Vai al contenuto

Serie A TIM


Messaggi raccomandati

  • Risposte 37,1k
  • Creato
  • Ultima Risposta

Miglior contributo in questa discussione

  • Coldfire

    3428

  • Bender 1993

    2794

  • TheFury87

    2486

  • Andrea92

    2477

Miglior contributo in questa discussione

Messaggi Popolari

Come al solito Abarai spunta fuori dopo queste partite, ma si guarda bene dal farsi vedere la domenica quando la sua squadra prende pallonate... un tifoso esemplare devo dire

SENZA APOSTROFO  

L'attesa sanzione da parte della Uefa è arrivata nella mattinata di oggi. L'Adjudicatory Chamber si è pronunciata sulla situazione economica dei conti del Milan. Pareggio di bilancio entro il 2021 con pena l'esclusione dalle coppe in caso di mancato successo; multa da 12 milioni con premi trattenuti sugli attuali incassi e limitazioni per le prossime liste da presentare per competizioni Uefa a 21 giocatori. È questa la decisione finale per le violazioni in tema di Fair Play Finanziario per il triennio 2014/2017. Di fatto l'Adjudicatory Chamber ha concesso il settlement agreement al club rossonero che, così come accaduto per Inter e Roma nel corso degli ultimi tre anni sarà tenuto sotto controllo con l'obiettivo di rientrare dal deficit di bilancio.

 

Ecco il comunicato.

L'Adjudicatory Chamber del Club Financial Control Body (CFCB) ha preso la sua decisione sul caso che riguarda il Milan in seguito alla richiesta del CAS di propinare al club misure disciplinari proporzionate rispetto al mancato rispetto delle regole UEFA sul Fair Play Finanziario e, in particolare, sull'obiettivo pareggio di bilancio.

 

Il Milan dovrà ottenere il pareggio di bilancio entro il 30 giugno 2021 oppure sarà esclusa per un anno dalle competizioni UEFA 2022/23 o 2023/24 nella quale si dovesse qualificare. La UEFA tratterrà 12 milioni di euro dai compensi dell'Europa League 2018/19 e al Milan non sarà permetto di iscrivere più di 21 giocatori nelle liste delle competizioni Uefa per le stagioni 2019/20 e 2020/21. La decisione potrà comunque essere appellata presso il CAS.

Lone+Wolf+X0.png

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

mai, MAI che accettino qualcosa....sempre a polemizzare...

 

polemizzo si caxxo...

ci hanno tolto degli scudetti (GIUSTAMENTE) per darli a qualcuno che E' STATO DIMOSTRATO aveva molta più polvere di noi sotto i suoi tappeti...

 

non contesto il fatto che siano stati tolti alla Juve, bensì a chi siano stati assegnati...

anzi il fatto proprio che siano stai assegnati è sbagliato imho...

Modificato da Pinturicchio 89
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

 

polemizzo si caxxo...

ci hanno tolto degli scudetti (GIUSTAMENTE) per darli a qualcuno che E' STATO DIMOSTRATO aveva molta più polvere di noi sotto i suoi tappeti...

sempre la stessa storia, che parte basandosi su errati presupposti.

il primo titolo revocato è revocato e non è mai stato riassegnato a nessuno perché quel campionato è stato ritenuto ormai falsato.

il secondo titolo è stato riassegnato per via delle penalità scontate a seguito di quanto sopra. come in qualsiasi sport, a seguito delle penalità si procede di conseguenza, a scalare.

 

quello che dici tu, "è stato dimostrato" non è vero, non è stato dimostrato niente in nessuna sede legale. sono solo opinioni da bar.

Abrazame hasta che vuelva Roman

-10-

entoni_twitterbird-24.png

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sempre la stessa storia, che parte basandosi su errati presupposti.

il primo titolo revocato è revocato e non è mai stato riassegnato a nessuno perché quel campionato è stato ritenuto ormai falsato.

il secondo titolo è stato riassegnato per via delle penalità scontate a seguito di quanto sopra. come in qualsiasi sport, a seguito delle penalità si procede di conseguenza, a scalare.

 

quello che dici tu, "è stato dimostrato" non è vero, non è stato dimostrato niente in nessuna sede legale. sono solo opinioni da bar.

Se i colori nerazzurri erano così candidi nel processo calciopoli perché moratti non ha rinunciato alla prescrizione per andare al processo e far vedere che era così candido?

 

Sempre e solo bla bla bla, anche quello scudetto era da revocare punto e basta, non da assegnare ad una squadra che si comportava allo stesso modo. Ma godetevelo pure quello scudetto, e godetevi pure il mondiale 2006 vinto con una squadra formata per 3/4 da juventini che vincevano i campionati ladrando! Puff

Modificato da Uroboros

http://gamercard.mondoxbox.com/mondo/Miskio88.png http://card.psnprofiles.com/1/Miskio88.png

Il prossimo sabato sera, ti rimanderò indietro nel futuro!!! cit.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

L'attesa sanzione da parte della Uefa è arrivata nella mattinata di oggi. L'Adjudicatory Chamber si è pronunciata sulla situazione economica dei conti del Milan. Pareggio di bilancio entro il 2021 con pena l'esclusione dalle coppe in caso di mancato successo; multa da 12 milioni con premi trattenuti sugli attuali incassi e limitazioni per le prossime liste da presentare per competizioni Uefa a 21 giocatori. È questa la decisione finale per le violazioni in tema di Fair Play Finanziario per il triennio 2014/2017. Di fatto l'Adjudicatory Chamber ha concesso il settlement agreement al club rossonero che, così come accaduto per Inter e Roma nel corso degli ultimi tre anni sarà tenuto sotto controllo con l'obiettivo di rientrare dal deficit di bilancio.

 

Ecco il comunicato.

L'Adjudicatory Chamber del Club Financial Control Body (CFCB) ha preso la sua decisione sul caso che riguarda il Milan in seguito alla richiesta del CAS di propinare al club misure disciplinari proporzionate rispetto al mancato rispetto delle regole UEFA sul Fair Play Finanziario e, in particolare, sull'obiettivo pareggio di bilancio.

 

Il Milan dovrà ottenere il pareggio di bilancio entro il 30 giugno 2021 oppure sarà esclusa per un anno dalle competizioni UEFA 2022/23 o 2023/24 nella quale si dovesse qualificare. La UEFA tratterrà 12 milioni di euro dai compensi dell'Europa League 2018/19 e al Milan non sarà permetto di iscrivere più di 21 giocatori nelle liste delle competizioni Uefa per le stagioni 2019/20 e 2020/21. La decisione potrà comunque essere appellata presso il CAS.

 

Direi che tutto sommato ci è andata pure bene, perchè fino al 30 giugno 2021 non abbiamo nessun tipo di restrizione se non quella sulla lista giocatori.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Esatto.

 

...come chi non ha rinunciato alla prescrizione per dimostrare quanto fossero puliti quei farmaci...

tutti hanno qualche prescrizione a cui non hanno rinunciato sebbene innocenti. No?

Mi piace come la rigirate sempre :) seguendo la tua tecnica ora dovrei attaccarmi ai vostri passaporti falsi.. Ma sono sempre gli stessi discorsi :asd: se si parla di calciopoli rispondi su calciopoli se riesci.. Non "ah io rubo? Beh tu uccidevi quindi sei più peggio gnegnegne" :(

http://gamercard.mondoxbox.com/mondo/Miskio88.png http://card.psnprofiles.com/1/Miskio88.png

Il prossimo sabato sera, ti rimanderò indietro nel futuro!!! cit.

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Come vuoi. Ma in quel caso non ci fu nessuna prescrizione, per nessuno dei coinvolti, ne tra i dirigenti ne tra i giocatori, di nessuna squadra, ne dell’Inter, ne dell’udinese, ne del Milan, ecc, ecc.

Sai che anche Dida aveva il passaporto falso? Non ho mai capito perché si parla sempre e solo dell’Inter.

Hanno tutti quanti pagato per i documenti falsi, nessun prescritto.

Abrazame hasta che vuelva Roman

-10-

entoni_twitterbird-24.png

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non mi venite a parlare di farmaci che giusto una settimana fa mazzola ha confermato che la grande inter di herrera era dopata alla grande. E qui si parla di doping non abuso di farmaci legali all epoca. Cosi tanto per dire eh. Detto questo non rispondo alle vostre inesattezze senno al solito scriviamo 5 pagine di nulla, e poi al solito quando non sapete cosa rispondere scomparite :asd:

Vecchia storia :asd:

Parlando di cose serie, ma che cafonata é il calendario ufficiale del Napoli? :rotfl:

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

sempre la stessa storia, che parte basandosi su errati presupposti.

il primo titolo revocato è revocato e non è mai stato riassegnato a nessuno perché quel campionato è stato ritenuto ormai falsato.

il secondo titolo è stato riassegnato per via delle penalità scontate a seguito di quanto sopra. come in qualsiasi sport, a seguito delle penalità si procede di conseguenza, a scalare.

 

quello che dici tu, "è stato dimostrato" non è vero, non è stato dimostrato niente in nessuna sede legale. sono solo opinioni da bar.

 

eh già non è stato dimostrato proprio niente, in nessuna sede legale...solo solo opinioni da bar, non del procuratore preposto alle indagini vero...

 

 

ROMA - La prescrizione salva l'Inter. Per il procuratore federale Stefano Palazzi, infatti, la società nerazzurra e l'allora presidente Giacinto Facchetti sono colpevoli di illecito sportivo relativamente all'inchiesta su "Calciopoli bis", quella dei fatti del 2006, emersi dalle intercettazioni portate alla luce durante il processo penale di Napoli. E' quanto risulta dalle motivazioni della sentenza che ha portato all'assoluzione, per prescrizione, di tutti gli imputati. Palazzi spiega anche, relativamente all'esposto della Juventus che ha chiesto la revoca dello scudetto 2006 assegnato all'Inter, che non si può più intervenire per via disciplinare. Sarà quindi, come era già emerso venerdì scorso, il Consiglio federale a discuterne nella riunione in calendario il 18 luglio: non è escluso però che per la decisione si dovrà aspettare ancora, oltre quella data.

 

LE MOTIVAZIONI DI PALAZZI - Il giudizio di Palazzi è duro nei confronti dell'Inter e di Facchetti: la società nerazzurra violò l'articolo 6, cioè fu colpevole di illecito sportivo. "Questo Ufficio ritiene che le condotte fossero certamente dirette ad assicurare un vantaggio in classifica in favore della società Internazionale FC, mediante il condizionamento del regolare funzionamento del settore arbitrale e la lesione dei principi di alterità, terzietà, imparzialità ed indipendenza, che devono necessariamente connotare la funzione arbitrale".

 

Dai documenti "è emersa l'esistenza di una rete consolidata di rapporti, di natura non regolamentare, diretti ad alterare i principi di terzietà, imparzialità e indipendenza del settore arbitrale, instaurati, in particolare fra i designatori arbitrali Paolo Bergamo e Pierluigi Pairetto (ma anche, sia pur in forma minore, con altri esponenti del settore arbitrale) ed il Presidente dell'Inter, Giacinto Facchetti". "Dalle carte in esame e, in particolare, dalle conversazioni oggetto di intercettazione telefonica, emerge l'esistenza di una fitta rete di rapporti, stabili e protratti nel tempo" con l'obiettivo, tra l'altro, di condizionare il settore arbitrale. "La suddetta finalità veniva perseguita sostanzialmente attraverso una frequente corrispondenza telefonica fra i soggetti menzionati, alla base della quale vi era un consolidato rapporto di amicizia, come evidenziato dal tenore particolarmente confidenziale delle conversazioni in atti", afferma la procura. Secondo la relazione, "assume una portata decisiva la circostanza che le conversazioni citate intervengono spesso in prossimità delle gare che dovrà disputare l'Inter e che oggetto delle stesse sono proprio gli arbitri e gli assistenti impegnati con tale squadra", si legge ancora.

 

"In relazione a tali gare il presidente Facchetti si pone quale interlocutore privilegiato nei confronti dei designatori arbitrali, parlando con essi delle griglie arbitrali delle gare che riguardano la propria squadra nonchè della stessa designazione della terna arbitrale ed interagendo con i designatori nelle procedure che conducono alla stessa individuazione dei nominativi degli arbitri da inserire in griglia e degli assistenti chiamati ad assistere i primi".

 

Per quanto riguarda invece Massimo Moratti, la sua posizione e il giudizio del procuratore federale sembrano meno gravi: "Comunque informato della circostanza che il Facchetti avesse contatti con i designatori, come emerge dalle telefonate commentate, nel corso delle quali è lo stesso Bergamo che rappresenta tale circostanza al suo interlocutore. (...) Ne consegue che la condotta del tesserato in esame, Moratti, in considerazione dei temi trattati con il designatore e della frequenza dei contatti intercorsi, appare in violazione dell'art. 1 CGS vigente all'epoca dei fatti, sotto i molteplici profili indicati".

 

"In alcuni casi -osserva la procura- emerge anche l'assicurazione da parte dell'interlocutore di intervento diretto sul singolo direttore di gara, come rivelato da alcune rassicurazioni che il designatore arbitrale rivolge al proprio interlocutore, in cui si precisa che l'arbitro verrà 'predisposto a svolgere una buona gara' o, con eguale significato, che è stato 'preparato a svolgere una bella gara'; o ancora, affermazioni del designatore volte a tranquillizzare il presidente Facchetti sulla prestazione dell'arbitro, nel senso che gli avrebbe parlato direttamente lui o che già gli aveva parlato".

 

"In un caso, addirittura, il designatore arbitrale, nel tentativo di tranquillizzare il proprio interlocutore e sedare le preoccupazioni di quest'ultimo sulle tradizioni negative della propria squadra con un determinato arbitro, afferma che quest'ultimo è stato avvertito e che sicuramente lo score dell'lnter sotto la sua direzione registrerà una vittoria in più in conseguenza della successiva gara di campionato", afferma ancora il procuratore.

 

"Tale capacità di interlocuzione in alcuni casi diventa una vera e propria manifestazione di consenso preventivo alla designazione di un arbitro e rappresenta un forte potere di condizionamento sui designatori arbitrali, fondato su rapporti di particolare amicizia e confidenza che il Presidente Facchetti può vantare nei confronti degli stessi designatori e che trovano la loro concretizzazione espressiva nella effettuazione anche di una cena privata con Bergamo e nello scambio di numerosi favori e cortesie (elargizione di biglietti e tessere per le gare dell'Internazionale, di gadget e borsoni contenenti materiale sportivo della squadra milanese, etc...) e non meglio precisati 'regalini'".

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

E qui si parla di doping non abuso di farmaci legali all epoca. Cosi tanto per dire eh.

Non per fare il pignolino, ma quale sarebbe la differenza?

Cioè, tu specifichi “farmaci legali all’epoca”... com’era la normativa nei primi anni 60?

E va bene tutto, ma perché abusare di farmaci deliberatamente? Per essere sicuri di evitare i raffreddori?

 

Mi sembra ovvio che nella lotta tra doping e antidoping, il secondo arriva sempre dopo. Prima vengono usate sostanze legali, poi si decide di aggiungerle alla lista di quelle illegali. Bella scoperta.

Abrazame hasta che vuelva Roman

-10-

entoni_twitterbird-24.png

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Non per fare il pignolino, ma quale sarebbe la differenza?

Cioè, tu specifichi farmaci legali allepoca... comera la normativa nei primi anni 60?

E va bene tutto, ma perché abusare di farmaci deliberatamente? Per essere sicuri di evitare i raffreddori?

 

Mi sembra ovvio che nella lotta tra doping e antidoping, il secondo arriva sempre dopo. Prima vengono usate sostanze legali, poi si decide di aggiungerle alla lista di quelle illegali. Bella scoperta.

Ce un enorme differenza e mi pare strano che tu non la capisca. Il doping é un qualcosa che altera le prestazioni sportive, se invece uno si prende un voltaren o un qualcosa per recuperare prima da una botta o infortunio non é la stessa cosa. I famosi farmaci sotto esame erano non solo legali all epoca, ma usati da tutte le squadre di serie a anche da chi ha fatto partire la denuncia. Ma al solito quando una cosa è di uso comune il processo lo fanno solo a noi.
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Neanche Herrera era il solo ad usare certe sostanze, erano anni dove era considerato normale e sacrosanto, vedi Coppi nel ciclismo o qualunque altro top club dell’epoca, in Italia e all’estero, l’Ungheria, la Germania dell’est...

Tutte cose risapute e solo col tempo divenute illegali.

Mazzola non ha detto niente che non si sapesse già dagli anni 60.

 

Però se credi che i tuoi prendessero solo troppo voltaren per le botte prese, allora ok. Basta.

Abrazame hasta che vuelva Roman

-10-

entoni_twitterbird-24.png

Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Neanche Herrera era il solo ad usare certe sostanze, erano anni dove era considerato normale e sacrosanto, vedi Coppi nel ciclismo o qualunque altro top club dellepoca, in Italia e allestero, lUngheria, la Germania dellest...

Tutte cose risapute e solo col tempo divenute illegali.

Mazzola non ha detto niente che non si sapesse già dagli anni 60.

 

Però se credi che i tuoi prendessero solo troppo voltaren per le botte prese, allora ok. Basta.

No mazzola in un primo momento aveva negato di aver preso sostanze, infatti per questo ha litigato con suo fratello ferruccio perché non doveva dire niente. Lo stesso Mazzola ha detto che il suo medico gli ha consigliato di fermarsi con quelle pillole perche lo stavano ammazzando, robetta leggera insomma.

Che non si è usato doping lo ha accertato il processo al posto di parlare a caso magari informati.

Tra l altro ne abbiamo gia parlato mille volte qua dentro e tutte le volte ripeto le stesse cose :asd:

Capisco che è passato un po di tempo magari ve le eravate dimenticate :asd:

Prime 4 tocchi di mandzuckic, 4 errori. Ma lui ha la grinta!1!1!1

Spero che quanto meno prenda due palloni di testa perché è totalmente inutile cosi

Migliore in campo Emre Can. Tanta roba veramente

Modificato da Bender 1993
Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Partecipa alla conversazione

Puoi pubblicare ora e registrarti più tardi. Se hai un account, accedi ora per pubblicarlo con il tuo account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Hai incollato il contenuto con la formattazione.   Rimuovere la formattazione

  Sono consentiti solo 75 emoticon max.

×   Il tuo collegamento è stato incorporato automaticamente.   Mostra come un collegamento

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Pulisci editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.


×
×
  • Crea Nuovo...