta principalmente a raccontare la propria storia, e pur avendo almeno un paio di occasioni in cui si respira quell’approccio walking simulator che ha caratterizzato i lavori precedenti, nel complesso è un lavoro più che lodevole nel complesso.

Un horror psicologico di alto livello, caratterizzato da una narrazione in costante crescita fino alla sua inaspettata conclusione, un gameplay ben strutturato e dal ritmo compassato tipico di queste produzioni; il tutto accompagnato da una direzione artistica eccellente e un comparto tecnico funzionale, dove la simultaneità dei due mondi brilla per fluidità e resa visiva. Forse non è un gioco per tutti, qualcuno può essersi fatto le aspettative sbagliate e non trovare quello che credeva, ma un team che si prende dei rischi consapevoli come Bloober Team si può solo apprezzare; a maggior ragione se il risultato fa centro.

Good

  • Storia coinvolgente, con i giusti colpi di scena
  • Due mondi allo stesso tempo, in costante contatto
  • Direzione artistica magistrale e ottima colonna sonora

Bad

  • Animazioni non sempre convincenti
  • In alcune sezioni si percepisce l'effetto walking simulator

Tom’s hardware 9

The Medium è, a mani basse, una delle migliori esperienze thriller/horror, da qualche anno a questa parte. Una storia intricata, e legata a doppio filo alle meccaniche di gioco di stampo esplorativo/investigativo, si mescola a un gameplay peculiare e cucito addosso alla narrativa del titolo. Evitando qualsivoglia "comfort zone" offerta da jump scare, e dinamiche survival, la nuova produzione di Bloober team riesce a generare un'angoscia costante nel giocatore oltre a lasciarlo con un latente sentore di disagio, anche ore dopo aver terminato le sessioni di gioco. Non è, sicuramente, un titolo che piacerà a tutti, ed è giusto così perché The Medium vuole, prima di tutto, immergerci in una storia, raccontandocela nel migliore dei modi possibile. Le scelte di gameplay, quindi, potrebbero far storcere il naso a chi cerca esperienze meno compassate e riflessive mentre farà la gioia di chi ha apprezzato produzioni quali Alan Wake o Siren. Un comparto artistico di prim'ordine, infine, completa quella che può essere considerata la "prova della maturità" per i ragazzi di Bloober Team, il cui risultato non viene scalfito nemmeno dalle piccole sbavature tecniche presenti. Se siete fan del genere, quindi, non lasciatevelo sfuggire, se, invece, non siete convinti ma avete un abbonamento al Game Pass, il nostro consiglio è di dargli, comunque, un'opportunità... non ne rimarrete delusi.

Pro

  • Comparto narrativo ben confezionato e ricco di colpi di scena.
  • Taglio registico d'impatto e funzionale.
  • Gameplay compassato ma mai tedioso.
  • Comparto artistico di estrema qualità.
  • Alcune meccaniche di gioco davvero interessanti.

Contro

  • Alcune sbavature tecniche.
  • In brevi momenti sfocia eccessivamente nel walking simulator.

Gamereactor 9

The Medium è uno degli horror più cinematografici e innovativi che abbia mai interpretato fino ad oggi ed è senza dubbio il lavoro più bello che abbia mai creato lo sviluppatore Bloober Team. Poter attraversare due mondi separati crea un nuovo approccio agli enigmi e la sua trama agghiacciante è riuscita a tenermi sulle spine per tutta la sua durata. Magari Xbox One è stata a corto di esclusive importanti, ma è fantastico vedere che Xbox Series inizi il suo ciclo di vita con un titolo davvero imperdibile. Se sei un abbonato a Xbox Games Pass, fatti un favore e scarica The Medium.

Pro
La sua meccanica di salto tra le due dimensioni è davvero unica,
La sua storia è avvincente,
Sembra un vero titolo "next-gen".
 
Contro
I controlli molto pesanti e la telecamera fissa possono risultare fastidiosi,
Le sequenze stealth mancano di difficoltà.

Lone+Wolf+X0.png

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Su Xbox Series X la risoluzione di rendering oscilla tra i 4K nativi e i 1440p, mentre su Series S l'oscillazione è tra i 1440p e i 900p. L'esplorazione in modalità split screen fa scendere di molto la risoluzione su entrambe le macchine: su Series X fino a 900p e su Series S fino a 648p. Il motivo è semplice: il gioco renderizza entrambe le scene contemporaneamente al massimo dettaglio, quindi era inevitabile che dovesse sacrificare qualcosa in termini di risoluzione. Le alternative sarebbero state tranciare il dettaglio generale, o rinunciare a questa possibilità, snaturando il gioco.

Il ray tracing è supportato solo su PC e Xbox Series X, mentre la versione Series S adotta delle soluzioni più tradizionali, con le ombre renderizzate a una risoluzione più bassa. L'utilizzo della telecamera fissa ha consentito l'utilizzo di molte ombre prerenderizzate, per un impatto visivo notevole.

In generale, Digital Foundry sembra aver gradito moltissimo il gioco e lo consiglia senza riserve come il primo vero titolo next-gen per Xbox Series X e Series S, nonché la migliore opera di Bloober Team.

 

Lone+Wolf+X0.png

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Emersi i voti della critica ricevuti da The Medium, la prima esclusiva Xbox Series X e S vera e propria, che sono quantomai contrastanti, a livelli che si registrano raramente. Basta scorrere l'elenco sottostante per vedere una lunga sfumatura che va dal 9 e più al 5.

Insomma, c'è chi lo considera come uno dei giochi horror più belli degli ultimi anni e chi un titolo appena passabile, che l'ha trovato molto pauroso e riuscito nelle sue meccaniche e chi lo ha definito noioso, chi ha amato i puzzle e chi no. In effetti è complicato dare conto del quadro generale, perché le opinioni sono davvero varie e molto distanti tra loro.

  • PC Gamer – 92 / 100
  • Generación Xbox – 9.1 / 10.0
  • Lords Of Gaming – 9.1 / 10.0
  • GameSpot – 9 / 10
  • The Digital Fix – 9 / 10.0
  • SECTOR.sk – 9 / 10
  • MonsterVine – 4.5 / 5
  • God is a Geek – 8.5 / 10
  • Critical Hit – 8.5 / 10
  • GameWatcher – 8.5 / 10
  • TrueGaming – 8.5 / 10
  • TheSixthAxis – 8 / 10
  • Gameblog – 8 / 10
  • Atomix – 80 / 100
  • Hardcore Gamer – 4 / 5
  • Niche Gamer – 8 / 10
  • Hey Poor Player – 4 / 5
  • COGconnected – 75 / 100
  • TechRaptor – 7.5 / 10
  • Rely On Horror – 7.5 / 10
  • Wccftech – 7.3 / 10
  • GamingBolt – 7 / 10
  • GameSkinny – 3,5 / 5
  • Game Informer – 6.8 / 10
  • Press Start – 6.5 / 10
  • Heavy – 6.5 / 10
  • AusGamers – 6.2 / 10
  • Destructoid – 6 / 10
  • Shacknews – 6 / 10
  • Slant Magazine – 3 / 5
  • PCGamesN – 6 / 10
  • GameSpew – 6 / 10
  • WellPlayed – 6 / 10
  • DualShockers – 5.5 / 10
  • Explosion Network – 5.5 / 10
  • GamesRadar+ – 2,5 / 5
  • Attack of the Fanboy – 2,5 / 5
  • Paste Magazine – 5 / 10

Lone+Wolf+X0.png

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Mi chiedo perché non me lo faccia ancora giocare. Cioè esce oggi ma aprendolo mi dice che è troppo presto.... Mah non capisco 

 

 

EDIT: ho letto in giro che sarà giocabile dalle 18:00 di oggi. Ciò non ha comunque senso 

Modificato da alextwind
http://gamercard.mondoxbox.com/mondo/alexisita.png
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ragazzi, ma anche a voi sui "neri" si ha un effetto sfarfallato? Oppure quando si mette il gioco in pausa? Come se ci fosse una fiammella di una candela. Mi spiego?

Modificato da M1ky
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Ragazzi, ma anche a voi sui "neri" si ha un effetto sfarfallato? Oppure quando si mette il gioco in pausa? Come se ci fosse una fiammella di una candela. Mi spiego?



Io ho notato dei puntini tipo viola e celesti ad intermittenza..strano proprio


Inviato dal mio iPhone utilizzando Tapatalk Pro
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Partecipa alla conversazione

Puoi pubblicare ora e registrarti più tardi. Se hai un account, accedi ora per pubblicarlo con il tuo account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Hai incollato il contenuto con la formattazione.   Rimuovere la formattazione

  Sono consentiti solo 75 emoticon max.

×   Il tuo collegamento è stato incorporato automaticamente.   Mostra come un collegamento

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Pulisci editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Crea Nuovo...