Vai al contenuto

Xbox Series X | S


AngelDevil

Messaggi raccomandati

Microsoft sta lavorando a una revisione di Xbox Series X dotandola di un SoC più piccolo e caratterizzato da un'efficienza energetica maggiore, stando a quanto afferma Brad Sams giornalista vicino al mondo della casa di Redmond. Questo non garantirà nessun variazione nelle performance dei giochi, ma servirà perlopiù per abbassere i costi produttivi, una pratica comune durante il ciclo vitale di una console.

"Microsoft lavora sempre sulle revisioni dell'hardware. La console è disponibile sul mercato da 18 mesi o giù di lì, ma la versione che ha iniziato a fabbricare risale probabilmente ad almeno 12-14 mesi prima. Nel mondo della tecnologia è "un design datato"", afferma Sams nel suo ultimo video su YouTube, spiegando che di conseguenza l'obiettivo della compagnia è quello di creare revisioni dell'hardware nel tempo per abbattere i costi di produzione, in questo caso realizzando chip più piccoli e con efficienza energetica migliore.

"Non credo che vedremo miglioramenti delle performance dei giochi. Microsoft lavora sempre per realizzare chip più efficienti perché questo abbassa i costi di produzione. Abbiamo visto la stessa con Xbox One. Credo sia accurato dire che Microsoft sta lavorando a dei chip più piccoli e con efficienza energetica maggiore".

Come accennato in apertura revisioni in termini hardware sono all'ordine del giorno durante il ciclo vitale di una console e spesso e volentieri avvengono senza che i consumatori neppure se ne accorgono, dato che solitamente non vengono neppure annunciati pubblicamente.

2124775.png

Link al commento
Condividi su altri siti

Christopher Dring di Games Industry ha svelato alcuni dati di vendita rilevanti del mercato inglese per il mese di marzo 2022: Xbox Series X è risultata prima tra le console, battendo sia la rivale diretta PS5, sia Nintendo Switch. 

Stando a Dring, Xbox Series X ha dominato il mese crescendo del 61% rispetto al precedente, grazie all'incremento delle scorte, che ha permesso di soddisfare la domanda, lì dove PS5 fatica ancora moltissimo da questo punto di vista. Da notare che l'accessorio più venduto del mese è il controller di Xbox. Evidentemente molti di quelli che acquistano una console prendono anche un secondo controller.

2124775.png

Link al commento
Condividi su altri siti

Il 9/4/2022 at 22:08, AngelDevil ha scritto:

Microsoft sta lavorando a una revisione di Xbox Series X dotandola di un SoC più piccolo e caratterizzato da un'efficienza energetica maggiore, stando a quanto afferma Brad Sams giornalista vicino al mondo della casa di Redmond. Questo non garantirà nessun variazione nelle performance dei giochi, ma servirà perlopiù per abbassere i costi produttivi, una pratica comune durante il ciclo vitale di una console.

"Microsoft lavora sempre sulle revisioni dell'hardware. La console è disponibile sul mercato da 18 mesi o giù di lì, ma la versione che ha iniziato a fabbricare risale probabilmente ad almeno 12-14 mesi prima. Nel mondo della tecnologia è "un design datato"", afferma Sams nel suo ultimo video su YouTube, spiegando che di conseguenza l'obiettivo della compagnia è quello di creare revisioni dell'hardware nel tempo per abbattere i costi di produzione, in questo caso realizzando chip più piccoli e con efficienza energetica migliore.

"Non credo che vedremo miglioramenti delle performance dei giochi. Microsoft lavora sempre per realizzare chip più efficienti perché questo abbassa i costi di produzione. Abbiamo visto la stessa con Xbox One. Credo sia accurato dire che Microsoft sta lavorando a dei chip più piccoli e con efficienza energetica maggiore".

Come accennato in apertura revisioni in termini hardware sono all'ordine del giorno durante il ciclo vitale di una console e spesso e volentieri avvengono senza che i consumatori neppure se ne accorgono, dato che solitamente non vengono neppure annunciati pubblicamente.

ma si presume sarà slim come dimensioni?

Link al commento
Condividi su altri siti

SOC Investment Group ha esortato i colleghi azionisti di Activision Blizzard a votare contro la fusione proposta da Microsoft Xbox. L'investitore ritiene che l'accordo non sia a livello delle potenzialità dell'azienda e che non sia la soluzione ai problemi della compagnia.

Il SOC Investment Group è stato molto critico nei confronti di Activision Blizzard dopo le recenti cause per molestie sessuali e discriminazione (che ricordiamo sono perlopiù ancora in corso), e lo scorso novembre ha chiesto le dimissioni degli amministratori più noti, tra cui il CEO Bobby Kotick, il presidente del consiglio Brian Kelly e il direttore indipendente Robert Morgado.

SOC Investment Group ha scritto una lettera ai colleghi azionisti invitandoli a rifiutare la fusione proposta per due motivi. "Questa transazione non riesce a valutare correttamente Activision e il suo futuro potenziale di guadagno, in parte perché ignora il ruolo che la crisi delle molestie sessuali - e la gestione incompetente del consiglio di Activision - ha giocato nel ritardare il rilascio dei prodotti e nel diminuire il prezzo delle azioni", ha sostenuto SOC.

Il gruppo di investimento ha anche detto che è "scettico sul fatto che qualsiasi transazione con Microsoft (o un acquirente simile) sia fattibile, dato il cambiamento nel clima di applicazione dell'antitrust, così come le evidenti fonti di potenziali danni alla concorrenza derivanti dalla fusione".

Ricordiamo che Microsoft ha detto che spera di completare l'affare nella prima metà del 2023. La Federal Trade Commission (FTC) degli Stati Uniti sta gestendo una revisione antitrust per determinare se l'acquisizione darebbe a Xbox un ingiusto vantaggio competitivo.

Quattro senatori statunitensi hanno recentemente scritto alla FTC per esprimere la loro preoccupazione per la fusione proposta, che a loro dire avrebbe già ostacolato gli sforzi di sindacalizzazione e "minacciato le richieste di responsabilità dei lavoratori" riguardo alle accuse di cattiva condotta sessuale e discriminazione.

Nella sua lettera di giovedì, SOC ha detto: "Non crediamo che gli azionisti di Activision dovrebbero mirare a una transazione per ricostruire il valore perso in seguito al fallimento del management di Activision nel garantire la sicurezza e l'equità sul posto di lavoro e in seguito al fallimento del consiglio di amministrazione nel rispondere in modo costruttivo alla crisi nascente."

"Ma notiamo anche che, almeno dallo scorso luglio, i dipendenti di Activision hanno coraggiosamente chiesto che le molestie e le ritorsioni in azienda finiscano e che abbiano un ruolo decisivo nel rimodellare la cultura aziendale in futuro."

"Crediamo che solo impegnandosi costruttivamente con la sua forza lavoro - l'unica risorsa che Activision non può vendere ma senza la quale l'azienda non può operare - l'azienda può iniziare una vera svolta e ripristinare la fiducia degli investitori nella sua reputazione e nelle sue operazioni."

"Vi invitiamo a unirvi a noi nel rifiutare la proposta di fusione di Microsoft e a eleggere un nuovo consiglio di amministrazione competente e dedicato alla prossima assemblea annuale di Activision Blizzard".

2124775.png

Link al commento
Condividi su altri siti

Intanto ancora non ne trovo una di series x, fare una finanziaria da gamesmedda per pagare anche un servizio che non userei non se ne parla come anche dare i soldi ai bagarini, potessero crepare tutti di malattia brutta ed essere cremati in modo che le X che rivendono a prezzi assurdi le usano come urne.

http://gamercard.mondoxbox.com/mondo/Aluc74.png

Link al commento
Condividi su altri siti

Intanto ancora non ne trovo una di series x, fare una finanziaria da gamesmedda per pagare anche un servizio che non userei non se ne parla come anche dare i soldi ai bagarini, potessero crepare tutti di malattia brutta ed essere cremati in modo che le X che rivendono a prezzi assurdi le usano come urne.
Idem... Attendo anzi ormai mi sa che prendo la Slim o comunque quella aggiornata.

Inviato dal mio GM1900 utilizzando Tapatalk

Link al commento
Condividi su altri siti

Xbox Series X|S ha totalizzato ad oggi vendite per 14,04 milioni di unità, stando alle stime effettuate da VGChartz: non si tratta di dati ufficiali, che come sappiamo non vengono comunicati, bensì del risultato di informazioni incrociate provenienti dalla catena distributiva.

2124775.png

Link al commento
Condividi su altri siti

Chris Novak è stato a capo della divisione ricerca a design di Xbox, all'interno di Microsoft, per un lungo periodo, con una carriera di 20 anni nella compagnia di Redmond che si concluderà in questi giorni, visto che ha annunciato la volontà di lasciare Microsoft e Xbox.

Novak è entrato nella divisione Xbox nel 2002 come design director, poco tempo dopo il lancio della prima Xbox da parte di Microsoft, diventando poi design architect nel 2007. Da qui ha poi portato avanti lo sviluppo di Hololens e di Xbox One, ma nel 2016 è diventato capo della sezione ricerca e design di Xbox, concentrandosi soprattutto sull'esperienza utente e la progettazione delle interfacce.

"Ho amato tutto il tempo passato in Xbox", ha affermato Novak sul proprio post pubblicato su LinkedIn, "Costruire un'esperienza end-to-end per i giocatori è un privilegio.

Ci sono poche cose a cui uno può lavorare in vita che possano evocare una tale passione nella gente. Io adoro ascoltare i giocatori e prevedere i momenti successivi di piacere inaspettato. I videogiochi sono fantastici, Xbox sarà sempre con me", ha scritto Novak.

Non abbiamo informazioni sul nuovo lavoro che Novak andrà a svolgere una volta uscito da Microsoft, dopo una probabile pausa. In una recente intervista pubblicata da Polygon, il capo della sezione ricerca e design di Xbox prevedeva grandi cose in arrivo per la console Microsoft: "Sto per compiere 20 anni con Xbox", aveva riferito, "Per me, alcune cose che stanno per arrivare per Xbox, che sono incredibilmente eccitanti, saranno legate a anni di lavoro svolto qui".

  • Like 1

2124775.png

Link al commento
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Il boss della divisione marketing di Xbox, Aaron Greenberg, si affaccia sui social per celebrare le ottime vendite registrate in questi mesi da Xbox Series X/S: la nuova famiglia di piattaforme verdecrociate ha infatti stracciato il precedente record di Xbox 360.

Nonostante le difficoltà rappresentate dalla crisi dei semiconduttori e dalle complicazioni legate alla logistica, la divisione videoludica di Microsoft ha saputo far fronte a queste problematiche e, come sottolinea lo stesso Greenberg riprendento i dati snocciolati da VGChartz, ha potuto piazzare sul mercato un numero di console Xbox Series X/S decisamente superiore rispetto alle Xbox 360 commercializzate nella cosiddetta "fase iniziale del ciclo di vita" della seconda generazione di piattaforme Xbox.

Nei primi 17 mesi, il totale delle console Xbox Series X e Series S vendute ammonta a 13,86 milioni di unità; nel medesimo lasso temporale, la casa di Redmond riuscì a piazzare "solo" 9,38 milioni di Xbox 360. Il confronto diretto tra le vendite registrate nel primo anno e mezzo di vita delle due famiglie di console Xbox vede perciò Series X/S prevalere su X360 di circa 4,5 milioni di unità.

Il dirigente Microsoft a capo del reparto marketing di Xbox sottolinea questo successo e, con un messaggio su Twitter, ringrazia "tutte le persone che hanno contribuito a supportare la crescita e l'adozione di Xbox fino ad ora. C'è ancora molto lavoro da fare si spera che la situazione logistica legata alla fornitura di console continui a migliorare anche a livello globale".

Aaron Greenberg - GM di Xbox Games Marketing - ha condiviso questi dati e ha ringraziato i giocatori per il sostegno, senza però realmente confermarne la veridicità. Infine, è scattata la polemica sulla correttezza dei dati.

Il tutto è nato nel momento nel quale Jeff Grubb - in un tweet ormai cancellato - ha parlato dei dati di vendita di Xbox condivisi da VGChartz. L'utenza ha però criticato la cosa, visto che il sito è noto per l'uso di dati imprecisi.

Alla discussione si è aggiunto Ahmad che, nell'arco di molteplici tweet, ha detto che i dati di VGChartz sono praticamente falsi e vengono a posteriori corretti quando informazioni ufficiali emergono. In alcune situazioni, VGChartz avrebbe anche segnalato vendite di giochi ancora non pubblicati.

In breve, la linea generale è che tali informazioni potrebbero essere errati di alcune unità o forse di alcuni milioni e non possiamo saperlo. Il fatto che Greenberg abbia condiviso il tweet (senza però parlare esplicitamente dei numeri, come potete vedere sopra) non è sufficiente per confermare che tali dati siano corretti.

Modificato da AngelDevil

2124775.png

Link al commento
Condividi su altri siti

I creatori di contenuti che gestiscono l'ormai celebre canale YouTube di Gamers Nexus hanno ricevuto un Dev Kit di Xbox Series X e, dopo averne effettuato il teardown per studiarne le componenti, hanno scoperto ben 40GB di memoria RAM, un quantitativo ben superiore ai 16GB di cui è dotato ogni modello "retail".

Nel disassemblare il kit di sviluppo ufficiale di Xbox Series X, il team di GamersNexus ha infatti esaminato ogni singolo componente hardware e svelato un'architettura sostanzialmente identica a quella dei modelli in commercio, eccezion fatta per il form factor più "convenzionale" e, appunto, per la maggiore memoria a disposizione.

La scheda madre del Dev Kit di Xbox Series X presenta infatti venti chip di memoria GDDR6 prodotti da Samsung e posizionati sui due lati del PCB, per un totale di 40 GB di memoria in una configurazione che rispecchia le velocità di esercizio della RAM equipaggiata dal modello retail. Il dev kit, oltretutto, non potendo adottare il peculiare sistema di raffreddamento che caratterizza il design a torre di Xbox Series X sfrutta una serie di ventole con heatpipe connesse a una grande camera di vapore per tenere a bada le temperature d'esercizio.

Quanto ai 40GB di RAM montati sul kit di sviluppo, per GamersNexus il motivo di un simile quantitativo di memoria GDDR6 sarebbe dovuto alla necessità, per gli sviluppatori, di eseguire correttamente il debug dei videogiochi non ancora ottimizzati.

 

2124775.png

Link al commento
Condividi su altri siti

Microsoft è in cerca di un manager che possa aiutare nella gestione di acquisizioni di studi di sviluppo videoludici, ma non solo. La proposta di lavoro è stata pubblicata questa settimana e potrebbe suggerire che la compagnia di Redmond non ha ancora terminato i propri sforzi di espansione.

"Il team Gaming Strategy & Development funge da strumento di gestione della strategia aziendale per il Team Xbox", si legge nell'annuncio di lavoro per il ruolo di "Manager del team Gaming Strategy & Development". Continua spiegando: "Collaboriamo strettamente con il Gaming Leadership Team per identificare e valutare opportunità di crescita trasformative. Tra i nostri compiti è incluso l'aiutare a rispondere alle domande di business più impegnative di Microsoft Gaming, guidando il programma M&A di Gaming (ad esempio, Activision Blizzard, ZeniMax, Double Fine, ecc.), e identificando e comprendendo le dinamiche chiave del settore."

Secondo la descrizione, le responsabilità del candidato comprenderanno "il sostegno alle decisioni strategiche con rigore quantitativo e qualitativo", l'identificazione delle tendenze "chiave del consumatore / tecnologia / business" e "lo sviluppo e la valutazione del business case per le acquisizioni di contenuti e tecnologia (M&A)".

2124775.png

Link al commento
Condividi su altri siti

Microsoft ha annunciato l'Xbox & Bethesda Games Showcase, l'evento ufficiale che si svolgerà in data 12 giugno, a partire dalle 19.00, durante cui verranno presentate le novità in arrivo su PC e Xbox dalla casa di Redmond e dal publisher appena acquisito.

Jeff Grubb aveva anticipato l'Xbox Showcase previsto per giugno: sarà questo il palcoscenico che l'azienda sfrutterà per fare nuovi annunci e mostrare finalmente in azione alcuni dei suoi progetti più importanti, fra cui naturalmente Starfield.

"Oggi siamo entusiasti di annunciare che l'Xbox & Bethesda Games Showcase verrà trasmesso domenica 12 giugno alle 19.00", si legge nella nota. "Questo evento includerà straordinari giochi in arrivo da Xbox Game Studios, Bethesda e i nostri partner internazionali."

La presentazione sarà tradotta in trenta lingue e la si potrà seguire in diretta su svariate piattaforme: da YouTube a Twitch, da Twitter a Facebook, passando inevitabilmente per TikTok.

 

2124775.png

Link al commento
Condividi su altri siti

Ci sarebbero oltre 60 giochi attualmente in sviluppo per Xbox fra titoli annunciati ufficialmente e rumor, produzioni first party o esclusive third party: il digital analyst WolfOfDarkness ha realizzato un'infografica con la lista completa dei progetti in cantiere.

Si tratta di una versione aggiornata dell'infografica con tutti i progetti di Xbox Game Studios, che aumenta il totale dei giochi a oltre sessanta, come detto, considerando anche alcuni progetti finora solo vociferati.

Nella sezione dedicata ai giochi sviluppati da team esterni figurano infatti Bandai Namco con Killer Instinct e altri studi con un valanga di nomi in codice: Project Dragon, Project Indus, Project Shaolin per citarne alcuni.

Non c'è dubbio che durante l'Xbox & Bethesda Games Showcase del 12 giugno scopriremo alcuni di questi prodotti, ma non c'è dubbio che si tratti di una line-up mastodontica.

L'acquisizione di Activision, appena approvata dagli azionisti ma ancora in attesa del via libera dei vari enti regolatori, aggiungerà parecchi titoli a quelli già previsti, come si può vedere nell'infografica.

FRd5wShX0AEyyFP?format=jpg&name=large

2124775.png

Link al commento
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)
Il 29/4/2022 at 15:46, x-raider ha scritto:

Momento momento momento momento momento momento momento momento momento momento momento momento momento momento......

fanno un nuovo Killer Instinct?!

Sono solo rumor di qualche mese fa.

 

L'insider Rand al Thor (molto vicino al mondo Xbox) ha affermato di aver sentito da alcune sue fonti che quasi tutti gli studi interni di Microsoft hanno presentato progetti e novità da mostrare durante l'Xbox + Bethesda Showcase del 12 giugno.

In realtà sembra che alcuni team abbiano presentato più di un progetto, tuttavia Microsoft è stata costretta a fare dei tagli dal momento che lo show durerà 90 minuti. In realtà non sappiamo ancora quali giochi verranno mostrati ma è improbabile che in un'ora e mezzo potremo assistere alla presentazione di giochi da ogni singolo studio interno di Microsoft e Bethesda.

Tra i candidati più papabili troviamo certamente Starfield in uscita l'11 novembre, con ogni probabilità ci sarà spazio anche per giochi come Forza Motorsport attualmente in Beta, Avowed di Obsidian, Redfall di Arkane Studios e altri titoli in uscita tra la fine dell'anno e nel corso del 2023.

Si fa un gran parlare anche della modalità Battle Royale di Halo Infinite che potrebbe essere mostrata durante lo Showcase, oltre a giochi dei team Bethesda tra cui un nuovo Wolfenstein da MachineGames, mentre per Indiana Jones sembra essere ancora troppo presto. Ne sapremo di più il prossimo mese, quando la casa di Redmond trasmetterà lo showcase estivo di Xbox.

Modificato da AngelDevil

2124775.png

Link al commento
Condividi su altri siti

Con un annuncio di lavoro pubblicato su LinkedIn, AMD ha suggerito di aver iniziato i lavori sui SoC dei successori di PS5 e Xbox Series X (evitiamo di chiamarle PS6 e Xbox Series 2 per il momento).

La posizione aperta nello specifico è per il ruolo di "System-on-Chip Verification Engineer", che farà parte del team che lavorerà alla prossima generazione di SoC di AMD, lo stesso che ha realizzato quelli di PS5 e Xbox Series X|S, presso gli uffici di Markham, in Canada.

"Il team dietro i chip che alimentano Xbox e PlayStatio e l'ultimo chip grafico della famiglia RDNA sta assumendo per la sua sede di Markham in Canada per il progetto di sviluppo di chip di prossima generazione!", recita l'annuncio pubblicato da AMD su LinkedIn.

"Attualmente stiamo cercando un System-on-Chip Verification Engineer che farà parte di un team che lavora alla prossima generazione del design di un SOC complesso. Il candidato prescelto svolgerà un ruolo chiave nella verifica del SOC svolgendo controlli per gli aspetti funzionali, di alimentazione e di prestazione con l'ambiente di simulazione ed emulazione hardware."

L'annuncio sembrerebbe indicare dunque che AMD stia già lavorando ai SoC, ovvero del chip che include sia la CPU che la GPU, delle console di prossima generazione Sony e Microsoft. Tuttavia non è da escludere a priori anche che tali chip non siano destinati per delle eventuali "PS5 Pro" o "Xbox Series Z".

Detto questo, anche nel primo caso non ci sarebbe da meravigliarsi, dato che i lavori per la progettazione di una console richiedono molto tempo per essere ultimati e iniziano svariati anni prima l'effettivo debutto sul mercato.

2124775.png

Link al commento
Condividi su altri siti

Malgrado il successo di Xbox Series S, la piccola console Microsoft che grazie al prezzo contenuto e alla buona disponibilità ha raggiunto le case di molti videogiocatori, sembrerebbe che l'hardware non all'ultimo grido stia mettendo in grosse difficoltà alcuni team di sviluppo.

A svelare questo dettaglio sono i membri del team di Digital Foundry, i quali nell'ultimo episodio del loro Direct Weekly podcast hanno proprio parlato di Xbox Series S. Stando alle parole degli esperti di DF, che hanno contatti con numerose software house, sono sempre più numerosi gli sviluppatori che stanno incontrando enormi difficoltà nello sviluppo di produzioni di ultima generazione sulla console. Sembrerebbe che la problematica principale della console economica e priva di lettore ottico non sia da ricercare nel processore o nella scheda video, ma nel ridotto quantitativo di memoria in dotazione.

Per chi non lo sapesse, Xbox Series S dispone solo di 10 GB di RAM (a differenza dei 16 GB di Series X) ma gli sviluppatori hanno accesso solo ad una fetta di questa memoria, visto che 2 GB sono impegnati nella gestione del sistema operativo. Purtroppo le voci di corridoio di cui parla Digital Foundry non possono essere al momento confermate, ma è chiaro che, nel caso in cui dovessero trovare conferma, si tratterebbe di un fattore preoccupante per il supporto a lungo termine della macchina da gioco.

2124775.png

Link al commento
Condividi su altri siti

Partecipa alla conversazione

Puoi pubblicare ora e registrarti più tardi. Se hai un account, accedi ora per pubblicarlo con il tuo account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Hai incollato il contenuto con la formattazione.   Rimuovere la formattazione

  Sono consentiti solo 75 emoticon max.

×   Il tuo collegamento è stato incorporato automaticamente.   Mostra come un collegamento

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Pulisci editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

×
×
  • Crea Nuovo...