Vai al contenuto

Quale e' stato il virus che ha causato piu' vittime ?


Messaggi raccomandati

Record assoluto per il numero dei contagi in Italia: nelle ultime 24 ore sono stati 7.332 (ieri erano stati 5.901), che portano il totale a 372.799. Il dato più alto prima di oggi dall'inizio dell'emergenza si era registrato il 21 marzo, con 6.557 casi in un giorno: in quel caso, però, i tamponi fatti furono 26.336. Nell'ultimo giorno, invece, sono stati 152.196. Le vittime sono 43, due di più rispetto a ieri.

Lone+Wolf+X0.png

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • Risposte 110
  • Creato
  • Ultima Risposta

Miglior contributo in questa discussione

Miglior contributo in questa discussione

Bollettino coronavirus 16 ottobre: tabella contagi in Italia per Regione

 

Ecco invece i dati aggiornati a oggi 16 ottobre nelle varie regioni in Italia:

 

Lombardia: 19.128 +2.419

Piemonte: 8.058 +821

Emilia Romagna: 8.033 +544

Veneto: 8.138 +704

Lazio 12.317 +795

Toscana: 8.515 +755

Liguria: 3.241 +585

Marche: 1.754 +1115

Campania: 14.354 +1.261

Puglia: 4.673 +313

Trento: 725 +111

Sicilia: 5.934 +578

Abruzzo: 1.993 +203

Friuli-Venezia Giulia: 1.799 +165

Bolzano: 1.303 +128

Sardegna: 3024 +186

Umbria: 1.961 +198

Valle d’Aosta 382 +27

Calabria: 904 +102

Molise: 265 +21

Basilicata: 583 +57

Lone+Wolf+X0.png

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • 2 settimane dopo...

Il premier Giuseppe Conte ha firmato il nuovo Dpcm con le misure restrittive anti-Covid, tra le quali la chiusura alle ore 18 di tutti i ristoranti, bar e gelaterie, che però saranno aperti la domenica. Il consumo al tavolo sarà consentito a un massimo di 4 persone. Il governo, si apprende, sta accelerando sulle misure di ristoro da 1,5-2 miliardi per le categorie messe più in difficoltà dalle misure. Il Dpcm sarà in vigore da lunedì al 24 novembre.

 

Dad alle superiori - Nelle scuole superiori sarà possibile portare la didattica a distanza anche oltre il 75%. La disposizione contenuta nel dpcm va, di fatto, incontro alle diverse Regioni che avevano chiesto di portare la Dad al 100%.

 

Palestre e piscine - Il decreto prevede la chiusura di palestre, piscine, centri natatori, centri benessere e centri termali.

 

Cinema e teatri - Il nuovo dpcm prevede la chiusura di cinema, teatri, casinò e sale scommesse.

 

Funzioni religiose - Il nuovo dpcm consente lo svolgimento delle funzioni religiose, nel rispetto dei protocolli anti-Covid. Consentito anche l'accesso ai luoghi di culto, ma con misure organizzative tali da evitare la formazione di assembramenti.

 

Matrimoni - Vietate, invece, le feste di nozze. Nel testo si legge infatti che "sono vietate le feste nei luoghi al chiuso e all'aperto, ivi comprese quelle conseguenti alle cerimonie civili e religiose". Per le abitazioni private, il dpcm raccomada fortemente di non ricevere persone in casa, diverse dai conviventi, salvo che per esigenze lavorative o per necessità e urgenza.

 

Spostamenti - Nella versione definitiva del Dpcm viene "fortemente raccomandato a tutte le persone fisiche di non spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, salvo che per esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi". Nessun riferimento a spostamenti tra Comuni o tra Regioni che restano quindi consentiti, ma andrebbero fatti soltanto se veramente necessari.

 

Impianti sciistici - Saranno chiusi gli impianti nei comprensori sciistici: gli stessi possono essere utilizzati solo da parte di atleti professionisti e non professionisti, riconosciuti di interesse nazionale dal Comitato olimpico nazionale italiano (Coni), dal Comitato Italiano Paralimpico (CIP) e/o dalle rispettive federazioni per permettere la preparazione finalizzata allo svolgimento di competizioni sportive nazionali ed internazionali o lo svolgimento di tali competizioni. Gli impianti sono aperti agli sciatori amatoriali solo subordinatamente all'adozione di apposite linee guida Regioni o dalla Conferenza delle regioni e delle province autonome.

 

Concorsi pubblici e privati - Si potranno ancora svolgere i concorsi pubblici e privati. Nel testo del Dpcm firmato dal premier Giuseppe Conte è infatti saltato il divieto di svolgimento previsto nella bozza.

 

Convegni e congressi - Sospesi, invece, convegni e congressi, eccezion fatta per quelli che si svolgono in modalità da remoto. Tutte le manifestazioni pubbliche si dovranno svolgere in assenza di pubblico.

Lone+Wolf+X0.png

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • 2 settimane dopo...

Il governo ha deciso. Dopo numerose ipotesi e numerose fughe di notizie ora appare chiaro che l'esecutivo guidato da Giuseppe Conte ha sciolto il nodo relativo al coprifuoco. Secondo quanto riportano Ansa e AdnKronos nella bozza del decreto il coprifuoco dovrebbe scattare alle ore 22 su tutto il territorio nazionale.

 

«Dalle ore 22.00 alle ore 5.00 sono consentiti esclusivamente gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, da situazioni di necessità ovvero per motivi di salute. E in ogni caso fortemente raccomandato a tutte le persone fisiche, per tutto l'arco della giornata, di non spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, salvo che per esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi»

Lone+Wolf+X0.png

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Le ultime notizie sul Coronavirus in Italia, i dati e le news dal mondo di oggi mercoledì 4 novembre. Giuseppe Conte ha firmato il nuovo Dpcm di novembre, valido da domani fino al 3 dicembre. Le misure prevedono il coprifuoco dalle 22 alle 5 in tutto il Paese e una suddivisione delle regioni italiane in zone rosse, arancioni e gialle; nelle prossime ore si saprà a quale area appartiene ogni regione. Per le zone rosse è previsto lockdown con chiusura di molte attività e divieto di spostamenti. Il bollettino di ieri riferisce 28.244 casi Covid nel nostro Paese e 353 morti Covid nelle ultime 24 ore. Oggi 2.436 casi in Veneto, 265 in Basilicata, 249 a Bolzano, 653 nelle Marche. La pandemia accelera nel mondo, soprattutto in Europa e Nord America: più di 36mila nuovi casi in Francia. Nel Regno Unito 20.000 contagi alla vigilia del nuovo lockdown.

Lone+Wolf+X0.png

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Il nuovo Dpcm slitta a venerdì


Area rossa In zona rossa ci sono Calabria, Lombardia, Piemonte e Valle d'Aosta. Secondo l'ultimo Dpcm, prevede mobilità interna solo per "comprovate esigenze" (motivi di lavoro, salute e emergenze), apertura solo per asili nido, scuole per l'infanzia, elementari e prime medie, chiusura dei negozi ad eccezione di alimentari, farmacie, parafarmacie, tabaccai, edicole. Restano aperti parrucchieri e barbieri mentre devono chiudere mercati, bar e ristoranti. Si può acquistare cibo d'asporto. E' sospesa l'attività nei centri sportivi ma è consentita esclusivamente all'aperto e in forma individuale. E' anche permessa l'attività attività motoria in prossimità della propria abitazione mantenendo le distanze e usando la mascherina.

 

Area arancione Nelle aree arancione ci sono Puglia e Sicilia. Non servirà l'autocertificazione per uscire da casa, ma non sarà possibile entrare o uscire dalla Regione o spostarsi da un Comune all'altro, tranne che per comprovate esigenze dunque motivi di lavoro, salute e emergenze. Chiusi bar, gelaterie e ristoranti fatti salvo per i servizi da asporto e la consegna domicilio. Palestre e piscine restano chiuse, ma è ancora possibile fare attività individuale all'aperto nel rispetto del distanziamento. Restano aperti parrucchieri, barbieri ed estetisti. La didattica a distanza è estesa a tutte le classi delle scuole superiori, mentre alle elementari e alle medie è prevista l'attività in presenza con mascherina. I musei sono chiusi e sono sospesi tutti i concorsi. Nei fine settimana sono chiusi anche i centri commerciali.

 

Area gialla Abruzzo, Basilicata, Campania, Emilia Romagna, Lazio, Veneto, Liguria, Toscana, Molise, Marche, Sardegna e Friuli Venezia Giulia rientrano nell'area gialla insieme alle province di Trento e Bolzano. In queste zone ci sono le misure restrittive più "morbide" previste nel Dpcm. Le scuole in Campania resteranno chiuse anche se la Regione è stata inserita nella lista delle aree "gialle" che prevede didattica in presenza tranne che per le superiori di secondo grado. La Campania resterà invece ferma sulla chiusura di ogni grado delle scuole che proseguiranno con didattica a distanza, quindi dopo la pubblicazione del provvedimento del governo in gazzetta Ufficiale verrà emessa un'ordinanza per confermare la chiusura.

 

Area verde Non ci sono Regioni in verdi, ha spiegato il premier "perché il virus corre".

 

202459792-dca15996-27da-456c-add8-e66eaf

Lone+Wolf+X0.png

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
  • 2 mesi dopo...

Partecipa alla conversazione

Puoi pubblicare ora e registrarti più tardi. Se hai un account, accedi ora per pubblicarlo con il tuo account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Hai incollato il contenuto con la formattazione.   Rimuovere la formattazione

  Sono consentiti solo 75 emoticon max.

×   Il tuo collegamento è stato incorporato automaticamente.   Mostra come un collegamento

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Pulisci editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Crea Nuovo...