Vai al contenuto

Call of Duty: Vanguard


AngelDevil

Messaggi raccomandati

Recensione della campagna single player

Everyeye S.V.

Se Vanguard dovesse affidarsi solo alla sua campagna, breve e tentennante, non avrebbe di certo vita facile. Questo episodio non è un buono sparatutto a sfondo storico, e non è neppure uno dei migliori Call of Duty. È anzi un titolo dal design superato, che per qualche motivo si rifiuta di osservare, metabolizzare e riproporre i progressi di Cold War e dell'ultimo Modern Warfare. Vanguard non è soltanto lineare: è costrittivo. Non è spettacolarizzato: è irrispettoso del materiale storico con cui si confronta. La campagna ha un paio di momenti ispirati che la salvano dall'oblio, e qualche sequenza a suo modo memorabile (anche se parzialmente scopiazzata un po' da Dunkirk, un po' da 1917, un po' da Overlord - ma senza zombie). Tuttavia, è davvero difficile giustificare il single player di Vanguard, a livello di operazione creativa. Le qualità tecniche nient’affatto brillanti e una durata risicata chiudono un quadro tutt'altro che ottimistico. Speriamo che il comparto multigiocatore regga il colpo, per risultare se non altro un buon antipasto prima della nuova stagione di Warzone.

Multiplayer S.V.

La campagna single player di Call of Duty: Vanguard riprende la struttura tradizionale della serie, rinunciando alle novità di Black Ops Cold War e puntando piuttosto su di un quartetto di personaggi: dal punto di vista narrativo l'idea funziona, ma la breve durata della modalità storia non consente di riservare spazio sufficiente a ognuno di loro sul fronte del gameplay; e così molte meccaniche finiscono per essere solo accennate, chiuse nel recinto di una progressione fortemente scriptata, che gli sviluppatori fanno poco per mascherare. Se a ciò si aggiunge un'intelligenza artificiale deficitaria e la mancanza delle sequenze spettacolari e memorabili che sono un po' un marchio di fabbrica per il franchise, è inevitabile rimanere un po' perplessi. Vista tuttavia la grande importanza del comparto multiplayer, che non abbiamo ancora potuto provare in maniera adeguata, il giudizio finale rimane sospeso in attesa del verdetto finale.

Pro

  • L'impianto narrativo ha il suo perché
  • Buon comparto tecnico, diversi scenari
  • Multiplayer ricco e promettente
Contro
  • Campagna breve e non memorabile
  • Gli spunti del gameplay non trovano sfogo adeguato
  • Intelligenza artificiale mediocre

 

1634485.png

Link al commento
Condividi su altri siti

  • Risposte 83
  • Creato
  • Ultima Risposta

Miglior contributo in questa discussione

Miglior contributo in questa discussione

Sempre le solite ogni anno....SOLITA IPOCRISIA perché fa figo scrivere "cod pupú e Fifa blea!" Ma chissà perché ogni anno sono sempre li a contendersi il primo posto delle vendite videludiche 🤷‍♂️ e quella stessa gente che scrive "cod pupú" è sempre la prima a comprare il gioco e spende soldoni in skin e pass 😉 no no ma va bene continuate pure con la vostra IPOCRISIA.

Link al commento
Condividi su altri siti

Everyeye 7.5

Call of Duty Vanguard è un episodio particolare, un collage di esperienze che non presentano tutte la medesima ispirazione e qualità. C'è un PvP efficacissimo ma poco originale, una campagna breve e senza respiro, una modalità Zombie che rappresenta quasi un premio, con la promessa di crescere progressivamente. A seconda delle vostre esigenze, decidete quindi se avvicinarvi o meno al capitolo di quest'anno: se vi piace l'esperienza cooperativa contro orde di non-morti, probabilmente vi basterà avere un po' di pazienza. Il potenziale per fare un buon lavoro c'è, ma ad oggi mancano contenuti e solidità. Se siete tra i pochi(ssimi?) che comprano Call of Duty per lo story mode, potete tralasciare Vanguard. Il racconto è flebile e farraginoso, il mission design a tratti confuso, la linearità più desolante del solito. La campagna di Cold War è sicuramente più originale e ben costruita, quella di Modern Warfare più spettacolare e intensa. Per contro, se il vostro interesse è il multiplayer, e se gradite i ritmi intensi e iperaccelerati di COD, potete serenamente valutare l'acquisto, sicuri di trovare uno degli episodi più ricchi degli ultimi tempi. Non tutte le novità possono dirsi riuscite, ma quelle che funzionano, unitamente a tutte le modalità e le opzioni classiche, costituiscono un pacchetto interessante. È giusto comunque ribadire che, visto il coinvolgimento tecnico di Infinity Ward, Vanguard rompe le logiche di “rotazione triennale” dei Call of Duty: invece che rappresentare una sorta di terza via dopo le proposte di Modern Warfare e Cold War, questo capitolo si riavvicina alla mobilità, ai ritmi, al Time to Kill di due anni fa. Non è certo un male, vista anche la competenza con cui Sledgehammer ha disegnato e caratterizzato le mappe storiche; eppure - data la vicinanza fra alcuni episodi - viene da chiedersi se non sia ora di adottare un modello “game as a service” non solo per Warzone ma per tutto il franchise, evitando così il costo del biglietto annuale, magari “gonfiato” da dalla presenza di supplementi e appendici tutto sommato poco interessanti.

Multiplayer 8

Pro

  • Multiplayer ricco e divertente, uno dei migliori degli ultimi anni
  • Gunplay solido e soddisfacente, specie online
  • Buon comparto tecnico, al netto di qualche perplessità
Contro
  • Campagna breve e non memorabile
  • Diverse idee solo abbozzate nel single player
  • Intelligenza artificiale mediocre

Gamereactor 8

Pro
Grafica, sonoro e musica incredibili.
Bella storia con un gameplay diversificato.
La pattuglia e il ritmo di combattimento sono ottime aggiunte al multiplayer.
Gli ambienti distruttibili esaltano tutto
 
Contro
I lunghi filmati rovinano il ritmo in alcune occasioni della campagna.
Zombies è innaturalmente superficiale al momento del lancio, Non rischia mai troppo ed è un po' monotono nel suo nucleo.
 
The Games Machine 8
 
Pro
  • Comparto multigiocatore sempre al top / Una caterva di contenuti / Gameplay e gunplay solidi.

Contro

  • Campagna fin troppo deludente / Nessun salto di qualità per il franchise / Ha vari margini di miglioramento.

1634485.png

Link al commento
Condividi su altri siti

Buongiorno , gioco da 30 anni ai videogiochi , so' benissimo che bilanciare un gioco introdurre un po' di distruggibilita' pesa e non poco , possiedo x box one ( ora scarsina quindi so' ) e play 4 , nulla di che quindi tuttavia relativamente aVanguard ci troviamo davanti per l'utenza ( la maggiore ancora ) un prodotto un po' scadente rispetto agli altri call of duty , non entro troppo nella questione tecnica hit box indegna e troppo consenziente , audio ( spari ) un po' scarsi ( nella campagna il comparto e' migliore ) , voglio invece precisare in senso generale che il gioco e' a basso impatto a livello di costi ( nemmeno superiore al primo ww , sostanzialmente indegno a livello grafico e di gameplay ( dove pure ottengo buoni risultati ) la sensazione che si percepisce ( gia' un call of duty e' molto rapido e io rusho di continuo ) tuttavia non si ha l'impressione immersiva di simulazione , pare piu' anche se improprio un cartone animato .. non per le animazioni preciso e nemmeno per la grafica un po leggera ( il livello dell'audio non aiuta ..) tuttavia proprio non si ha la minima sensazione del combattimento ( probabile i ltime kill bassissimo ove basta intercettare il bersaglio per abbatterlo anziche doverci sparare con una minima insistenza , personalmente usando i mitra avvantaggia ma lo trovo poco realistico non nel tentativo similativo ma proprio nella leggereza del comparto che probabilemente per girare con un max di 24 e' alleggerito fino all' osso . sintetizzando nel multy l'arma non si ha percezione del possesso e dell'uso ( non riguarda l'intensita della vibrazione che e' pure decente anche se inferiore a cold war ) , non si percepisce anche ma questo e' un solo particolare l'incidenza del colpo a segno rispetto di quello a vuoto ( uso gli incendiari e mi trovo bene  per ovviare all sensazione di non percettibilita' ) , eccessivamente e' stato eliminato ( forse e' quello ) la fiammata che era troppo invadente e rimane il rinculo il contraccolpo il fumo ( corretto ) ma non si ha la sensazione che l'arma spari .

Tutto qua' molto deludente , non entro nel discorso gameplay che trovo caotico anche se amo gl scontri ravvicinati.

 

Saluti a tutti. 

Link al commento
Condividi su altri siti

Tom’s hardware 7.5

Pro

  • Gunplay solido come sempre
  • Multiplayer ricco di mappe e divertente da giocare
  • Sistema di progressione per ami, operatori e sfide coinvolgente

Contro

  • La breve durata della campagna penalizza alcuni spunti interessanti
  • Non tutti gli operatori offrono un gameplay stimolante
  • Per Zombi bisognerà ancora attendere

Spaziogames 7.6

Pro

  • La campagna nasconde qualche buon spunto narrativo…
  • Multigiocatore ricco di contenuti come da tradizione per la serie
  • Zombie è una certezza per il divertimento in compagnia
  • Cross play implementato fin dal lancio

Contro

  • … ma è troppo breve e lineare per riuscire a coinvolgere
  • Sono necessari diversi bilanciamenti per armi e specialità online
  • Qualche singhiozzo tecnico di troppo

 

1634485.png

Link al commento
Condividi su altri siti

Call of Duty Vanguard è andato incontro a un vero e proprio crollo in termini di vendite al lancio per quanto riguarda il mercato del Regno Unito, pur conquistando comunque agilmente il primo posto nella classifica settimanale dei giochi più venduti.

Secondo quanto riferito da GamesIndustry.biz, in base ai dati raccolti da GSD, Call of Duty Vanguard avrebbe fatto segnare il 40% di vendite in meno rispetto al capitolo precedente, Call of Duty: Black Ops Cold War, sempre per quanto riguarda il Regno Unito.

Il calo è più netto sul fronte del mercato fisico, ma è sensibile anche per l'edizione digitale del gioco: su quest'ultimo fronte, Vanguard ha fatto registrare il 26% di vendite in meno rispetto al capitolo precedente, mentre in edizione fisica è calato del 44%.

Questo potrebbe indicare una certa stanchezza per il brand, ormai da anni riproposto a cadenza annuale con l'intera Activision praticamente dedicata a questo. Tuttavia, si tratta sempre del secondo maggior lancio dell'anno in UK, superato solo da FIFA 22. Proprio i due titoli in questione si contendono la vetta della classifica settimanale nel Regno Unito per quanto riguarda la settimana conclusa il 6 novembre 2021

1634485.png

Link al commento
Condividi su altri siti

Abbiamo visto come Call of Duty Vanguard abbia subito un crollo nelle vendite ma non era ancora chiara l'entità di questo calo, ebbene possiamo averne un'idea più precisa pensando che si tratta del peggior lancio per un capitolo della serie in 14 anni, per quanto riguarda il Regno Unito.

Come riportato in precedenza, sempre per quanto riguarda i dati relativi all'UK, per Call of Duty Vanguard si sono rilevate vendite crollate del 40% e il fatto che su PS5 e PS4 si concentra il 57% delle vendite al lancio, ma c'è un'altra informazione piuttosto significativa che arriva da VGC, in base a varie fonti legate all'analisi del mercato, ovvero che quello di Call of Duty Vanguard è il peggior lancio per la serie nel Regno Unito dai tempi del primo Call of Duty: Modern Warfare, uscito nel 2007.

Dal 2007 in poi, tutti i capitoli di Call of Duty hanno avuto un lancio migliore di Vanguard nel Regno Unito, con il record ancora spettante a Call of Duty: Black Ops del 2010, che aveva venduto il 200% in più rispetto al nuovo capitolo, ma anche titoli che sono sempre stati considerati meno di successo, come Call of Duty: Ghosts e Call of Duty: Infinite Warfare, erano riusciti a totalizzare vendite superiori, rispettivamente del 52% e del 16% rispetto al nuovo titolo.

In ogni caso, per quanto negativi, i numeri indicano comunque che quello di Call of Duty Vanguard è il secondo lancio migliore nel Regno Unito nel 2021, dopo quello di FIFA 22, con il titolo che è comunque risultato primo nella classifica settimanale. Tuttavia, è chiaro come la serie stia affrontando un momento di flessione, forse dovuto alla stanchezza del pubblico nei confronti di un brand spinto a cadenza annuale da molto tempo.

1634485.png

Link al commento
Condividi su altri siti

Il giornalista Christopher Dring di Gamesindustry ha svelato un dato davvero interessante sulle vendite di Call of Duty: Vanguard su Xbox nel Regno Unito: il 90% delle copie sono state digitali. Si tratta di una percentuale soverchiante rispetto alle vendite fisiche, cui rimane un misero 10%, che si spiega con la particolare diffusione delle console Xbox sul territorio.

Di base Xbox Series X e Series S hanno venduto lo stesso numero di unità, con una proporzione di circa 50/50. Essendo Series S solo digitale è normale che i suoi possessori non comprino i giochi nei negozi. Con Series X la situazione è differente, ma considerando che comunque il mercato va spostandosi sempre di più verso il digitale, le vendite fisiche non hanno aiutato a riequilibrare la situazione.

Diciamo che nell'ecosistema Xbox le vendite fisiche sono ormai un fenomeno marginale, quasi di nicchia, contro quelle digitali che rappresentano il grosso del mercato della piattaforma. Difficile dire se su PS5 sia lo stesso. Anche la console di Sony ha un'edizione solo digitale, ma gli ultimi dati conosciuti parlano di vendite molto maggiori per l'edizione con disco.

1634485.png

Link al commento
Condividi su altri siti

Secondo quanto riportato dall'insider @RalphsValve, Activision Blizzard starebbe pensando di rivedere l'annualità della serie Call of Duty, modificando la cadenza di lancio dei titoli della serie. Purtroppo non si parla di motivazioni, ma non è difficile immaginare dove possa essere il problema.

I cicli di sviluppo dei titoli tripla A si stanno facendo sempre più lunghi e lo schema adottato finora con successo dai Call of Duty, basato sull'impiego di tre team distinti, più altri d'appoggio, che si alternano alla guida della serie, potrebbe non funzionare nell'immediato futuro.

Del resto gli ultimi episodi hanno avuto diversi problemi in termini di pulizia e contenuti e negli anni si è parlato di numerosi tagli adoperati per consentire il lancio entro la data stabilità. Quindi la soluzione potrebbe essere quella di allungare il tempo di sviluppo dei singoli giochi, lanciando un capitolo ogni due anni.

1634485.png

Link al commento
Condividi su altri siti

21 ore fa, AngelDevil ha scritto:

Secondo quanto riportato dall'insider @RalphsValve, Activision Blizzard starebbe pensando di rivedere l'annualità della serie Call of Duty, modificando la cadenza di lancio dei titoli della serie. Purtroppo non si parla di motivazioni, ma non è difficile immaginare dove possa essere il problema.

I cicli di sviluppo dei titoli tripla A si stanno facendo sempre più lunghi e lo schema adottato finora con successo dai Call of Duty, basato sull'impiego di tre team distinti, più altri d'appoggio, che si alternano alla guida della serie, potrebbe non funzionare nell'immediato futuro.

Del resto gli ultimi episodi hanno avuto diversi problemi in termini di pulizia e contenuti e negli anni si è parlato di numerosi tagli adoperati per consentire il lancio entro la data stabilità. Quindi la soluzione potrebbe essere quella di allungare il tempo di sviluppo dei singoli giochi, lanciando un capitolo ogni due anni.

Sarebbe cosa buona e giusta!

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 2 settimane dopo...

Activision ha pubblicato il trailer di lancio di Call of Duty: Warzone Pacific, il maxi aggiornamento del gioco che sarà lanciato il 9 dicembre 2021. Il filmato mostra alcune sequenze filmate realizzate con il motore di gioco, che mostrano Caldera, la nuova mappa, nonché alcune delle situazioni che teoricamente i giocatori si troveranno a vivere, tra cecchini, duelli aerei, veicoli vari, sbarchi e tutti gli stilemi che ci si possono aspettare da un titolo simile.

Il filmato ci ricorda anche che i possessori di Call of Duty: Vanguard, l'ultimo titolo canonico della serie, avranno accesso a Call of Duty: Warzone Pacific l'8 dicembre 2021, ossia con un giorno di anticipo rispetto a tutti gli altri. Si tratta di un buon incentivo, per gli ulta appassionati della serie.

Per il resto vi ricordiamo che Call of Duty: Warzone Pacific segnerà anche l'avvio della Stagione 1 - Operazione Vulcan del nuovo scenario, con contenuti pensati appositamente. Come già riportato, la mappa è ambientata su un'isola dalla forma circolare ed è composta da quindici vaste aree, ovvero Arsenal, Docks, Runway, Ruins, Mines, Peak, Beachead, Village, Lagoon, Airfield, Fields, Sub Pen, Power Plant, Capital e Resort.

FF8XIdQXIAItHdm?format=jpg&name=4096x409

 

1634485.png

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 5 settimane dopo...

Secondo quanto indicato da GSD e da VGC, Call of Duty Vanguard ha venduto nel Regno Unito il 36% in meno nel 2021 rispetto al precedente capitolo. Inoltre, pare essere il gioco della serie con il lancio peggiore degli ultimi 14 anni.

Precisamente, GSD segnala che Call of Duty Vanguard ha venduto sì meno di Call of Duty Black Ops Cold War in UK, ma è comunque diventato il secondo più venduto, subito dietro a FIFA 22. Calcolando sia i dati fisici che quelli digitali, GSD spiega che nella settimana di lancio le vendite sono state del 40% inferiori rispetto al precedente titoli di COD.

VGC afferma poi che, secondo i dati a sua disposizione, Call of Duty Vanguard è stato il COD con la peggior settimana di lancio degli ultimi 14 anni. Solo Call of Duty Modern Warfare del 2007 è stato in grado di fare peggio nella prima settimana.

Passando agli USA, NPD afferma che Call of Duty Vanguard è il secondo gioco più venduto sia dell'anno 2021 che di novembre (mese di uscita), ma non è stato in grado di superare quanto fatto da Call of Duty Black Ops Cold War nello stesso periodo.

Questa la classifica dei migliori lanci della saga nel Regno Unito:

  1. Black Ops (2010)
  2. Modern Warfare 3 (2011)
  3. Modern Warfare 2 (2009)
  4. Black Ops 2 (2012)
  5. Advanced Warfare (2014)
  6. WWII (2017)
  7. Black Ops 3 (2015)
  8. Ghosts (2013)
  9. Modern Warfare (2019)
  10. Black Ops Cold War (2020)

 

1634485.png

Link al commento
Condividi su altri siti

Activision scrive una lettera aperta a tutti i giocatori preoccupati per lo stato in cui versano attualmente Call of Duty Vanguard, Warzone Pacific e Modern Warfare, sicuramente non all'altezza della loro fama.

Con un comunicato congiunto affidato al blog istituzionale della serie, i team che si occupano dei giochi di Call of Duty ammettono che, nonostante abbiano già implementato un gran numero di aggiornamenti, "resta ancora molto lavoro da fare". Per questo motivo, hanno deciso di rinviare il lancio della Stagione 2 di Call of Duty Vanguard, Warzone Pacific: inizialmente previsto per il 2 febbraio, risulta ora essere fissato al 14 febbraio 2022.

"Useremo questo tempo aggiuntivo di sviluppo per implementare aggiornamenti, tra cui ottimizzazione al gameplay, al bilanciamento di gioco (inclusi il bilanciamento di armi ed equipaggiamento), per migliorare la stabilità e correggere bug, e per assicurarci un livello generale di rifinitura per migliorare l'esperienza di gioco in Vanguard, Warzone Pacific, Black Ops Cold War e Modern Warfare". Il comunicato si conclude con la promessa di una comunicazione più frequente e celere riguardo allo stato di Call of Duty.

 

1634485.png

Link al commento
Condividi su altri siti

Dopo ore di speculazioni e voci di corridoio, abbiamo finalmente una dichiarazione ufficiale da parte di Phil Spencer. Il leader di Microsoft Gaming è intervenuto con un post su Twitter per specificare che Call of Duty non sparirà dalle console PlayStation. A quanto pare Spencer e Sony hanno discusso dell'argomento nel corso di questa settimana, e Microsoft ha confermato che gli obblighi contrattuali saranno rispettati come da programma.

"Ho avuto un incontro positivo con i leader di Sony questa settimana. Ho confermato la nostra intenzione di onorare tutti gli accordi esistenti dopo l'acquisizione di Activision Blizzard e il nostro desiderio di mantenere Call of Duty su PlayStation. Sony è una parte importante del nostro settore e apprezziamo il nostro rapporto". A meno di future precisazioni, magari riguardanti contenuti specifici dei prossimi capitoli premium della serie, la discussione riguardo all'eventuale esclusività del brand di Call of Duty sembra a questo punto conclusa.

 

Call of Duty potrebbe abbandonare la cadenza annuale in seguito all'acquisizione di Activision Blizzard da parte di Microsoft: l'opzione sta venendo discussa da alcuni dirigenti, secondo quanto riportato da Bloomberg.

1634485.png

Link al commento
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Call of Duty rimarrà disponibile anche su PlayStation, ma per quanto? Pare che Sony abbia un accordo commerciale con Activision in relazione alla serie sparatutto fino al 2024: lo riferisce l'insider Colt Eastwood.

 

Call of Duty: Vanguard dovrebbe ricevere il multiplayer classificato con l'arrivo della Stagione 2, prevista a metà febbraio dopo lo slittamento annunciato nei giorni scorsi, rappresentando così un notevole passo avanti sul fronte del multiplayer competitivo.

Il nuovo capitolo della serie è arrivato lo scorso ottobre privo del matchmaking classificato, il quale era stato annunciato in arrivo con un aggiornamento successivo, ma ancora non è stato implementato nel gioco.

La questione viene riferita in maniera piuttosto chiara in un nuovo post sul sito della Call of Duty League: "Il gioco classificato è previsto arrivare insieme ai nuovi contenuti di Call of Duty: Vanguard a febbraio", si legge, in maniera piuttosto definita. Non sappiamo se il 14 febbraio stesso, con il lancio della Stagione, sia già tutto pronto per l'avvio del multiplayer classificato, ma in ogni caso dovrebbe avvenire nello stesso periodo, in maniera simile a quanto successo anche per Call of Duty: Black Ops Cold War, che ha ricevuto anch'esso il classificato solo a febbraio 2021, alcuni mesi dopo l'uscita originaria.

FJpTDYpWQAEJb0v?format=jpg&name=large

Modificato da AngelDevil

1634485.png

Link al commento
Condividi su altri siti

Call of Duty 2022 comincia a fare capolino tra le comunicazioni ufficiali di Activision Blizzard e i suoi team interni, in particolare con la conferma che sarà Infinity Ward a occuparsene, come riferito chiaramente dal team con un criptico tweet che tuttavia fa ben capire chi sia l'autore del prossimo capitolo, oltre all'idea che rappresenti una nuova generazione.

"Una nuova generazione di Call of Duty sta arrivando, restate concentrati", si legge nel laconico messaggio da parte di Infinity Ward. È chiaro che il team in questione è il responsabile del nuovo capitolo della serie previsto per il 2022, ma al di là di questo è difficile trarre molte altre informazioni.

Sembra che una presentazione sia in arrivo tra breve, e la cosa sarebbe confermata anche dall'idea di lanciare il Call of Duty del 2022 un po' in anticipo rispetto a quanto successo con Call of Duty: Vanguard, dunque potrebbe essere mostrato già nei prossimi mesi. In ogni caso, c'è un elemento particolare che emerge dal messaggio: il riferimento alla "nuova generazione", secondo alcuni, potrebbe essere un'indicazione del passaggio netto a PS5 e Xbox Series X|S per il capitolo del 2022, abbandonando dunque la generazione precedente.

I tempi sarebbero forse maturi per una scelta del genere, ma ovviamente attendiamo eventuali delucidazioni da parte del team. Dovrebbe trattarsi di un seguito diretto di Call of Duty: Modern Warfare del 2019, che a sua volta era una sorta di remake/reboot dell'omonimo di anni prima, che però ha modificato piuttosto profondamente la storia.

1634485.png

Link al commento
Condividi su altri siti

Partecipa alla conversazione

Puoi pubblicare ora e registrarti più tardi. Se hai un account, accedi ora per pubblicarlo con il tuo account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Hai incollato il contenuto con la formattazione.   Rimuovere la formattazione

  Sono consentiti solo 75 emoticon max.

×   Il tuo collegamento è stato incorporato automaticamente.   Mostra come un collegamento

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Pulisci editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Crea Nuovo...