Vai al contenuto

Serie A TIM


Uroboros

Messaggi raccomandati

16 minuti fa, AngelDevil ha scritto:

Dipenderà tutto da L'Atalanta, mercoledì e domenica con il Milan.

Il Napoli vince sicuro.

tralasci il problema principale, devi vedere se vinciamo noi 🤣,  atalanta se la gioca perchè tra un posto ed un altro ballano soldi, quindi ci sta che non ci rinuncino

Link al commento
Condividi su altri siti

Nella notte, Cristiano Ronaldo ha fatto portare via tutte le sue supercar dal garage della sua abitazione torinese, in cui risiedevano dal momento del suo arrivo alla Juventus. La decisione dell’asso portoghese non fa che alimentare le voci su un suo addio al mondo bianconero alla fine di questa stagione. 

 

1634485.png

Link al commento
Condividi su altri siti

Un occhio alla corsa Champions, un altro alla finale di Coppa Italia con l'Atalanta: la Juventus si gioca tanto in pochi giorni e, nonostante le mille difficoltà, ha l'opportunità di congedarsi dalla stagione 2020/2021 con il secondo trofeo stagionale in bacheca dopo la Supercoppa Italiana.

Andrea Pirlo, parlando in conferenza stampa, ha spiegato come la sua squadra arriva a questo importantissimo appuntamento.

"Sarà necessario alzare il ritmo, è così quando si incontra l’Atalanta. Dovremo giocare con intensità e lo sappiamo. Siamo pronti ad affrontarli, consapevoli di cosa ci aspetta. Non credo che sarà una partita molto diversa dalle altre due”.

Per la Juventus si tratta di una settimana fondamentale.

“Adesso pensiamo a domani. Siamo in finale e c’è un trofeo da alzare, al resto penseremo da giovedì. Ci siamo guadagnati questa sfida superando l’Inter dopo due partite molto combattute. C’è grande voglia di portare a casa la Coppa”.

I bianconeri dovranno fare i conti con una defezione importante in difesa.

“Bonucci non ci sarà. Ha avuto un problema al ginocchio nel corso dell’allenamento di ieri, si tratta di una distorsione”.

Secondo Pirlo, il fatto che la Juventus sia ad un bivio in campionato non influirà sulla prestazione.

“Non cambia niente, siamo concentrati solo su domani. Le nostre energie adesso sono per la Coppa Italia, poi inizieremo a parlare del resto”.

Il tecnico bianconero non ha parlato di riconferma e futuro.

“Ho già risposto mille volte a questa domanda. Io penso solo a fare bene il mio lavoro. Adesso voglio chiudere la stagione alla grande, vincendo sia domani che domenica. Ci sarà tempo poi per parlare di futuro”.

Pirlo non si è sbilanciato sulle scelte in attacco.

“Chi ci sarà con Cristiano Ronaldo? Le soluzioni sono diverse, tutti i nostri attaccanti stanno bene. Decideremo domani chi gioca”.

La Juventus arriva a questa finale in un buono stato di forma.

“I dati ci dicono che a livello fisico la squadra sta molto bene. Corriamo e sprintiamo più degli altri e anche nell’ultima partita abbiamo fatto bene. Adesso conta di più la testa, se sta bene con quella poi le gambe girano da sole”.

All’Olimpico è prevista anche la presenza di un numero ristretto di tifosi.

“E’ una cosa entusiasmante. In Champions abbiamo avuto la possibilità di giocare due volte con quasi ventimila spettatori e c’è differenza. Alcune squadre sono abituate a giocare con i tifosi. Noi abbiamo bisogno di certi stimoli, di quelle cose che ti fanno salire l’attenzione”.

Il tecnico bianconero si è soffermato sulle condizioni di Dybala.

“Sta bene e si è allenato bene. Con il Sassuolo ha giocato una buona partita, mentre con l’Inter non è entrato perché eravamo in inferiorità numerica. E’ a disposizione”.

Infine un accenno a Gasperini.

“Io sono sono stato fortunato: ho fatto due finali nel mio primo anno, mentre lui ne ha fatte due in tanti anni e nonostante le sue grandi capacità. Siamo diversi, sia dal punto di vista del carattere che dei percorsi. Ha portato l’Atalanta ad affermarsi in Europa e si sta togliendo grande soddisfazioni, mentre io sono solo all’inizio”.

1634485.png

Link al commento
Condividi su altri siti

La Juve e l'Atalanta hanno giocato una finale che è stata un inno alla gioia.
Calcio spettacolo puro, sotto ogni punto di vista.
Brave tutte e due, avessimo giocato così e perso in campionato non mi sarei arrabbiato, non capisco come questi giocatori, capaci di queste partite, per qualche settimana stacchino la spina e smettano letteralmente di giocare a calcio.
Speriamo nel miracolo in questo fine settimana e poi aspettiamo le decisioni di Agnelli, sperando in bene.

Per il calciomercato, a prescindere dalla crisi finanziaria, vi ricordo che liberarsi degli esuberi (qualcuno ha detto Ramsey?) è praticamente impossibile se gli regali stipendi faraonici che nessuno al mondo è disposto a concedergli.

Modificato da Tharnak

http://gamercard.mondoxbox.com/mondo/tharnak.png

Link al commento
Condividi su altri siti

È ufficiale, l’Inter potrà contare sul finanziamento da 275 milioni di euro, concesso dal fondo americano Oaktree. A diffondere la notizia, lo stesso club nerazzurro mediante una nota all'Ansa. Zhang potrà così saldare gli oneri e rimanere al comando dell’Inter.

"A seguito di un processo di due diligence e con una comune visione a lungo termine del progetto, è stata finalizzata oggi un'operazione di finanziamento a livello di azionariato con fondi gestiti da Oaktree Capital Management, L.P.. Con questo finanziamento, l'azionista continuerà a sostenere FC Internazionale Milano, con l'obiettivo di superare le difficoltà e le opportunità perse durante il periodo di Covid".

Modificato da AngelDevil

1634485.png

Link al commento
Condividi su altri siti

Claudio Ranieri ha deciso che non rimarrà alla guida della Sampdoria per la prossima stagione. Il tecnico del Testaccio ha comunicato al club la volontà di lasciare Genova, prima di farlo ufficialmente in conferenza stampa, l'ultima di vigilia alla guida blucerchiata.

Alla base della decisione di Ranieri non ci sarebbe la semplice motivazione di un ciclo ritenuto 'chiuso' dall'allenatore romano, arrivato a stagione in corso nell'autunno 2019 al posto di Eusebio di Francesco.

1634485.png

Link al commento
Condividi su altri siti

L'ultima giormnata di serie A regala la Champions a Milan, Atalanta e Juventus, che chiudono rispettivamente seconda, terza e quarta. Resta fuori dalla Coppa più importante il Napoli, bloccato dal Verona sull'1-1 al San Paolo. Sesta la Lazio, mentre la Roma finisce settima davanti al Sassuolo per differenza reti e va in Conference, la nuova competizione europea.

1634485.png

Link al commento
Condividi su altri siti

Partecipa alla conversazione

Puoi pubblicare ora e registrarti più tardi. Se hai un account, accedi ora per pubblicarlo con il tuo account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Hai incollato il contenuto con la formattazione.   Rimuovere la formattazione

  Sono consentiti solo 75 emoticon max.

×   Il tuo collegamento è stato incorporato automaticamente.   Mostra come un collegamento

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Pulisci editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

×
×
  • Crea Nuovo...