Vai al contenuto

Dragon Age Inquisition


AngelDevil

Messaggi raccomandati

Con un teaser sul palco della conferenza E3 2013, EA ha presentato Dragon Age: Inquisition, ponendo l'accento sulla dimensione politica dell'ambientazione.

 

Un elemento, perso con il secondo capitolo della serie, che suggerisce un probabile, ed estremamente gradito, ritorno all'acclamato Origins da combinarsi con una struttura totalmente open world.

 

[Video]

[/Video]

 

Vediamo il primo screenshot di Dragon Age: Inquisition rilasciato oggi da BioWare.

 

Vi ricordiamo che il gioco sarà rilasciato nell'autunno del 2014 su PC, PS3, PS4, Xbox 360 e Xbox One.

 

http://nl.images.multiplayer.it/thumbs/images/2013/06/26/1372265007-dragon-age-inquisition_jpg_960x540_crop_upscale_q85.jpg

Modificato da AngelDevil

2124775.png

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 4 settimane dopo...
Inviato (modificato)

Durante una conferenza tenuta da BioWare al PAX australiano, il sistema di dialoghi di Dragon Age: Inquisition sarà completamente rivisto rispetto a quello dei passati capitoli della serie.

 

Secondo Bioware il vecchio sistema era troppo semplicistico e portava a scelte binarie scontate. Anche se mancano i dettagli sul nuovo sistema, pare che si sia optato per qualcosa di più moderno, che terrà conto delle statistiche e del party, in modo da fornire più possibilità. Inoltre i dialoghi successivi terranno conto di quelli precedenti per aumentare la drammaticità del tutto.

 

Parlando invece dell'esplorazione, pare che in Inquisition ci sarà molto da fare e da vedere, con paesaggi vari e vasti e nuovi nemici, come i Nightmare, ossia delle creature scheletriche.

Modificato da AngelDevil

2124775.png

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 2 settimane dopo...

Sarà Dragon Age: Inquisition il protagonista del numero di settembre di Game Informer, cosa ben visibile dalla copertina della rivista, dominata appunto dal nuovo episodio della serie action RPG sviluppata da BioWare. In concomitanza con il reveal, Game Informer ha anche rilasciato un video in cui vengono mostrate brevi sequenze tratte dalla versione pre-alpha del gioco.

 

[Video]

[/Video]

 

http://image.noelshack.com/fichiers/2013/32/1375805925-dai-full-cover.jpg

 

Come riportato ieri, Dragon Age: Inquisition sarà protagonista del numero di settembre di Game Informer. Puntuali come al solito, spuntano oggi i dettagli sul gioco tratti dalla rivista e riguardanti gli aspetti principali della produzione.

 

Trama

 

Dragon Age: Inquisition narra della terra di Thedas, finita nel caos per via di conflitti fra religiosi e maghi. Proprio nel momento in cui i gruppi che da sempre affrontano il male sono più preoccupati, il cielo si apre e comincia a vomitare demoni. Spunta un vero e proprio varco verso Fade, un mondo di magia e mostri, che consente a questi ultimi di accedere al regno degli uomini.

 

Ambientazione

 

Lo scenario viene descritto come un open world ancora più aperto, in cui i giocatori hanno modo di accedere a zone importanti della mappa. Ci si può muovere da Ferelden, all'estremità est, fino a Orlais, all'estremità ovest, ha rivelato il producer Mark Darrah. "Ovviamente non creeremo un milione di miglia quadrate di spazio, dunque non sarà un 'open world' nella maniera in cui alcune persone lo intendono."

 

Ogni zona è più grande di qualsiasi cosa BioWare abbia fatto in precedenza, ha aggiunto Darrah. Non ci sarà un level design ripetitivo come in passato, bensì verranno alternati deserti, montagne, paludi, tutte enormi secondo Game Informer che ha visto la demo. In ogni area ci saranno delle quest specifiche: "Troverete una misteriosa pila di cadaveri sulla sommità di una duna", recita la rivista, "o un dispositivo che vi permette di segnare il posto in cui si trovano gli oggetti magici".

 

Darrah ha spiegato che il suo team sta cercando di veicolare l'elemento esplorativo, un aspetto che in passato è stato trascurato. Il producer ha paragonato l'esplorazione di Inquisition a quella della serie Baldur's Gate. L'obiettivo è però quello di spronare l'esplorazione spontanea e la scoperta di nuovi luoghi, fattori che nel gioco daranno grande soddisfazione.

 

Tutte le location del gioco vengono descritte come "contenitori", al cui interno si trovano oggetti oppure elementi con cui confrontarsi. Si è anche parlato di giorno e notte, di cavalcature (più presenti e più importanti che in passato). Gli incontri, specie quelli pericolosi, non verranno adattati al livello del giocatore ma saranno indipendenti, il che significa che potranno essere letali.

 

Benché la libertà d'azione sia importante per BioWare, il team non vuole sacrificare la trama in tal senso. "Dobbiamo essere certi di poter raccontare il tipo di storia che desideriamo", ha detto Darrah a Game Informer. Bilanciare l'esplorazione e una trama coinvolgente rappresenta una delle maggiori sfide per lo studio.

 

Engine

 

Dragon Age: Inquisition gira su Frostbite 3, il potente motore DICE ormai utilizzato per molti dei progetti interni di Electronic Arts, come Battlefield e il nuovo Mirror's Edge. "Frostbite rappresenta un cambiamento importante per BioWare, e ancora di più per Dragon Age", ha detto il producer, che ha descritto il precedente engine, Ecplipse, come un po' spigoloso. Il passaggio a Frostbite consentirà loro di esprimere un maggiore potenziale, prima inaccessibile, e dunque di proporre ai giocatori aree più ampie e con tanta interattività. Questo aspetto dell'esperienza sarà appunto il risultato dell'adozione del nuovo motore grafico. Che, come in Battlefield, consentirà di distruggere gran parte di ciò che si vede sullo schermo ed eventualmente ricostruirlo. Sarà possibile spaccare i supporti di una piattaforma, riparare magicamente un ponte per raggiungere una zona altrimenti inaccessibile, rimettere in sesto una postazione, e così via.

 

Inquisition uscirà sulle console di attuale e nuova generazione, nonché su PC. Il team sta lavorando duramente perché ciò non implichi differenze in termini di gameplay fra le varie versioni, vogliono che il gioco sia fondamentalmente lo stesso. Su PC sarà possibile utilizzare un sistema di controllo basato su mouse e tastiera.

 

L'Inquisitore e l'Inquisizione

 

Nel gioco controlliamo l'Inquisitore, capo dell'Inquisizione. Potremo scegliere razza e classe fra mago, guerriero e ladro, dando poi un nome al nostro alter ego. Il nostro personaggio vanterà dialoghi completi, tutti parlati, e la scelta della razza influirà sulla sua permanenza in determinate zone della mappa. L'Inquisizione guadagna forza e reputazione raccogliendo oggetti, aiutando persone e completando quest. "Funziona un po' come la progressione di un normale personaggio, benché si tratti di una organizzazione." BioWare, tuttavia, non ha ancora rivelato come questa progressione verrà percepita dai giocatori.

 

Ci sono anche livelli di potere e aree di interesse nello scenario, queste ultime non accessibili se non si dispone di un certo grado dei primi. Sarà possibile aumentare il proprio livello di potere come detto poc'anzi, ovvero interagendo con il mondo di gioco in vari modi.

 

Combattimento

 

Il sistema di combattimento di Dragon Age: Inquisition sarà a metà strada fra quello del primo e del secondo capitolo della serie. L'intenzione degli sviluppatori è quella di mantenere un piglio riflessivo e strategico, ma al contempo realizzare scontri che siano veloci e moderni. I giocatori potranno cambiare tipo di personaggio e comportamento per quanto riguarda gli alleati. Gli ordini verranno eseguiti immediatamente, il che darà la sensazione di avere a che fare con un action game in terza persona. I nemici disporranno di ruoli specializzati e lavoreranno in gruppo per disorientarci e prenderci alla sprovvista. Il risultato finale sarà caotico e coinvolgente: "Immaginate di provare a immobilizzare ed eliminare una sentinella mentre evitate frecce e colpi di scure, preoccupandovi di cosa succede nelle retrovie, dove un incantatore sta facendo crollare tutti i nemici."

 

I nemici in Inquisition seguiranno delle strategie basate sullo scenario, si fermeranno per riprendersi e poi torneranno all'attacco. Ci sarà un ritorno degli alberi delle abilità e delle specializzazioni, tutti elementi complementari l'uno all'altro, anche qui con lo scopo di affrontare i combattimenti come in un contesto puramente d'azione.

 

Altri personaggi

 

Al di là della coordinazione e delle abilità complementari in combattimento, i dialoghi e la storia rappresentano il legame principale fra il giocatore e i suoi alleati. BioWare non ha ancora rivelato chi sarà la nemesi di turno, ma nel gioco la cosa sarà chiara fin dalle prime fasi.

 

Stile

 

L'equipaggiamento in Inquisition si adatta a ogni personaggio per non offuscarne lo stile. Attraverso il crafting, i giocatori potranno trasformare gli oggetti raccolti nelle loro nuove armature, o personalizzare quelle già in loro possesso. Con questo focus sulla personalizzazione, il crafting consentirà ai giocatori di sbizzarrirsi fra sostanza e stile, applicando le migliori caratteristiche a ogni parte del loro equipaggiamento. Sembra ci saranno dei valori di "end game" per quanto riguarda armi e armature.

 

"I membri del party manterranno il loro aspetto iconico", ha detto Darrah. Prendere un personaggio caratteristico come Cassandra e dotarla di una nuova corazza, ad esempio, non cambierà di base il modo in cui appare.

 

Scelte

 

"In Dragon Age ci sono sempre state decisioni difficili da prendere, che rendono incerto il percorso", ha detto il lead writer David Gaider. "Se possiamo risolvere un problema senza apparire dei sociopatici, allora è probabilmente quella la strada da seguire." In Inquisition i giocatori dovranno tenere conto delle conseguenze delle proprie decisioni, visto che ci convivranno per il resto del gioco. Sarà presente un sistema di dialoghi "a ruota", come in passato, ma migliorato, più chiaro e con opzioni che saranno in grado di sorprendere.

 

Le conseguenze delle nostre scelte influiranno anche sullo scenario, dando vita a incontri e sezioni del gioco con cui altrimenti non avremmo dovuto confrontarci. BioWare desidera che questo sistema funzioni e abbia un grande impatto sul mondo di gioco, con i livelli che cambiano e nuovi eventuali contenuti sbloccati in base alle nostre azioni. "Non si tratterà semplicemente di un paio di modifiche in un livello, ma di qualcosa che influenzerà l'intero gioco", ha detto il creative director Mike Laidlaw. "Se avete fatto una cosa a un certo punto della storia, quella cosa tornerà a tormentarvi."

 

Il team di sviluppo non vuole che gli utenti si preoccupino di quale piattaforma scegliere per giocare con Dragon Age: Inquisition, anche sul fronte delle scelte. Si stanno cercando modi per rendere la consistenza di questo sistema uguale a prescindere, ma i dettagli in proposito non possono ancora essere rivelati.

2124775.png

Link al commento
Condividi su altri siti

BioWare ha rivelato che Morrigan non sarà un membro del party in Dragon Age: Inquisition, dichiarando però che "ricoprirà un ruolo fondamentale".

 

"Il fatto che Morrigan non sarà un componente del party deluderà alcuni giocatori", ha dichiarato il direttore creativo Mike Laidlaw a GameInformer, "ma per noi è importante essere chiari a riguardo".

 

"Non sarà un semplice cameo", ha aggiunto lo sceneggiatore David Gaider. "Ricoprirà un ruolo significativo."

2124775.png

Link al commento
Condividi su altri siti

Inviato (modificato)

Durante la conferenza di EA alla GamesCom 2013 è stato mostrato un nuovo video di Dragon Age: Inquisition, con interviste agli sviluppatori e nuovi dettagli sul gioco, che vi ricordiamo essere sviluppato con il motore Frostbite 2 di DICE.

 

Nel filmato alcuni degli sviluppatori di BioWare hanno illustrato alcuni aspetti del gioco e alcune delle nuove trovate tecnologiche rese possibili dalla next gen, tra le quali il modello di un drago ben visibile su uno degli schermi di sviluppo.

 

[Video]

[/Video] Modificato da AngelDevil

2124775.png

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 2 settimane dopo...
Inviato (modificato)

[Video]http://www.youtube.com/watch?v=2ky5XbWsbdg[/Video]

 

http://image.noelshack.com/fichiers/2013/35/1377985109-1.jpg

 

 

http://image.noelshack.com/fichiers/2013/35/1377985437-5.jpg

 

 

http://image.noelshack.com/fichiers/2013/35/1377985106-6.jpg

 

 

http://image.noelshack.com/fichiers/2013/35/1377985109-2.jpg

 

Modificato da AngelDevil

2124775.png

Link al commento
Condividi su altri siti

Il produttore Cameron Lee ha confermato, in una recente intervista, che la piattaforma PC sarà la principale per quanto riguarda Dragon Age: Inquisition. Lee ha dichiarato che il team adora sviluppare su PC, in quanto la potenza dei PC è davvero incredibile; quindi il gioco verrà prima sviluppato su questa piattaforma, poi sulle altre. Lee non si è poi voluto sbilanciare su come sarà il gioco su PS4 e Xbox One, dichiarando che al momento è ancora presto per parlarne e che devono ancora essere valutate tutte le potenzialità delle console next-gen, come l'utilizzo di Move e Kinect, concludendo però che rilasciando il gioco circa un anno dopo l'arrivo delle console permetterà di conoscerle meglio e di rilasciare un prodotto migliore.

 

 

[Video]http://www.youtube.com/watch?v=1WeZbGRglWs#t=51[/Video]

2124775.png

Link al commento
Condividi su altri siti

Parte 1 http://www.youtube.com/watch?v=IML4hhg8Yz0

Parte2 http://www.youtube.com/watch?v=g6rV1Y6Vcxg

Parte 3 http://www.youtube.com/watch?v=bbGN7OBngCQ

 

Per ora ho visto solo il 1°, diciamo che per ora mi ha incuriosito, non è ancora ai livelli di interesse che ho per Witcher 3 o Watch Dogs però

Modificato da Lezio

Don’t cry to give up; cry to keep going. You're already in pain. You're already hurt. Get a reward from it./// Non piangere per arrenderti, piangi per continuare. Stai già soffrendo, prendi una ricompensa da quella sofferenza

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 2 settimane dopo...

Mike Laidlaw di BioWare ha fatto una precisazione importante sulla struttura di Dragon Age: Inquisition, il nuovo capitolo dell'RPG in sviluppo per PC e console.

 

Contrariamente all'imperante tendenza nel genere, il gioco non è caratterizzato da un mondo aperto e liberamente esplorabile da subito, ma ha ambientazioni suddivise in macro-aree di grandi dimensioni, ma staccate fra loro. Laidlaw ha spiegato che si tratta di una struttura differente dall'open world classico, "perché tutti pensano immediatamente a Skyrim", mentre nel caso di Dragon Age: Inquisition il mondo è "multi-regionale", come definito dallo sviluppatore.

 

Si esplora il continente che fa da scenario a tutta la storia, attraversando diverse regioni. Ci si trova in ogni regione a causa degli eventi della storia, dunque non sembra ci sia la libertà assoluta di movimento dei giochi Bethesda, che d'altra parte hanno spostamenti sulla mappa meno legati ad una storia rigorosa come quella che si prospetta per Dragon Age. "E' qualcosa di vicino a quello che accadeva in Baldur's Gate o in Origins, anche, dove c'erano comunque aree grandi e spazi ampi".

2124775.png

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 4 settimane dopo...

"Dragon Age: Inquisition su PC, PS4 e Xbox One offrirà un salto enorme in fatto di qualità visisva e immersione rispetto alle sue controparti current-gen", parola del producer del gioco Cameron Lee, che si è riferito alla prossima generazione di videogiochi con il termine "Gen4". Lui e il suo team hanno spiegato: "Avremo non solo una grafica migliore, ma soprattuto un mondo molto più coinvolgente, più ricco di dettagli e profondità. Ci sono più NPC, c'è più vita nel mondo. Tutti elementi che alla lunga contribuiscono a creare un forte legame emotivo ed immersivo nei confronti del giocatore rispetto alle vecchie piattaforme".

 

Parlando, invece, di dettagli tecnici ed effetti visivi, Lee ha detto: "La fedeltà visiva tra le due generazioni è enorme. Per esempio, l'impiego massivo degli shaders ci permette di riprodurre effetti qualitativamente superiori, come il fango che si forma sugli stivali o il sangue che scorre, il tutto anche in base agli agenti atmosferici. Per quanto riguarda gli effetti visivi degli incantesimi, su next-gen e PC di fascia alta sono incredibili, e questo è il genere di cose che rende queste versioni migliori dal punto di vista grafico".

2124775.png

Link al commento
Condividi su altri siti

"Dragon Age: Inquisition su PC, PS4 e Xbox One offrirà un salto enorme in fatto di qualità visisva e immersione rispetto alle sue controparti current-gen", parola del producer del gioco Cameron Lee, che si è riferito alla prossima generazione di videogiochi con il termine "Gen4". Lui e il suo team hanno spiegato: "Avremo non solo una grafica migliore, ma soprattuto un mondo molto più coinvolgente, più ricco di dettagli e profondità. Ci sono più NPC, c'è più vita nel mondo. Tutti elementi che alla lunga contribuiscono a creare un forte legame emotivo ed immersivo nei confronti del giocatore rispetto alle vecchie piattaforme".

 

E' abbastanza desolante quando sono gli sviluppatori stessi a mettere in risalto esclusivamente il comparto grafico, e in quello che dovrebbe essere l'RPG di riferimento si faccia poca attenzione al cuore dell'esperienza, alle meccaniche e a che di gioco di ruolo potremo svolgere.

 

Sempre più convinto che della Bioware di un tempo sia rimasto poco o nulla...

Link al commento
Condividi su altri siti

In un'intervista recentemente rilasciata Jonathan Perry di BioWare ha fatto chiarezza sulle scene di sesso presenti nel nuovo e molto atteso Dragon Age: Inquisition:

 

" Avremmo potuto realizzare queste scene in qualsiasi modo desiderassimo ma ciò su cui ci siamo concentrati per prima cosa è stata la risoluzione dei problemi che sotto questo aspetto erano presenti in Dragon Age: Origins. E' molto complesso realizzare scene di questo tipo in quanto le animazioni tra i due personaggi devono essere molto realistiche e anche le luci e le ombre non possono essere lasciate al caso: un esempio di scena ben riuscita è quella presente in Mass Effect. In ogni caso in Dragon Age: Inquisition abbiamo cercato di proporre scene di sesso più mature e di buon gusto."

2124775.png

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 3 settimane dopo...

Durante l'ultima call conference finanziaria di Electronic Arts pare che il publisher abbia preso la decisione di rinviare il GDR Dragon Age: Inquisition al 2015, rispetto all'uscita inizialmente prevista entro l'autunno del 2014. Tra le motivazioni il ritardo di Bioware sul progetto, che necessita di tempo aggiuntivo per essere completato e rispettare gli alti standard qualitativi che il team si è posto. La decisione non è definitiva, quindi attendiamo notizie da parte del colosso americano.

 

Queste le parole di Blake Jorgensen, Chief financial officer di EA: "Eravamo consapevoli del fatto che, se Battlefield sarà un successo come crediamo, allora il prossimo anno per noi ripeterci sarà una sfida ancora più ardua. Ma dobbiamo tenere a mente che stiamo rilanciando il franchise NBA Live quest'anno e che nel 2014 avremo The Sims 4 e UFC, mentre Dragon Age è probabile arrivi l'anno ancora dopo".

2124775.png

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 2 settimane dopo...
  • 1 mese dopo...

Una delle novità inserite nella meccanica RPG di Dragon Age: Inquisition è rappresentata dal sistema di conquista e gestione delle "basi" sparse in giro per il gioco.

 

Durante la storia e nelle missioni secondarie è possibile dedicarsi all'assalto contro alcuni "keep", ovvero covi, fortificazioni e basi di vario tipo. Una volta conquistate, queste strutture sbloccano nuove quest e possono essere gestite direttamente dal giocatore attraverso varie possibilità. Le quest si svolgono nell'area che circonda le fortificazioni, espandendo dunque le missioni da completare, ma c'è anche una componente strategica e gestionale legata a questa meccanica.

 

Ad esempio, è possibile inviare diverse unità dell'Inquisition per ricostruire alcune strutture, costruire miniere e gestire vari aspetti delle basi, il tutto fornendo nuove risorse e ricchezze per la propria fazione.

2124775.png

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 4 settimane dopo...

Mark Darrah, executive producer di Dragon Age: Inquisition, ha appena rivelato su Twitter che Alistair, uno dei personaggi principali del primo episodio, non farà parte del party del nuovo gioco. Per sapere quale sarà il suo ruolo nella nuova storia ha consigliato invece di aspettare e stare a vedere.

2124775.png

Link al commento
Condividi su altri siti

  • 1 mese dopo...

Ah, BioWare, BioWare. Perché ti metti a fare queste cose. Come se il gioco non avesse già il suo quintale di problemi da cercare di risolvere.

 

"The Mass Effect multiplayer stuff is really good"...? Veramente?

 

:acc:

Il multiplayer di mass effect era davvero divertente in quanto era solo una modalità orda d aaffrontare in cooperativa... quindi dov'è il problema? sarebbe un aggiunta, meglio averlo che non.

Hulong+zhan+shi.pnghttp://card.exophase.com/1/764871.png
Link al commento
Condividi su altri siti

Diciamo che il Multy di ME3 è l'unica cosa fatta bene in quel gioco, si capisce perchè storciamo il naso davanti a queste notizie :asd:

 

Sono stupito del livello di dettaglio nel trailer; sembra che pure questo uscirà in Autunno

Modificato da Lezio

Don’t cry to give up; cry to keep going. You're already in pain. You're already hurt. Get a reward from it./// Non piangere per arrenderti, piangi per continuare. Stai già soffrendo, prendi una ricompensa da quella sofferenza

Link al commento
Condividi su altri siti

Partecipa alla conversazione

Puoi pubblicare ora e registrarti più tardi. Se hai un account, accedi ora per pubblicarlo con il tuo account.

Ospite
Rispondi a questa discussione...

×   Hai incollato il contenuto con la formattazione.   Rimuovere la formattazione

  Sono consentiti solo 75 emoticon max.

×   Il tuo collegamento è stato incorporato automaticamente.   Mostra come un collegamento

×   Il tuo contenuto precedente è stato ripristinato.   Pulisci editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

  • Chi è Online   0 Utenti, 0 Anonimo, 22 Ospiti (Visualizza tutti)

    • Non ci sono utenti registrati online
×
×
  • Crea Nuovo...