Vai al contenuto

Cronache di un cimitero


Ambro

Messaggi raccomandati

  • Risposte 131
  • Creato
  • Ultima Risposta

Miglior contributo in questa discussione

Miglior contributo in questa discussione

Giorno terzo: Libere menti

 

Crink!

Fece l’acciarino. Il buoi sembrò disturbato da quel nuovo arrivo, infatti la sigaretta non si accese al primo colpo. Ci vollero tre tentativi per cominciare a rovinarsi i polmoni.

Nella stanza c’erano solo quattro persone ma presto il numero sarebbe salito a sette.

C’ero io.

Cyrano, detto così perché aveva aiutato un amico a farsi amare da una ragazza a lui cara.

C’era mia moglie (d'altronde eravamo a casa nostra).

E infine c’era l’ospite d’onore: Mr. Connor un collega di Londra.

Presto sarebbero arrivati altri dottori e specialisti. Nonostante fossimo quasi tutti medici quella sera ci eravamo riuniti per un motivo assai meno razionale. Volevamo provare a fare una seduta spiritica (come nei film)….fin da giovani avremmo voluto provarci e quel giorno era il 31 ottobre…halloween.

Mr. Connor doveva fare da medium, era uno dei suoi tanti hobby. Non posso negare che in clinica questo hobby non era ben visto ma lui ultimamente lo teneva nascosto…lontano dai pettegolezzi.

Gli altri ospiti arrivarono dopo mezz’ora: << Scusate…traffico>> disse Michele (il mio migliore amico e compagno di sala operatoria).

Dopo i soliti abbracci e saluti ci sedemmo intorno al tavolo. Nonostante il tempo fosse passato e il credo in queste cose con esso, eravamo un po’ nervosi.

Mr. Connor ci disse che siccome era la prima volta ci saremmo accontentati di chiamare uno spirito qualunque. Accettammo di buon grado….sempre meglio che niente.

Dopo alcuni preparativi connor chiuse gli occhi e cominciò a recitare in un latino che lasciava assai a desiderare…gli inglesi dovrebbero fare e sedute spiritiche in gallese antico o i popoli latini potrebbero sentirsi offesi. Ma in quel momento nessuno sembrò badare a questa futilità.

Dopo dieci minuti di nenia cominciammo a dubitare di quella serata e del tempo ad esso regalato.

Ma dopo mezz’ora il piattino a centro del tavolo cominciò a strisciare sul legno di noce con un rumore assai inquietante dovuto alla lastra di vetro che c’era come copertura al legno.

CREEEK. Fece il piattino e compose la frase: <<Vi voglio vedere>>

Come posseduti da una macabra curiosità accettammo e la stanza iniziò a riempirsi di un vapore arancione. Eravamo allibiti e molto spaventati, ma anche incollati alle sedie per vedere il finale di quell’assurda faccenda. Sicuramente non l’avremmo raccontato sul posto di lavoro.

La figura che prese fora da quel vapore era la mia copia…tantè che fui sul punto di svenire.

<<non è possibile>> disse mia moglie <<tu sei vivo e pallido vicino a me>>

<<Ma sono anche qua, tesoro>> disse lo spirito/me

<<Vattene obbrobrio del demonio>> disse Cyrano

<<Siete voi che mi avete chiamato e non posso andarmene finché non lo decidete voi con la stessa forza con cui mi avete evocato>> disse il mio nebuloso alter ego <<voglio solo dirvi che sono reale nella mia ambiguità>>

<<Ma mio marito è qua vicino a me!!!>>esclamò la moglie

<<Per poco purtroppo…ora se vi girate verso di me/lui vedrete che è svenuto….vogliatemi/gli bene per gli ultimi sei mesi…e impeditemi di fumare.>> dissi/e

<<No! Non può essere…VATTENE!!!>>

Come se fosse stato acceso un ventilatore la nebbia si dissolse e lo spirito sparì….

Ma quando rinvenni mia moglie piangeva e per il resto della mia (corta) vita non cercò mai di litigare e mi impedì di fumare…come se sapesse….

 

Il dottor Pastoni finì il suo racconto nel silenzio.

Franz lo guardo sorpreso e disse. “Ma non è vero?”

Pastoni lo fisso con un sorriso della serie “somanondico” :”Non so dirti…”rispose “ma ora se nessuno è contrario mi allontano dalla festa per affari più importanti”

“Capirai che affari” sussurrò Angelo “perchéfabip” “è morto”

Ma il dottore non lo sentì e si allontanò…lo raggiunsi poco dopo ma non volli avvicinarmi…il dottore era avvolto da un fumo arancione e stava parlando da solo…così pensavo io…infatti sentii lui che diceva: “impeditemi di fumare” e una voce urlava dal nulla “Vattene!!”

Capii e mi allontanai.

 

Questo succedeva ieri 31 ottobre…quindici anni dopo la seduta spiritica….halloween…l’unico giorno in cui le nostre menti possono, con i nostri racconti, superare la soglia dei 30 metri e vagare per mondi allegri o bui…tristi o felici…nostri o inventati….per questo si chiama festa dei morti…perchè è nostra.

 

La mente nel buio d’ottobre viaggia leggera

A nessuno importa se la sua storia è vera

Basta che distragga le povere anime per un ora

Saranno felici fra un anno di sentirlo ancora

Lo ascolteranno incuriosite

Sperando di scorgere ricordi delle loro passate vite

Perché tutto il mondo è paese

E non rischieranno di sentirsi offese

Perché ormai la loro vita è sfuggita

Ma sembrerà di averla ancora tra le dita

Almeno finchè la storia non sia finita

Thekesis.png

Link al commento
Condividi su altri siti

Giorno quarto: Vite spezzate…e ricomposte

 

Un giorno quando non avevo niente da fare creai una lista dei quattro profumi più belli del mondo. Profumi di cose e sostanze non profumi nel senso estetico della parola.

Ecco la mia lista dall’ultimo al primo:

• Pioggia

• Pane fresco

• Uva fragola

• Polvere di caffé

 

E’ interessante vedere come un vivo non vuole morire ma perde tanto tempo in cose inutili.

Avevo ancora molti progetti, volevo vedere Cuba, Svezia, avrei voluto vedere il funerale del mio peggior nemico e il matrimonio di mio figlio. Morire non era nei miei progetti. Mi resi conto di essere morto solo dopo due giorni. Sia chiaro che capii subito di non essere più vivo ma speravo in qualcosa di meno permanente…che so…il coma!

Invece dovetti assistere al mio funerale…doppiamente…come spettatore e protagonista.

Mi ricordo che avevo sentito un attore famoso dire ad un amico: “Io verrò al tuo funerale se tu vieni al mio”. Se avesse saputo che la cosa è realizzabile in un modo alquanto strano.

Ammetto che non provare dolore e sofferenze è bello ma non provi nemmeno freddo e calore…vento e afa….niente.

Quando nei film i moribondi dicono: “Ho tanto freddo..:” sono tutte balle…bisogna controllare che non stiano morendo sopra a un congelatore o al polo nord. Non si sete freddo…si sente un peso opprimente sulla cassa toracica e una paura folle…si va in una specie di …come dire…iporespirazione. Angoscia! Sconforto! Solitudine!

Ma anche novità, sorpresa e curiosità…moltiplicata per i cinici..

Se ci pensate bene i vivi sono egocentrici…anche quando una persona muore a chi è che si fa del male? Ai vivi! Sono loro che piangono e che soffrono.

Quando muori e ti svegli ti senti assolutamente normale a parte il fatto che se sei morto decapitato puoi tenere la tersa in braccio e cose simili….se una persona muore le circostanze in cui è accaduto si riflettono sulla sua anima…se muori d’infarto non hai niente di visibile ma se un bel giorno hai fatto KABOOM!!! Puoi scomporti tipo Lego.

Ogni volta che c’è un nuovo arrivo le prime domande che gli vengono rivolte sono:

”Ciao come ti chiami?”

“com’è successo?”

E magari se trovi Ernesto…il più deficiente del cimitero…ti chiede anche: “Sei morto?”….”Come ti senti?”

 

Mi sono sempre chiesto se all’età di dieci anni dovevo fare il testamento…insomma nessuno sa quando morirà…quelli che fanno il testamento con tanto di avviso al notaio e ceralacca sulla pergamena sono fortunati o pessimisti…più uno che l’altro.

Io non feci nessun testamento e mia moglie ha ereditato tutto. Meglio così! E’ una donna eccezionale…per lei avrei sicuramente ucciso il mio falcone*…ma non fu necessario.

Dopo domani ci sarà un’ispezione angelica per vedere se è tutto apposto e se ci sono problemi o lamentele…..probabilmente ci saranno i primi e non le lamentele. Se ti lamenti chi di dovere risolve il problema alla radice:

“Arcangelo! Ogni tanto tendo a sparire…”

“Allora ti smaterializzo completamente e non hai più problemi”

A noi è capitato un angelo particolarmente tocco. Lo chiamiamo Livingstone (come il gabbiano non l’esploratore )

Una volta un’anima si era lamentata del fatto che la sua bara marciva troppo in fretta e Livingstone diede fuoco al tutto…bara e anima. L’anima non senti niente…il becchino sentì puzza di bruciato provenire da sottoterra e chiamo la ditta del gas (particolarmente stupido

 

 

pensare che i tubi del metano passano in un cimitero). La ditta rispose che non avevano tubi e che avrebbe dovuto tenere sotto controllo i fuochi fatui...il becchino per paura si licenziò dando posto a quello che c’è tutt’ora.

Magari Livingstone è in ferie e ci mandano giù un sostituto…che so…un ViS (very important saint) nel nostro cimitero non ci sono ViS o VID (veri important dead) e nemmeno zombie o licantropi, vampiri e arpie…solo un’assicuratore…morto ammazzato da un suo cliente che aveva perso la figlia per colpa di una negligenza.

Anche tra i morti ci sono risentimenti e litigi….”baruffe” e scaramuccie…feste e ricorrenze.

Alla fin fine siamo solo vivi speculari. Siamo chiusi in un posto temuto dai vivi e quindi silenzioso e senza parcheggi. Viviamo…se si può dire così….viviamo la nostra morte e passiamo il tempio come possiamo e senza grandi pretese. Non c’è nemmeno la TV.

Solo una cosa chiediamo ai vivi. Diffidate delle imitazioni…la divina commedia non racconta verità e nemmeno la Lavazza. Siamo noi gli originali e siamo noi che aspettiamo i ritardatari annoiandosi. Beato chi sarà l’ultimo a morire perchè fuggirà dalla noia di una vita in 30 metri.

 

Attendo con noia e tormento

Il giorno in cui soffierà l’ultimo vento

E l’angelo scheletro con ali nere

Dirà venite ora siete anime vere

Tu che sei vivo renditi conto

Che ciò che ti è dato ti sarà tolto

Non aver paura di ciò che non sai

Prima o poi provarlo dovrai

E sappi che ci mette più tempo un lampo a tuonare

Che una vita a finire

 

 

 

*vedi il decameron

Thekesis.png

Link al commento
Condividi su altri siti

Ti assicuro che noi becchini non siamo così stupidi! Beh fammi pensare qualcuno di stupido ci stà... Va bene tagliamo la testa al toro fra noi becchini esistono rari casi di persone intelligenti. Meglio non continuare se no mi tiro la vanga sui piedi :rotfl:

Se un uomo non è disposto a lottare per le sue idee o le sue idee non valgono nulla o non vale nulla lui

Articolo 1 codice di Norimberga

Link al commento
Condividi su altri siti

ho una piccola brutta notizia......non posto più le storie del cimitero

 

 

 

 

 

 

 

cioè non le posto più qua :P :P :P :P :P :P

 

praticamente ho creato ujna sezione apposta sul mio sito e quindi le metterò la ma vi avvertirò quano mettero i nuovi episodi...

 

 

p.s. sono riuscito a creare anche una sezione raaconti e ho chiesto a shadowlord di mettere i suoi quindi verrà una bella raccolta

Thekesis.png

Link al commento
Condividi su altri siti

Della Morte sta mettendo il filo spinato sul muro di cinta del cimitero

un passante in bicicletta si ferma ed esclama: "eheh... entrano la notte?"

Della Morte serio risponde: "no... escono!"

 

 

boh, a me e' venuta in mente questa citazione :(

 

 

 

i racconti sono molto belli :) complimenti anche per la scelta del tema trattato :)

Abrazame hasta che vuelva Roman

-10-

Link al commento
Condividi su altri siti

Partecipa alla conversazione

Puoi pubblicare ora e registrarti più tardi. Se hai un account, accedi ora per pubblicarlo con il tuo account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Hai incollato il contenuto con la formattazione.   Rimuovere la formattazione

  Sono consentiti solo 75 emoticon max.

×   Il tuo collegamento è stato incorporato automaticamente.   Mostra come un collegamento

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Pulisci editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

  • Chi è Online   0 Utenti, 0 Anonimo, 17 Ospiti (Visualizza tutti)

    • Non ci sono utenti registrati online

×
×
  • Crea Nuovo...