Vai al contenuto

Halo Infinite: Campagna


AngelDevil

Messaggi raccomandati

ATTENZIONE, in questo post potreste incorrere in qualche SPOILER.
_________________________________________________________________________________________

Ho finito la campagna circa 2 settimane fa, ma ho voluto attendere un po' di tempo, prima di parlarne, un po' perché volevo discuterne più a mente fredda, un po' perché ne ho parlato così tanto tra amici, che non avevo la testa e la forza di riportare la mia analisi ed esperienza su questo ultimo capitolo della serie Halo.

Detto ciò, in breve, per chi non vuole minimamente andare oltre a questo wall of text, vi dico che la mia analisi sarà principalmente negativa. Purtroppo non riesco a salvare quasi nessun punto di questo nuovo capitolo.

INTRO

Partiamo dal principio, nel lontano 2001, cosa ha reso Halo davvero unico a suo tempo?
L'elemento chiave, che più ha contraddistinto ed affascinato i giocatori di tutto il mondo, è stato sicuramente il GAMEPLAY.

Ai tempi, soprattutto nel panorama console, è stato un qualcosa di fresco, con comandi che si sposavano alla perfezione con la periferica del controller, che, prima di allora, solo il tanto decantato Goldeneye, per Nintendo 64, era riuscito in tale impresa.

Avevamo uno sparatutto in prima persona, che strizzava l'occhio al celebre Half-Life.
Non a caso, ci sono tantissimi elementi in comune tra i due giochi. Dal protagonista silenzioso, ligio al dovere, che non si fa domande su quello che sta avvenendo a schermo, in modo tale da essere un tutt'uno con il giocatore stesso. Noi eravamo quella macchina di distruzione, fino ad essere considerati, per i vari nemici Covenant, un "Demone".

Fu un esperimento che, a suo tempo, funzionò, con una storia che veniva raccontata anche senza intermezzi, grazie all'espediente dell'IA Cortana, collocata nei punti cardine della campagna, che riusciva a fornirci delle indicazioni, sia di trama, sia di avanzamento, arrivando a funzionare persino meglio di quello che fu 3 anni addietro, il leggendario Half-Life.

Se a tutto ciò, aggiungiamo la possibilità di utilizzare veicoli, quali Warthog, Ghost, Scorpion, Banshee, e come se ciò non bastasse, anche un'IA che ancora oggi fa scuola a molti videogiochi, direi che possiamo tranquillamente azzardarci a dire che fu davvero l'apoteosi degli sparatutto, almeno fino all'arrivo di Half-Life 2.

Questa formula di gioco, di capitolo in capitolo, non è MAI scomparsa, anzi, è quasi sempre stata migliorata, sia sul lato tecnico (distruzione veicoli, fisica migliorata, grafica etc.), sia sul lato strettamente ludico (abbordaggio, doppia arma, nuovi gadget e veicoli etc.).

Halo ha sempre puntato molto sull'epicità degli scontri, che dovevano risultare MEMORABILI per il giocatore.
Pensiamo al primo contatto con i Flood; alle grandi fughe a bordo del Warthog; alla prima volta che usi un Banshee ed al tuo primo scontro aereo; quando abbiamo indossato le vesti da Arbiter; quando abbiamo affrontato lo Scarab; quando abbiamo visto per la prima volta delle vere mini-bossfight come il Profeta, l'Eretico e Tartarus.

Tutta questa analisi è per far capire quali sono i punti che hanno reso Halo (lato campagna) celebre.

È innegabile che i momenti più memorabili ed avanguardistici (sotto alcuni aspetti) siano arrivati, in larga parte, dalla produzione di Bungie.
Potrebbe anche sembrare fortuna, ma bisogna dire che c'è stato un certo livello di sperimentazione.
È pur vero che si son trovati nel periodo e nel momento giusto, ovvero nel pieno boom di ciò che poteva offrire un ambiente 3D, ma resta il fatto che hanno avuto la forza e le competenze di realizzare un qualcosa che è ormai entrato di diritto nella Storia Videoludica.

NARRAZIONE

A differenza, invece, di 343, che eredita il brand, gestito comunque da alcuni ex-Bungie (ovviamente non tutta la produzione effettiva), ma che non riesce in qualche modo a lasciare il segno.
Non assistiamo più a delle trovate uniche. Il tutto, ormai, sa di già visto. È un problema che in larga parte si estende anche alle altre compagnie che sfornano Tripla-A, ma, per fortuna, c'è chi riesce in qualche modo a presentare tale formula con un buon racconto. Pensiamo al caso The Last of Us, che con la sua struttura narrativa ha ispirato poi altri giochi a venire.

E sotto questo aspetto, quelli di 343 ci provano a raccontare una degna storia, tentando di analizzare il lato umano di Chief, per poi gestire malamente i vari comprimari e la trama generale dell'opera, buttando alle ortiche villain, fazioni, anelli etc.
Una trama che sulla carta sembrava avere già una visione chiara, visto che si parlava di Reclaimer Trilogy, ma che, a conti fatti, è risultato essere una storia che è passata per svariati scrittori, con visioni totalmente differenti sul futuro della saga.

Tutto ciò ci ha portato ad avere Halo Infinite. Un gioco che SA, in ogni aspetto, di già visto.
Sul fronte narrativo, assistiamo al ritorno di quella struttura ideata da Bungie, ovvero di un Master Chief silenzioso, che dopo "l'errore commesso su Halo 4 e 5", decide di ritornare ad assumere il ruolo di soldato e macchina da guerra.

L'intera gestione, purtroppo, è terribile, perché non viene fornito uno straccio di motivazione, almeno all'interno dei videogiochi. Non viene minimamente curata l'evoluzione psicologica del personaggio, né tanto meno c'è cura su ciò che realmente è successo a tutti gli altri comprimari presenti in questo nuovo capitolo.

Dal finale di Halo 5, che lasciava presagire ad un destino nefasto per ogni specie senziente, oltre che ad una gestione davvero ardua per la trama effettiva, assistiamo alla scrittura più inaspettata da parte di 343, ovvero fare una sorta di reset effettivo della storia, ripartendo da un personaggio, Atriox, ed una fazione, quella dei Banished, con un background ed un modo di vivere che si identificano in tutto e per tutto nel significato della parola Brute.

Il problema è che il tutto vien portato avanti nel modo più esasperante possibile.
Ogni singolo dialogo del capo-guerra Brute (che, dopo i primi minuti di gioco, non è più Atriox, what?!) sembra un inno alla violenza, alla brutalità, allo schernimento dell'avversario ed alla sua sconfitta. Un atto di propaganda costante per la sua fazione, ma che risulta, a conti fatti, tediante per il giocatore, perché l'esperienza di gioco, con il passaggio all'open-world, è più diluita e quindi ancor più pesante da ascoltare.

Anche contando unicamente la storia principale, otterremmo urla scimmiesche per più di 7 ore di gioco, alternate dallo schioccare delle dita della nuova IA ed a battutine inutili che sembrano uscite dai film Marvel, nel tentativo di farci provare simpatia nel nuovo effettivo rimpiazzo a Cortana.

Il vero leader dei Banished, ovvero Atriox, non è praticamente pervenuto. L'intera gestione tra Atriox e Cortana è fumosa, così come il destino dell'Infinity, di Lasky, della Palmer, della Squadra Blu, del Team Osiris e della Halsey.

Senza contare anche la gestione della nuova razza, gli Eterni, presentata senza particolari approfondimenti, e che se confrontato con la presentazione con i Flood, ne esce con le ossa rotte, visto che, nonostante i tempi, erano stati capaci di generare un mistero molto intrigante.

Pur vero che questo nuovo Halo Infinite si presta ad essere un Game as a Service, sia lato campagna, sia lato multiplayer, ma questo primo "antefatto" non ha un'effettiva storia ben raccontata dall'inizio alla fine.

Assolutamente pessimo, anche se ci soffermassimo su questo tentativo di narrare episodicamente tutta la storia.

Unico punto degno di nota sono alcuni piano-sequenza, riusciti abbastanza bene in alcuni punti della storia.

GAMEPLAY

Ma parliamo anche del gioco in sé. Cosa c'è di così meritevole da far strappare i capelli? Cosa effettivamente fa gridare al capolavoro, per alcuni?

Non mi interessa discutere sul gusto e sul divertimento provato. Questo è un vero (tentativo) di analisi oggettiva dell'opera. Trovo inutile discutere su quanto sia stato adrenalinico e divertente abbattere orde su orde di nemici.
Se tenessimo conto di questo, potremmo anche dire che ogni gioco della serie FIFA, potrebbe galvanizzarci ad ogni goal.

Ad ogni modo, partiamo col dire che la struttura di gioco non evolve in nessun modo la serie.
L'abbraccio alla struttura semi-open-world non cambia minimamente le carte in tavola, anzi, in realtà peggiora svariati punti che un tempo erano solidi all'interno della serie.

Vi elencherò i vari problemi avuti con il passaggio all'open-world:

  • posizionamento dei nemici non calcolato, con suddetto superamento dell'ostacolo, assolutamente random. Un tempo, i Cecchini Jackal, gli Hunter, l'avanzamento e la posizione degli Elite erano strutturati in un certo modo.
    Qui, con l'offrire eccessiva libertà al giocatore, si ottiene solamente una rottura su questo delicato bilanciamento. Paradossalmente, il tutto funziona bene solo nelle missioni lineari o quando si affronta un boss di trama, ovvero quanto torna ad essere l'Halo più classico possibile;
  • IA dei nemici assolutamente più debole ed ignorante rispetto al passato. Ne esce con le ossa rotte, se provassimo a fare un confronto con le movenze degli Elite di Halo Reach, ma anche dei primi Halo. Così come i Brute di Halo 2;
  • veicoli per lo più inutilizzabili (se non in sporadici punti), visto che la struttura della mappa è piena zeppa di ostacoli, montagne, rocce, collinette etc.;
  • scontri fra veicoli pressoché assenti, proprio per via della struttura della mappa. Prima avevamo a che fare anche con 2-3 Ghost di fila. Pensiamo anche solo alla missione Metropoli di Halo 2.
  • marines che non sanno più pilotare alcun veicolo, rendendo pressoché inutile avere la possibilità di salire come passeggero o torrettiere;
  • struttura diluita dell'effettivo cuore del gioco con i vari avamposti da ripulire e marines da salvare;
  • cambio di scenari totalmente assente, per essere il più realistico possibile con la struttura della mappa;
  • skybox d'impatto totalmente assenti, proprio per far fronte alla ricostruzione 1:1 della mappa;
  • script di scena assenti, per rendere vivo l'ambiente circostante, come battaglie tra Banshee e Falcon, oppure Kraken di Halo 5, o anche Nave Covenant che spara raggio in Halo Reach e Halo 3 ODST;
  • edifici/strutture Brute e Prometeiche riciclate fino alla noia, con questi costanti 2 colori fissi, Rosso e Blu, quasi come se avessero davvero voluto omaggiare in qualche modo Red vs Blue, e al tempo stesso, questi colori simbolici del multiplayer. Questa strana scelta mi fa quasi pensare che l'intero gioco sia stato animato, sia in termini di strutture, che di posizionamento dei nemici, con la Fucina;
  • navicelle Phantom e Banshee, che appaiono o scompaiono magicamente nella mappa, senza dare né la giusta preparazione al giocatore, né la libertà di vederle esplodere a distanze siderali;
  • distruzione di veicoli/strutture inferiori rispetto ad ogni capitolo del gioco. I tempi di Halo 3 sono solo un lontano ricordo.

Proviamo ad analizzare anche quello che abbiamo ottenuto da questa struttura open-world, ovvero 4 tipologie di attività collocate in tutta la mappa fino alla noia:

  • avamposto da ripulire;
  • basi UNSC da riconquistare, con conseguente mini-sezione con nemici da abbattere;
  • marines da salvare, con conseguente mini-sezione con nemici da annichilire;
  • taglie (ovvero nemici con più energia, neanche così tanta quando incontriamo Jackal e Grunt) da affrontare, con conseguente mini-sezione con nemici da sconfiggere.

A questo, aggiungiamo anche i vari collezionabili, ovvero:

  • audiolog, di cui almeno circa una 90ina tra propaganda Brute e storie di guerra UNSC fatte da "PZIOM PZIOM, BANG, BOOM";
  • teschi, che non si possono neanche più impugnare, ma ok;
  • skin per il multiplayer, che ritengo un discutibile metodo di ottenimento. Francamente, l'avrei legata in maniera più furba nell'ottenimento di qualche Obiettivo, come già fatto in passato con Halo 3;
  • nuclei Spartan (per migliorare le abilità di cui a breve tratterò).

Ormai è prassi di diversi open-world, soprattutto quelli Ubisoft, avere anche una progressione e miglioramento di abilità/gadget del protagonista, per cui, assistiamo per la prima volta all'inserimento di questi elementi anche su Halo Infinite, che sono:

  • rampino;
  • scudo energetico (unica abilità passiva);
  • sensore di minaccia;
  • scudo portatile;
  • scatto propulsori.

Questi gadget riescono effettivamente a velocizzare e rendere più adrenalinico lo scontro.
Avendolo giocato anche a Leggendario, posso garantirvi che spesso, affrontando le varie orde di nemici, mi son trovato ad usare ognuno di questi elementi. Sicuramente, il tutto funziona in battaglie per lo più chiuse, come ad esempio nelle missioni lineari, perché effettivamente il gioco quasi obbliga al giocatore di prendere confidenza con tutto questo arsenale. A differenza, invece, di quando uno ripulisce i vari avamposti, che con l'abuso del rampino, può arrivare in punti ciechi per l'IA, fino a sparare da distanze siderali, abbattendo i vari ostacoli senza particolari problemi, quasi come se fosse un tiro al bersaglio.

E per finire, abbiamo le fantomatiche Boss-Fights, che non hanno chissà quali pattern interessanti, tali da renderli superiori ai citati Tartarus etc. (usciti nel lontano 2004). 
La strategia è pressoché la stessa. Scappare, sparare dalla distanza, scappare, sparare dalla distanza e così via.

Unica boss-fight con un minimo di identità è stata proprio quella finale con la Messaggera.

CONCLUSIONE

I grossi dubbi che avevo, durante il primo trailer e le successive news, hanno trovato, purtroppo, conferma.
Il cambio di ben DUE directors, già di per sé, non era assolutamente una buona notizia, ma la speranza è sempre stata l'ultima a morire.

Oggi, non ho grosse aspettative neanche sulla gestione futura del rilascio delle nuove campagne, date le premesse.

Peccato, perché ho sempre sostenuto e continuo a credere che Halo abbia tutte le carte in regole e delle buone basi per essere una space-opera davvero di un certo rilievo, soprattutto nel panorama videoludico.

Se non c'è più volontà di innovare la formula di gioco di Halo, spero, quantomeno, che si affideranno, in futuro, a sceneggiatori che davvero hanno un grosso piano per la serie.

  • Like 1

1329103.png

Link al commento
Condividi su altri siti

Concordo, questo Halo, nonostante abbia preso grandi voti, non mi ha lasciato quasi niente di memorabile. Sono stato felicissimo riguardo l'introduzione delle Boss Fight, delle taglie e dell'open world, ma per il resto, tranne per il finale, sono rimasto abbastanza deluso.  Halo 4, nonostante mi abbia fatto abbastanza schifo a livello campagna, è stato più memorabile di Infinite, se dovessi pensare a quest'ultimo davvero non saprei cosa dire...  livelli, ambienti, strutture, tutto uguale e riciclato all'infinito. Spero che con i DLC futuri riparino alla "povertà" di contenuti di cui attualmente soffre e ad arricchire il tutto con nuove skybox, scenari e strutture, rendendo il tutto più vario ma soprattutto "vivo", in un open world dove attualmente c'è solo desolazione con qualche brute piazziato a caso! 
ps: Ricordiamo il primissimo Trailer di Halo Infinite dove mostrarono cervi, rinoceronti, laghi, spiagge, sommergibili, deserti... ma dov'è tutta sta roba? Vi riposto il primissimo trailer:
 

 

Modificato da HaloMyLove

SE ESISTE UN LIMITE VOGLIO RAGGIUNGERLO, PER POI SUPERARLO.
I am the hope of the universe. I am the answer to all living things that cry out for peace. I am protector of the innocent. I am the light in the darkness. I am truth.

Link al commento
Condividi su altri siti

Penso di non aver scritto nulla di spoileroso ma se non avete finito la campagna di Infinite non leggete oltre.

Quello dell'open world è un problema che ho sollevato fin dalla sua prima visita. La cosa più grave per me, come detto fino alla noia, è che non si respira quella sensazione di guerra e di essere braccati da un nemico come gli Esiliati. Questi sembrano dei disperati piazzati qua e là nella mappa che se la stanno cavando un po' meglio dei marines. Cioè ma dov'è l'esercito micidiale e senza scrupoli che abbiamo visto in Halo Wars 2? Per me questa sensazione che manca e ben più grave della varietà che si vede in Zeta Halo. Certo a vedere il trailer certe mancanze dell'open world si fanno sentire. La fauna, per quanto potesse essere inutile, avrebbe dato la sensazione di un mondo (per quanto artificiale) più vivo. Ma bastava anche riempirlo di semplici edifici in più da esplorare per trovare collezionabili, come rovine ecc ecc. Invece anche da questo punto di vista, a parte le grandi basi, le varie strutture delle missioni (esplorabili soltanto durante le missioni) e

 

pezzi della povera Infinity

non c'è nient'altro. A livello di open world si è tornati ai tempi di Far Cry 2. E l'esempio è calzante visto che in entrambi i giochi i nemici respawano nei vari punti della mappa liberati. Solo che almeno lì potevi fare cose assurde con il fuoco e i tuoi alleati ragionavano meglio. Perché sì, altra cosa atroce sono i marines che secondo me in molti frangenti sono idioti a livello imbarazzante. Poi vabbè la questione mezzi inutilizzabili nell'open world citata da @GENGI 93 è un'altra cosa che ho notato fin nda subito: se cercate qualche mio commento di un mesetto fa parlo di come per esempio sia inguidabile un mezzo come lo Scorpion. Fate conto che proprio per questa sensazione di inguidabilità dei mezzi mi sono mosso quasi sempre a piedi per le zone vicine e liberando le grandi basi solo con l'utilizzo del gungoose. L'unico con cui mi sono saputo muovere in modo decente per la mappa. Ah per chi avesse dubbi sul mio giudizio: l'open world me lo sono girato in lungo e in largo prendendo quasi tutti i collezionabili (mi restano solo un paio di audiolog) e trovando molti degli easter egg. 

A conclusione è un gioco che ho spolpato molto e che insieme al multiplayer mi ha tenuto per più di un mese incollato al pad. Ma non per quello che speravo. A livello di trama mi aspettato più risposte e che venisse concluso qualche arco narrativo. Invece non solo non ho ricevuto risposte a quelle domande, ma ne sono arrivate tante altre. E per quanto mi riguarda questa cosa non è un bene. Arrivati a un certo punto devi saper spiegare determinare cose accadute nel passato di Halo. Invece qui ci sono buchi (per non dire vere e proprie sparizioni) degne di una forma di Emmental. 

Ripeto quanto già detto: più faccio un'analisi PERSONALE sul gioco e più provo quella sensazione di titolo incompleto che forse voleva ancora più tempo per raggiungere una forma degna del nome che porta.

Sì lo so è l'ennesima analisi che faccio sul gioco ma tengo così tanto ad Halo che non riesco a non spiegare sempre meglio ciò che non ho amato di Infinite.

 

21 ore fa, GENGI 93 ha scritto:

 

Peccato, perché ho sempre sostenuto e continuo a credere che Halo abbia tutte le carte in regole e delle buone basi per essere una space-opera davvero di un certo rilievo, soprattutto nel panorama videoludico.

 

Guarda per l'universo che ha dietro e per la lore, Halo può tranquillamente competere anche contro grandi IP cinematografiche di cui non faccio neanche i nomi. E proprio questa cosa che mi fa rabbia: un universo di questa portata con una storia del genere che non riesce a essere sfruttato come si deve.

Modificato da Pixer
Link al commento
Condividi su altri siti

49 minuti fa, Pixer ha scritto:

Guarda per l'universo che ha dietro e per la lore, Halo può tranquillamente competere anche contro grandi IP cinematografiche di cui non faccio neanche i nomi. E proprio questa cosa che mi fa rabbia: un universo di questa portata con una storia del genere che non riesce a essere sfruttato come si deve.

Questo è uno dei difetti di 343i imho. Partendo dalla trilogia di Bungie era evidente una narrazione logica e continuativa mentre con 343i si notano i problemi di scrittura abbastanza evidenti abbiamo avuto cambiamenti di rotta ad ogni release: Didatta/Precursori in Halo 4, Cortana rampage/ Team Osiris in Guardians e ora abbiamo gli Endless in Infinite. Il lore è immenso ma spiegato malissimo tramite comic books, libri etc che non fanno altro che frammentare maggiormente l'universo di Halo. Quello che mi auguro è che tutti i buchi di trama vengano spiegati da 343i in gioco e non tramite release di altro materiale attinente all'universo Halo. Voi lo sapevate che Zeta Halo orbita attorno al pianeta natale degli Endless

http://i.imgur.com/Er6V0GP.gifhttp://gamercard.mondoxbox.com/mondo/MaritalMercury.png
Link al commento
Condividi su altri siti

5 ore fa, Spartan III ha scritto:

Questo è uno dei difetti di 343i imho. Partendo dalla trilogia di Bungie era evidente una narrazione logica e continuativa mentre con 343i si notano i problemi di scrittura abbastanza evidenti abbiamo avuto cambiamenti di rotta ad ogni release: Didatta/Precursori in Halo 4, Cortana rampage/ Team Osiris in Guardians e ora abbiamo gli Endless in Infinite. Il lore è immenso ma spiegato malissimo tramite comic books, libri etc che non fanno altro che frammentare maggiormente l'universo di Halo. Quello che mi auguro è che tutti i buchi di trama vengano spiegati da 343i in gioco e non tramite release di altro materiale attinente all'universo Halo. Voi lo sapevate che Zeta Halo orbita attorno al pianeta natale degli Endless

Il problema che io ho con 343 è proprio questo: ogni capitolo sviluppato da loro ha avuto degli stravolgimenti di trama assurdi e che non hanno mai avuto spiegazioni vere e proprie nei capitoli successivi. Con Halo Infinite speravo (e questa cosa la dissi mesi e  mesi prima del suo rilascio) che rimettessero tutte le carte in tavola per dargli un ordine sensato e mettere finalmente fine alle varie vicende. E invece arrivi ai titoli di coda di Infinite e ci resti quasi di m###a perché di risposta te ne becchi a stento mezza (ma toglierei anche il quasi). Io spero che tutto questo non sia una trovata per venderci DLC su DLC con pezzi di storia spudoratamente tagliati. Fosse così chiuderei davvero con Halo, e al massimo gli darei mezza possibiltà quando arriverà una scontata versione GOTY con tutto dentro. 

Link al commento
Condividi su altri siti

Microsoft ha svelato i primi numeri di Halo Infinite, che sono decisamente impressionanti: l'ultimo capitolo della saga con protagonista Master Chief è stato giocato da più di 20 milioni di persone, tra campagna e modalità multiplayer free-to-play. È stato il lancio più grande di sempre per il franchise, che ha così confermato la sua forza d'urto.

Microsoft ha toccato l'argomento durante una conference call, in cui ha parlato anche di 18 milioni di giocatori per Forza Horizon 5 e di coinvolgimento record sulle sue piattaforme nel secondo trimestre dell'anno fiscale 2022 (ottobre-dicembre 2021).

Il dato di Halo è stato condiviso anche dall'account ufficiale del franchise, che ne ha approfittato per ringraziare tutti quelli che sono saltati a bordo.

 

1634485.png

Link al commento
Condividi su altri siti

Concordo con la maggior parte degli utenti, anche io ho trovato questo Halo a livello di gameplay, bellissimo, svecchiato, evoluto che riesce a farti divertire davvero molto.
Per me è il miglior FPS in circolazione in quanto a gameplay quindi ad uso del pad.

Per quanto riguarda la campagna invece sono di tutt'altra opinione, il mondo che si aspettava più vivo non lo è.

La trama è ripetitiva, noiosa, cioè imbarazzante, poi liquidare così la Infinity?

Il rapporto tra Chief e l'IA è spalmato su tutta la campagna e non coinvolge.

Insomma alcuni punti erano molto ripetitivi, quindi dico per fortuna che almeno qualcosa di ottimo lo hanno creato: il gameplay. Perchè la scrittura di trama e personaggi è bassa.

Ci son tante cose che potrei aggiungere, anche molto importanti ma mi fermo qua...

Link al commento
Condividi su altri siti

Il 31/1/2022 at 09:53, ObiGuinnessBartowski ha scritto:

 

La trama è ripetitiva, noiosa, cioè imbarazzante, poi liquidare così la Infinity?

Magari avessero liquidato solo la questione Infinity in quel modo

 

tutto l'inferno scatenato da Cortana nel 5 come lo hanno gestito?  Con una cutscene in cui Cortana "rinsavisce" e rimedia in qualche modo a quello che ha fatto. Cioè tu, 343, davvero mi gestisci così una roba che in teoria ha stravolto l'umanità nell'universo di Halo? Senza dimenticare tutta l'altra roba sfanculata dai loro precedenti Halo a cominciare dal 4. Cioè questi ad ogni capitolo hanno stravolto tutto senza il minimo senso e soprattutto senza riuscire a dare spiegazioni sensate. E a quasi un mese dalla fine della campagna non accetto neanche più la storia che sarà un gioco supportato sul lungo termine. Un gioco così nella sua trama principale meritava una gestione migliore. Non che mi spari così a caso la redenzione di Cortana senza farmi vivere il tutto in modo più coinvolgente e magari in prima persona. Non mi salvi la barca, che ormai per me è affondata, sparandoti il colpo di scena di un Atriox redivivo. Tra l'altro, a parte qualche boss fight, anche come hanno gestito gli esiliati l'ho trovata una cosa più negativa che positiva. Lo so che non è il caso di dire sta cosa visto l'evento di ieri, ma più vedo gli Halo di 343 (in realtà solo il 5 e questo Infinite) e più mi manca la gestione di Bungie.

 

 

 

Modificato da Pixer
Link al commento
Condividi su altri siti

22 ore fa, Pixer ha scritto:

Magari avessero liquidato solo la questione Infinity in quel modo

  Nascondi Contenuti

tutto l'inferno scatenato da Cortana nel 5 come lo hanno gestito?  Con una cutscene in cui Cortana "rinsavisce" e rimedia in qualche modo a quello che ha fatto. Cioè tu, 343, davvero mi gestisci così una roba che in teoria ha stravolto l'umanità nell'universo di Halo? Senza dimenticare tutta l'altra roba sfanculata dai loro precedenti Halo a cominciare dal 4. Cioè questi ad ogni capitolo hanno stravolto tutto senza il minimo senso e soprattutto senza riuscire a dare spiegazioni sensate. E a quasi un mese dalla finevdella campagna non accetto neanche più la storia che sarà un gioco supportato sul lungo termine. Un gioco così nella sua trama principale meritava una gestione migliore. Non che mi spari così a caso la redenzione di Cortana senza farmi vivere il tutto in modo più coinvolgente e magari in prima persona. Non mi salvi la barca che ormai per me è affondata, sparandoti il colpo di scena di un Atriox redivivo. Tra l'altro, a parte qualche bozza, anche come hanno gestito gli esiliati l'ho trovata una cosa più negativa che positiva. Lo so che non è il caso di dire sta cosa visto l'evento di ieri, ma più vedo gli Halo di 343 (in realtà solo il 5 e questo Infinite) e più mi manca la gestione di Bungie.

 

 

 

 

Concordo, hanno liquidato un sacco di eventi dei loro precedenti due capitoli in un attimo, la cosa non mi è affatto piaciuta.

In questi anni vedo sempre più le trame incasinarsi e non solamente nei videogames ma anche a livello di cinema e serie tv mi sembra sempre più un casino. Non riescono più a scrivere qualcosa che regga, al giorno d'oggi potrebbero anche scrivermi una storia di un asino che mangia una mela, ma son sicuro al 99% che lo scriverebbero in malo modo!

È assurdo, secondo me ci si complica dove proprio non si dovrebbe, mi aspettavo davvero molto di più, invece questa campagna è praticamente un Halo Combat Evolved ma senza trama!

Link al commento
Condividi su altri siti

1 ora fa, ObiGuinnessBartowski ha scritto:

Concordo, hanno liquidato un sacco di eventi dei loro precedenti due capitoli in un attimo, la cosa non mi è affatto piaciuta.

In questi anni vedo sempre più le trame incasinarsi e non solamente nei videogames ma anche a livello di cinema e serie tv mi sembra sempre più un casino. Non riescono più a scrivere qualcosa che regga, al giorno d'oggi potrebbero anche scrivermi una storia di un asino che mangia una mela, ma son sicuro al 99% che lo scriverebbero in malo modo!

È assurdo, secondo me ci si complica dove proprio non si dovrebbe, mi aspettavo davvero molto di più, invece questa campagna è praticamente un Halo Combat Evolved ma senza trama!

Torno a ripetere quanto detto in precedenza: questo gioco è stato rimandato per più di un anno per migliorare il tutto. E questo è il risultato che abbiamo avuto. Non oso davvero immaginare cosa volessero fare uscire al lancio di Series X se non fosse scoppiato quel finimondo dopo il gameplay di presentazione. Senza dimenticare che il gioco è arrivato sul mercato senza componenti importanti come la co-op, che se va bene arriverà questa primavera, a più di 4 mesi dal lancio. Ma di questa mancanza mai fatto un dramma, avendo fatto le prime run sempre in solitaria. Altra mancanza, e questa la reputo grave, è quella della possibilità di rigiocare i singoli livelli anche solo per prendere i collezionabili come i teschi. Ok mi hanno fatto notare che anche ricominciando il gioco mi restano i vecchi collezionabili già presi. Ma onestamente chi se la sente di ricominciare un gioco così soprattutto per riaffrontare l'open world? Non certo io. 

Secondo me 343 ha dei veri e propri problemi di gestione interna. E la cosa è dimostrabile anche dagli addii importanti all'interno della SH avvenuti sia in pieno sviluppo che alla fine di esso. Questi li ho sempre visti come un forte senglsre di cattiva gestione. Io spero davvero che a questa SH non sono stati dati i famosi 500k di dollari per lavorare al gioco. Fosse questa la cifra reale mi preoccuperei parecchio. Perché lo riterrei il peggior investimento mai visto in un videogioco.

Poi sì concordo con te sulla gestione delle trame anche all'infuori del mondo videoludico. Ma qui la colpa è anche di chi asseconda ste cose, ovvero il pubblico. Basta il colpetto di scena e bum, tutti a urlare al miracolo. Potrei stare ore a citare saghe e film che ho amato, rovinati da questa cosa (qualcuno ha detto l'ultimo Star Wars?). Ma qui si parla di Halo e quindi evito di andare oltre i binari. 

Guarda quando parlavano di un soft reboot più vicino al primo Halo speravo davvero che fosse così. Manco questo in realtà

per esempio potevano farci vivere l'assalto degli esiliati alla Infinity alla stessa maniera di come vivevamo quello della Pillar of Autumn da parte dei Covenant in Combat Evolved: ovvero vivendo noi in prima persona l'assalto alla gignstesca nave e non attraverso una cutscene che non spiega nulla su cosa sia avvenuto per scatenare tutto ciò. Anche l'approdo su Zeta Halo poteva essere un omaggio a ciò che avviene in Combat Evolved. Ma non si vede nulla di tutto ciò. Gli stessi livelli non sfiorano neanche un po' l'epicità di un gioco di vent'anni fa. Dove tra l'altro vedere i marines combattere e interagire contro i Covenant era molto ma molto più soddisfacente. Qui su Infinite l'unica cosa degna fatta dai marines è quella di citare una battuta di Aldo, Giovanni e Giacomo. Sarà che avevo aspettative troppo alte rispetto a quelle reali che il gioco voleva dare, ma sono molto deluso (per l'ennesima volta) da quanto fatto da 343.

Link al commento
Condividi su altri siti

8 minuti fa, Pixer ha scritto:

Torno a ripetere quanto detto in precedenza: questo gioco è stato rimandato per più di un anno per migliorare il tutto. E questo è il risultato che abbiamo avuto. Non oso davvero immaginare cosa volessero fare uscire al lancio di Series X se non fosse scoppiato quel finimondo dopo il gameplay di presentazione. Senza dimenticare che il gioco è arrivato sul mercato senza componenti importanti come la co-op, che se va bene arriverà questa primavera, a più di 4 mesi dal lancio. Ma di questa mancanza mai fatto un dramma, avendo fatto le prime run sempre in solitaria. Altra mancanza, e questa la reputo grave, è quella della possibilità di rigiocare i singoli livelli anche solo per prendere i collezionabili come i teschi. Ok mi hanno fatto notare che anche ricominciando il gioco mi restano i vecchi collezionabili già presi. Ma onestamente chi se la sente di ricominciare un gioco così soprattutto per riaffrontare l'open world? Non certo io. 

Secondo me 343 ha dei veri e propri problemi di gestione interna. E la cosa è dimostrabile anche dagli addii importanti all'interno della SH avvenuti sia in pieno sviluppo che alla fine di esso. Questi li ho sempre visti come un forte senglsre di cattiva gestione. Io spero davvero che a questa SH non sono stati dati i famosi 500k di dollari per lavorare al gioco. Fosse questa la cifra reale mi preoccuperei parecchio. Perché lo riterrei il peggior investimento mai visto in un videogioco.

Poi sì concordo con te sulla gestione delle trame anche all'infuori del mondo videoludico. Ma qui la colpa è anche di chi asseconda ste cose, ovvero il pubblico. Basta il colpetto di scena e bum, tutti a urlare al miracolo. Potrei stare ore a citare saghe e film che ho amato, rovinati da questa cosa (qualcuno ha detto l'ultimo Star Wars?). Ma qui si parla di Halo e quindi evito di andare oltre i binari. 

Guarda quando parlavano di un soft reboot più vicino al primo Halo speravo davvero che fosse così. Manco questo in realtà

  Mostra contenuto nascosto

per esempio potevano farci vivere l'assalto degli esiliati alla Infinity alla stessa maniera di come vivevamo quello della Pillar of Autumn da parte dei Covenant in Combat Evolved: ovvero vivendo noi in prima persona l'assalto alla gignstesca nave e non attraverso una cutscene che non spiega nulla su cosa sia avvenuto per scatenare tutto ciò. Anche l'approdo su Zeta Halo poteva essere un omaggio a ciò che avviene in Combat Evolved. Ma non si vede nulla di tutto ciò. Gli stessi livelli non sfiorano neanche un po' l'epicità di un gioco di vent'anni fa. Dove tra l'altro vedere i marines combattere e interagire contro i Covenant era molto ma molto più soddisfacente. Qui su Infinite l'unica cosa degna fatta dai marines è quella di citare una battuta di Aldo, Giovanni e Giacomo. Sarà che avevo aspettative troppo alte rispetto a quelle reali che il gioco voleva dare, ma sono molto deluso (per l'ennesima volta) da quanto fatto da 343.

 

Concordo con ogni singola parole che hai scritto.

Non avevo pensato a quello che poteva essere il titolo alla prima data in cui doveva uscire, chissà...!
Presumo che abbiano tagliato un sacco di roba dalla campagna, per poi introdurla man mano con gli aggiornamenti, perché io non posso credere che nonostante tutti i problemi che abbiano avuto in una produzione diretta sotto casa Mircosoft la campagna si riduca in:

1) Cut-scene tra Chief e l'IA

2) Mappa esplorabile (non enorme e su questo dico per forunta!)

3) Nessuna vita sullo Zeta Halo se non nei punti d'interesse

4) Punti d'interesse, nemmeno così interessanti: (avamposti, marines da liberare...)

5) Boss definiti dalla story-line

(Anche se non mi ha preso molto, la campagna di Gears 5 è molto più interessante).

Le cose da fare son davvero poche, fosse uscito 10 anni fa, avrei probabilmente urlato al capolavoro, ma oggi nel 2022 non va bene, quindi non resta che aspettare 1 annetto per vedere come il titolo si sarà evoluto.

(E del multiplayer alla mia età mi interessa poco, ma sarei ben felice di un'introduzione di Warzone di Halo 5 oppure delle Sparatorie di ODST).

Link al commento
Condividi su altri siti

Guarda The Coalizione con Gears è riuscita a dare una sua identità dopo il capolavoro fatto da Epic con la prima trilogia. Per quanto mi riguarda 343 dovrebbe prendere esempio da loro (anche se per me i primi 3 Gears restano insuperabili). 

Sì, il problema di Halo è proprio quello di base: mi sa si gioco vecchio. Fosse uscito a metà generazione di 360 avrei urlato anche io al miracolo. Ma il problema è che è uscito a fine 2021. In un precedente commento ho paragonato sto gioco a Far Cry 2 per certi aspetti dell'open world. Solo che lì c'erano cose molto più superiori come il fuoco e l'intelligenza degli alleati. E a me Far Cry 2 piacque parecchio. Ma era il 2008. Fosse uscito oggi lo avrei affossato senza ritegno.

Poi vabbè con la questione warzone e sparatoria tocchi due tasti dolenti. La prima credo sia l'unica cosa che salvo di Halo 5. Mentre la seconda modalità era una delle cose più divertenti mai viste su Halo. Ci aggiungo anche le Spartan Ops, un'altra delle pochissime cose fatte da 343 che ho amato. 

Che poi anche sulla questione multiplayer dimostrano che sono in confusione. Vedi il BTB che è rimasto ingiocabile per un mese. Una delle poche modalità con cui giocavo volentieri. Motivo per cui ho messo in standby anche il multiplayer di questo Halo. 

 

Concordo sulla grandezza dell'open world: meno male che non lo hanno fatto più dispersivo. Sarebbe stato ancora più sofferente portarlo a termine. 

Link al commento
Condividi su altri siti

44 minuti fa, Pixer ha scritto:

Guarda The Coalizione con Gears è riuscita a dare una sua identità dopo il capolavoro fatto da Epic con la prima trilogia. Per quanto mi riguarda 343 dovrebbe prendere esempio da loro (anche se per me i primi 3 Gears restano insuperabili). 

Sì, il problema di Halo è proprio quello di base: mi sa si gioco vecchio. Fosse uscito a metà generazione di 360 avrei urlato anche io al miracolo. Ma il problema è che è uscito a fine 2021. In un precedente commento ho paragonato sto gioco a Far Cry 2 per certi aspetti dell'open world. Solo che lì c'erano cose molto più superiori come il fuoco e l'intelligenza degli alleati. E a me Far Cry 2 piacque parecchio. Ma era il 2008. Fosse uscito oggi lo avrei affossato senza ritegno.

Poi vabbè con la questione warzone e sparatoria tocchi due tasti dolenti. La prima credo sia l'unica cosa che salvo di Halo 5. Mentre la seconda modalità era una delle cose più divertenti mai viste su Halo. Ci aggiungo anche le Spartan Ops, un'altra delle pochissime cose fatte da 343 che ho amato. 

Che poi anche sulla questione multiplayer dimostrano che sono in confusione. Vedi il BTB che è rimasto ingiocabile per un mese. Una delle poche modalità con cui giocavo volentieri. Motivo per cui ho messo in standby anche il multiplayer di questo Halo. 

 

Concordo sulla grandezza dell'open world: meno male che non lo hanno fatto più dispersivo. Sarebbe stato ancora più sofferente portarlo a termine. 

Sono convinto che abbiano avuto troppi problemi a livello dirigenziale e di gestione, purtroppo ha influito chiaramente su tutto.

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 3 settimane dopo...

Halo Infinite riceverà un aggiornamento mid-Season il 24 febbraio 2022, incentrato soprattutto su alcuni aggiustamenti tecnici riguardanti Campagna e multiplayer, tra i quali viene menzionato anche il sistema anti-cheat e altri miglioramenti.

Si tratta soprattutto di un update tecnico, dunque non sembrano esserci nuovi contenuti in arrivo per la prossima settimana all'interno di questo update, che tocca diversi elementi tra Campagna e multiplayer.

Protagonista in particolare il networking, su cui peraltro il lead sandbox engineer, Richard Watson, aveva pubblicato un approfondimento molto interessante nei giorni scorsi su Halo Waypoint, spiegando come la nuova telemetria dovrebbe migliorare il sistema di registrazione dei contatti e colpi, oltre ad altri aspetti dell'interazione tra giocatori in multiplayer.

Tra le correzioni ci sono miglioramenti alle animazioni in prima persona, che dovrebbero eliminare alcuni possibili glitch e in generale renderle più fluide. Sul fronte della Campagna, sono previsti aggiustamenti per lo sblocco di obiettivi e l'uso del Quick Resume, con in generale un miglioramento della stabilità e delle performance del gioco.

Nel Big Team Battle, gli sviluppatori hanno modificato il motion tracker ampliandone il raggio d'azione da 18 a 24 metri, in seguito a diversi feedback ricevuti dagli utenti, mentre dei sostanziosi miglioramenti dovrebbero essere stati applicati al sistema anti-cheat. Per il resto, ulteriori aggiornamento dovrebbero arrivare prossimamente, restiamo in attesa di conoscerli. 

1634485.png

Link al commento
Condividi su altri siti

Alcune cose che mi piacerebbe vedere nelle future espansioni della campagna (in ordine sparso):

-Nuovi biomi

-Scarab

-ODST

-Nuovi veicoli

-Flood

-Aggiunte alla fauna 

-Più punti di contatto con la lore pregressa, visto dove si svolge Infinite 

-Ritorno dell'Arbiter e di altri personaggi dei capitoli precedenti 

-Civili

 

  • Like 1
Link al commento
Condividi su altri siti

343 Industries ha fornito un aggiornamento sullo stato dei lavori di due delle modalità più richieste in assoluto dalla comunità dei videogiocatori: la Campagna Cooperativa e la Forgia.

La campagna co-op, che permetterà ai giocatori di affrontare la storia di Master Chief assieme ad un amico in split-screen locale oppure con altri tre compagni online, non arriverà in tempo per il debutto della Stagione 2, fissato per il 3 maggio 2022. I giocatori dovranno pazientare più del previsto perché "le sezioni non lineari e a campo aperto della Campagna di Halo Infinite presentato alcune grandi sfide per lo split-screen che stanno richiedendo più tempo per essere risolte". 343 Industries ha promesso che lancerà la campagna cooperativa online nel corso della Stagione 2, mentre per la co-op locale ha preferito non sbilanciarsi spiegando "che fornirà una data il prima possibile".

I lavori sulla Forgia, invece, stanno procedendo secondo i piani, dunque la finestra di lancio è ancora fissata nella Stagione 3. 343 ha spiegato che "la Forgia è attualmente in fase di testing presso un piccolo gruppo di creatori della community, con i quali sta lavorando a stretto contatto per ottenere un'esperienza di creazione, condivisione, consultazione e di gameplay eccezionale". La durata della Stagione 2 non è stata resa nota, dunque non sappiamo quanto tempo dovremo attendere per accedere alla terza stagione e, quindi, alla Forgia.

1634485.png

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 1 mese dopo...

In base a quanto riferito dagli stessi compositori che l'avevano promossa, la disputa legale tra Microsoft e Marty O'Donnell e Mike Salvatori sulla gestione delle musiche di Halo è stata risolta amichevolmente attraverso un accordo fra le parti, al di fuori del processo legale.

"Sembra che potrò ricominciare a pubblicare alcuni video di nuovo", ha scritto Marty O'Donnell su Twitter, "Microsoft e O'Donnell/Salvatori, Inc., sono felici di comunicare che hanno amichevolmente risolto il loro contenzioso", si legge nel messaggio, che non include però spiegazioni molto approfondite sull'accordo trovato tra le parti.

La causa era partita nel 2020 da parte di Marty O'Donnell e Mike Salvatori, ma riguardava praticamente tutta la gestione della colonna sonora della serie Halo dall'acquisizione di Bungie da parte di Microsoft in poi. In sostanza, i compositori sostenevano di aver concesso la licenza delle musiche a Bungie, ma quando questa è stata acquisita da Microsoft non avrebbero ricevuto le royalties spettanti.

Il contenzioso si basava, a quanto pare, su una diversa visione dell'accordo iniziale, che secondo Microsoft riguardava un lavoro su commissione affidato al duo di musicisti, più che un accordo di licenza che prevedeva il pagamento di royalties continuative. La questione sembrava poter rischiare anche di impedire la trasmissione della serie TV di Halo, cosa poi evidentemente non avvenuta.

La causa è stata infine risolta con un accordo al di fuori del tribunale tra Microsoft e i compositori, ma non sappiamo al momento i dettagli di questo. In ogni caso, O'Donnell sembra sia piuttosto soddisfatto della conclusione della vicenda.

1634485.png

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 1 mese dopo...

Halo Infinite si prepara all'arrivo della Campagna in modalità cooperativa multiplayer con il prossimo lancio dei primi test flight allargati su questa opzione di gioco, particolarmente attesa da molti fan della serie, con le prove che inizieranno ad avvenire a luglio 2022.

Secondo quanto riferito da 343 Industries, i primi test flight sulla Campagna Co-op di Halo Infinite avverranno dunque il mese prossimo, a luglio, in attesa di informazioni più precise sulle date. Si tratta delle prove dedicate a coloro che fanno parte del programma Halo Insider, che consente di accedere ai test flight diffusi dagli sviluppatori, dunque non è ancora una beta pubblica.

Queste versioni di prova vengono distribuite ai giocatori che fanno parte del programma insider e consentono di iniziare a testare la modalità: pur non essendo ancora una versione definitiva, l'avvio di questi flight significa comunque che non dovrebbe mancare molto al rilascio della Campagna cooperativa, in attesa di avere qualche dettaglio più preciso al riguardo.

 

1634485.png

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 4 settimane dopo...

Con un nuovo post pubblicato su Halo Waypoint, i ragazzi di 343 Industries hanno confermato la data in cui avrà inizio la fase di test della modalità co-op online di Halo Infinite su PC e Xbox.

Halo Infinite aggiungerà la tanto desiderata modalità cooperativa della campagna il prossimo mese, quando avrà inizio il primo test che si svolgerà a partire dall'11 luglio e durerà fino al 22 luglio. 343 Industries metterà alla prova soltanto la modalità co-op online, quindi i fan che sperano di giocare in locale in split-screen devono ancora pazientare. Per partecipare sarà necessario iscriversi al programma Halo Insider.

Il test fa parte di una versione separata di Halo Infinite, quindi tutti i precedenti progressi che avete accumulato nella campagna non verranno applicati, e allo stesso modo i progressi ottenuti nel test non potranno essere trasferiti altrove.

Alcuni fan di Halo si erano detti delusi dell'assenza al day one della co-op, e il lead world designer John Mulkey ha affermato che la natura open world di Halo Infinite ha generato "molte nuove domande" per il team di sviluppo: "Come possiamo creare un mondo di gioco condiviso? Come teniamo unito il Fireteam? Come determiniamo l'intento e il focus della missione? Come possiamo evitare che la sequenza ostacoli la narrazione?".

343 ha creato una "Area-Of-Operations", ovvero una distanza massima che i giocatori in un gruppo possono raggiungere l'uno dall'altro. "Se ti allontani troppo dal tuo Fireteam, riceverai un avviso per tornare in squadra. Se ignori quell'avvertimento e continui, verrai ucciso e verrai rigenerato presso il tuo compagno di squadra più vicino".

La campagna cooperativa online di Halo Infinite consentirà ai giocatori di conservare i salvataggi co-op della campagna o i singoli salvataggi isolati. Il cross-play è supportato e qualsiasi combinazione di utenti PC e Xbox per un massimo di quattro giocatori alla volta funzionerà. Inoltre, tutte le sessioni cooperative si svolgono su server dedicati.

Da segnalare infine che la funzionalità Mission Replay verrà introdotta insieme all'arrivo della co-op. Si tratta di un modo per selezionare le missioni già completate e rigiocarle in qualsiasi momento si desideri. 

1634485.png

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 2 settimane dopo...

Ieri, 11 luglio, molti giocatori di Halo Infinite si aspettavano di poter partecipare alla beta della campagna co-op. Così non è stato, ma per fortuna non dovranno attendere ancora a lungo, dato che la fase di testing dovrebbe comunque aprire i battenti entro la fine della settimana. O almeno questo è quanto spera 343 Industries.

Con una serie di tweet, il community manger Brian Jarrard ha voluto chiarire il fatto che in realtà la beta della campagna co-op di Halo Infinite non è mai stata fissata all'11 luglio 2022, ma piuttosto "che il target era la settimana dell'11 luglio".

Jarrard ha anche aggiunto che 343 Industries spera che che la beta inizi questa settimana, mentre il team di sviluppo sta apportando gli ultimi ritocchi alla build e risolvendo alcuni problemi per assicurarsi che venga pubblicata nelle migliori condizioni possibili.

"Il team sta ancora lavorando alla build Insider della co-op di Halo Infinite. Nonostante abbiamo sempre detto che il nostro "target era la settimana dell'11 luglio", molti siti lo hanno semplicemente riportato come "a partire dall'11 luglio". Speriamo ancora di poterla pubblicare questa settimana, ma non inizierà oggi", ha detto Jarrard.

"Ci scusiamo con chi si aspettava il test flight oggi: non vediamo l'ora di pubblicarlo, ma vogliamo anche assicurarci che sia un'esperienza positiva e utile. Puntiamo ancora a questa settimana, ma è un processo che continua giorno per giorno. Grazie per la vostra pazienza e comprensione."

1634485.png

Link al commento
Condividi su altri siti

La campagna cooperativa di Halo Infinite è ora disponibile in versione beta per gli Xbox Insider: lo ha annunciato ufficialmente 343 Industries, citando anche la funzionalità Mission Replay.

La co-op avrebbe dovuto fare il proprio debutto qualche giorno fa, ma ci sono stati degli intoppi e il team di sviluppo ha detto di sperare che la campagna cooperativa potesse iniziare questa settimana.

Come già riportato, gli sviluppatori hanno fatto in modo che i progressi in questo caso siano condivisi fra i due giocatori che partecipano, tramite la creazione di un nuovo slot di salvataggio.

Per quanto riguarda invece il Mission Replay, si tratta di un'opzione che permette di rigiocare le missioni di Halo Infinite anche qualora siano già state completate.

1634485.png

Link al commento
Condividi su altri siti

Partecipa alla conversazione

Puoi pubblicare ora e registrarti più tardi. Se hai un account, accedi ora per pubblicarlo con il tuo account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Hai incollato il contenuto con la formattazione.   Rimuovere la formattazione

  Sono consentiti solo 75 emoticon max.

×   Il tuo collegamento è stato incorporato automaticamente.   Mostra come un collegamento

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Pulisci editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

×
×
  • Crea Nuovo...